Jump to content

andycott

Premium
  • Content Count

    4,433
  • Spam

    169 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

andycott last won the day on May 31 2020

andycott had the most liked content!

Community Reputation

452 Laureato

About andycott

  • Rank
    Utente a caso
  • Birthday May 21

Info Profilo

  • Posizione
    La verde Brianza

Preferiti

  • Pilota Preferito
    Nessuno attualmente
  • Team Preferito
    Ferrari
  • Circuito preferito
    Spa/Phillip Island

Contatti e Social

  • Instagram
    andycott64
  • Twitter
    andycott64

Recent Profile Visitors

4,314 profile views
  1. Era davvero un gran pilota, ai tempi la Dakar era terra di conquista per i francesi (lui e Neveu) e belgi (Rahier) mentre gli italiani accompagnavano solo (a parte franco Picco). Poi andò in Cagiva che aveva puntato su questa corsa allora ancora semi-sconosciuta e quasi vinse la gara nell'87. Era in testa alla penultima tappa, ma si spezzò entrambe le caviglie su un attraversamento ferroviario. Arrivò al traguardo tra lacrime e sangue, con fratture a vista e la gara così la vinse Neveu con la Honda. Per lui la Dakar con le moto da raid finì lì. Poi ci provò con le quattro ruote e riuscì a vincerla anche con quelle. Uno dei pochi francesi che ho ammirato
  2. Purtroppo il Covid si è portato via anche Hubert Auriol, l'Africano, vincitore di tre Parigi-Dakar (quella vera, quella di Tierry Sabine senza GPS!) è morto a casa sua, a 68 anni, per complicazioni cardiache legate al virus https://www.gpone.com/it/2021/01/10/dakar/addio-hubert-auriol-lafricain-nessuno-ci-togliera-il-tuo-sorriso.html
  3. Ciao, avrei bisogno di un consiglio per l'acquisto di un portatile Windows per mio fratello che non ne capisce una mazza. Io però sono notoriamente un Macchista talebano e di PC non me ne intendo. Ovviamente so che i processori sono simili, nel caso degli intel sono gli stessi, a cosa serve la ram e che un ssd è meglio di un hdd. Quello che non conosco sono ad esempio le marche: Asus, Acer, HP, Lenovo, ecc. So che Dell di solito ha ottime macchine ma che per l'uso che ne farebbe mio fratello (DaD per il figlio, internet, email, backup foto del cell, forse streaming) non penso sia la scelta corretta. Come dimensioni direi un classico 15", budget sui 500€ Se mi date un consiglio ve ne sarei grato
  4. Mamma mia ma come sto bene a lavorare da casa! Non nego che mi manchi il cafferino coi colleghi o la passeggiata postprandiale (La bilancia ringrazia) ma a livello di stress e comfort preferisco stare a casa mia. La vivo molto meglio. Certo si potrebbero potenziare i servizi informatici in modo da migliorare l'accesso ai dati comuni e ottimizzare alcuni servizi, ma per quanto riguarda i rapporti coi capi, la video chat mi va benissimo. Sai che per quanto riguarda me (che lavoro in un ufficio piccolo) e per mia moglie (che lavora per una banca multinazionale) il feedback e i risultati aziendali dicono esattamente l'opposto?
  5. Ma sì certo, è molto più realistico lo scenario proposto dal presidente dalla Toyota, era solo per vedere punti di vista diversi. D'altronde, pur essendo io favorevole all'elettrico o almeno all'ibrido, mi pongo il problema delle batterie, della loro produzione e del loro smaltimento una volta esaurite. E ovviamente, anche di come fare a produrre tutta l'energia elettrica necessaria per muovere tutti questi mezzi. L'unico vantaggio dell'energia elettrica è che perlomeno la si può produrre in qualche modo. Il problema è trovare e utilizzare un modo più efficiente per farlo
  6. La casa coreana vuole rinnovarsi e presentarsi sul mercato in maniera ancora più aggressiva. Oggi ha lanciato il restyling del marchio e il nuovo slogan: "Movement that ispires" Per la presentazione hanno fatto le cose in grande: Che ne pensate?
  7. In Norvegia non la pensano come te e Crucco... La Norvegia, uno dei maggiori produttori di petrolio al mondo, taglia per prima il traguardo intermedio della mobilità sostenibile: la vendita delle auto elettriche nel Paese scandinavo lo scorso anno hanno superato quelle delle auto a propulsione tradizionale (benzina, diesel e anche ibrido). Le BEV rappresentano il 54,3 per cento delle nuove auto vendute nel 2020 (era il 42,4% nel 2019 e appena l’1% un decennio fa), con una punta del 66,7% del mercato nel mese di dicembre. Al contrario, le vendite di auto diesel in Norvegia sono crollate dal 75,7% del market share nel 2011 ad appena l’8,6 per cento lo scorso anno. L’obiettivo è di uscire completamente dal mercato delle auto a benzina e diesel entro il 2025 https://motori.corriere.it/motori/21_gennaio_08/norvegia-sorpasso-elettriche-piu-un-auto-due-spina-02dd54d0-50f4-11eb-a017-fd5e98d313bc.shtml
  8. Imola è bellissima da guidare, dovresti provare. Il problema è che avendo un tracciato molto sinuoso e non avendo invece rettilinei, diventa impossibile per i sorpassi. Ma il problema sono queste F1 che sono troppo veloci in curva, trent'anni fa questo problema non c'era. Ma succederebbe dovunque Con le moto infatti è un circuito spettacolare, ma se fai il contrario e metti le F1 su circuiti bellissimi per le moto tipo Donington o Phillip Island (o perchè no Brands Hatch) avresti pochissimo spettacolo e auto che fanno in pieno e senza sforzo, curvoni che in altre categorie richiederebbero pelo sullo stomaco a mazzi. L'unico che funziona ancora è Spa perchè è un pistone lunghissimo ed è grande il doppio degli altri circuiti citati, pur essendo simile nel concetto.
  9. Sono in totale disaccordo. Piloti come Villeneuve che sono naturalmente portati a compensare con le proprie qualità i deficit dell'auto rischiano molto, e a volte, vanno a sbattere per provare a guadagnare una posizione o un podio che altrimenti sarebbe impossibile. Vedi Leclerc quest'anno o nelle moto Stoner e soprattutto Rea: pazzo scatenato con Honda TenKate e solido e calcolatore con un mezzo più efficace come la Kawa SBK. Quando la squadra gira bene e la macchina può vincere facilmente imparano anche a gestire. Sul sorpasso in Brasile sbagli, non tentò lui di passare, bensì si stava difendendo da un'attacco di Piquet che lo costrinse con due ruote nell'erba, Gilles perse la macchina e finì fuori. Quello che non si dice mai è che nelle prime gare dell'anno le squadre inglesi adottavano un trucco e correvano sottopeso di 40-50 kg. Poi con la scusa dei rabbocchi a fine gara ripristinavano il peso prima delle verifiche. Penso non sia difficile da capire come mai Piquet a pochi giri dalla fine avesse le gomme in uno stato migliore di quelle della Ferrari n.27 e fosse anche più efficace in frenata. Anche sull'incidente in Belgio non sono d'accordo: Mass che procedeva lento, si spostò all'improvviso dalla traiettoria che stava tenendo per far passare Gilles, peccato che il canadese si fosse già portato da quella parte per eseguire il sorpasso. Il principio è lo stesso che fece perdere la gara a Schumacher in Belgio nell'incidente con Coulthard: ilota lento che si sposta e va a occupare la traiettoria di chi sopraggiunge. Mass non l'ha fatto apposta, ma per me sarà sempre il responsabile di aver portato via uno dei due piloti che ho più amato in F1.
  10. Sono alla fase 1 Presentati allo Spallanzani i primi risultati della sperimentazione di ReiThera su 100 volontari: il farmaco non ha scatenato reazioni gravi e ha prodotto anticorpi neutralizzanti nel 92,5% dei casi https://www.avvenire.it/attualita/pagine/il-vaccino-italiano-supera-la-fase-1-ecco-che-cosa-significa https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/da-non-perdere/covid-19-confermata-la-sicurezza-del-vaccino-italiano-reithera
  11. Mia moglie e mia figlia felicissime...
  12. Quello però su cui mi piacerebbe avere un parere sono le nuove serie realizzate in italia, con protagonisti nostrani partite l'anno scorso: Cortesie per l'auto: https://www.discoveryplus.it/programmi/cortesie-per-lauto Dal pollaio alla pista: https://www.discoveryplus.it/programmi/dal-pollaio-alla-pista Drive me crazy (con Irene Saderini): https://www.discoveryplus.it/programmi/drive-me-crazy Mud War - a prova di fango: https://www.discoveryplus.it/programmi/mud-war-a-prova-di-fango
  13. Quelli della rimozione forzata non ci sono più, come dicevo la parte più importante nella programmazione ce l'hanno Affari a 4 ruote e A caccia di auto che si occupano di compravendita e restauro con la componente di lavoro in officina molto in risalto e le serie sulle officine americane dedite alla realizzazione di special, hot rod come Fast n'Loud, Texas Metal, Salt Lake Garage e Iron Garage Io (che non ho mai avuto Sky) li trovo divertenti e semplici da seguire, soprattutto ora che essendo a casa in smart working mi dedico maggiormente alla cucina (sia prima di mangiare che dopo) e non mi distraggono troppo da quello che sto facendo. Ovviamente le puntate vanno in rotazione e quindi a volte capita di rivederle, ma non essendo un giallo con il finale a sorpresa non mi crea un gran problema. A proposito @effe Affari a 4 ruote conta ben 16 stagioni, 2 spin off e una versione francese con due diversi protagonisti. E ancora non hanno ancora finito.
  14. Ciao ultimamente sto seguendo molto questo canale (59 del digitale terrestre) che manda in onda h24 rubriche e programmi dedicati ai motori. Cavalli di battaglia: Affari a 4 ruote e i garage americani specializzati nella realizzazione di sfavillanti hot rod dalla cavalleria esagerata, ma c'è anche della produzione nostrana Che ne pensate?
  15. Al momento però non è ancora ufficiale: https://www.gpone.com/it/2021/01/06/motogp/brivio-lascia-suzuki-e-motogp-per-raggiungere-alonso-in-formula-1.html Cosa dite che riuscirà a fare? Sicuramente è uno in gamba con le persone, però la F1 è davvero un altro mondo rispetto alla MotoGP. E Alonso sempre una bella gatta da pelare
×