Jump to content

mp68

Inactive
  • Content Count

    377
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

Everything posted by mp68

  1. mp68

    Ciao Niki

    La mia passione per la F1 cominciò con lui, avevo 8 anni quando cominciai a seguire la F1. E' stato un pilota 'ponte', forse l'ultimo dell'epoca 'romantica' e il primo dell'era moderna. Se paragonato ai suoi predecessori ha potuto vantare anche numeri da record. Ma al di la delle cifre rimane un uomo che si è distinto in questo sport per quello che ha fatto ma soprattutto per come lo ha fatto. Riposi in pace
  2. La porcata fu ancora maggiore, nello scendere dall'auto Prost ha un momento di esitazione e prima di scavalcare innesta la marcia! Con le macchine agganciate ha reso più difficile la manovra per rimettere in pista Senna. IMHO penso che Prost fece una manovra 'legale' chiudendo alla chicane anche se furbescamente aveva lasciato lo spazio sufficiente ad invogliare il tentativo di Senna. Quello che non si aspettava era che il brasiliano ripartisse (senza danni irreparabili) e recuperasse tutto il gap! per quanto riguarda gli aiuti esterni io sarei ancora più drastico e obbligherei al motorino d'avviamento.
  3. Hello boy. questo topic latita da troppo tempo! Nel frattempo sono usciti bei libri e soprattutto una casa editrice, la mare verticale, si è messa ristampare le edizioni d'epoca di molti campioni. Di prossima uscita la vita di Bruce McLren e la traduzione (finalmete!) del libro di Stewart. Appena uscito quello su Cevert (molto bello) mentre tra quelli già editati sconsiglio (o per meglio dire acquisterei per ultimo) quello su Ecclestone che sembra più un trattato di economia che la sua storia. tra gli altri già usciti: Peterson Hunt Rindt Sir Frank Williams Sabine (Parigi Dakar) tutti belli, scritti all'epoca spesso aggiornati con un capitolo postumo. Delude invece un po' l'edizione non certo ai livelli Nada: libri in brossura foto scarse e non eccelse. Di conseguenza li ritengo un troppo costosi per come sono fatti mentre per il contenuto è un bel tuffo nel passato
  4. mp68

    Accadde oggi

    Sei anni fa ci lasciava SupeSic
  5. E questa è una riflessione importante a cui è difficile, se non impossibile, rispondere quando si parla di grandi Campioni. Certo è che se un fuoriclasse vince tantissimo è più facile che sia lui (in complesso con tutto il team) ad essere superiore piuttosto che gli tutti altri 24 ad essere inferiori. Nello specifico di Schumy però ricordo gare in cui era il solo Wc in pista e uno dei 4 vincitori di almeno un gp in griglia (forse erano pure tre...) Ci vorrebbe un topic a parte per analizzare i tanti casi in cui la 'manifesta superiorità' potrebbe cozzare con una 'manifesta inferiorità'.
  6. Talmente facile che buttò via un mondiale con macchina migliore e fecero tranquillamente a meno di lui, da campione del mondo in carica. Cosa mai vista nella storia credo. Veramente in quegli anni in Williams succedeva regolarmente ogni volta che un pilota vinceva un mondiale vedi Prost e Mansell ad esempio; quasi a voler dimostrare che era la macchina e non il pilota a vincere. Il che era vero in certo senso
  7. Fu anche uno dei padri della GT40 (perchè gli americani non è che ne capiscano poi tanto di machine )
  8. Secondo me, da quello che ho potuto capire, purtroppo, ci troviamo in una situazione tra quella di Kato e quella di Schumy. Entrambe drammatiche e poco importa, almeno a me, come è successo. Mi dispiace perché Hayden è sempre stato un signore e tutti gli volevano bene.
  9. mp68

    Addio John

    Un grande che se ne va. Lo avevo messo tra i 10 più grandi di sempre. Riposa in pace
  10. spettacolare doppio senso Sorry non intendevo in quel senso e ci ho messo anche un po' a capirla ma alla fine difficile darti torto! Anche se, scherzi a parte, di Hill figlio ammiravo la sportività e Nico si è dovuto fare un bel mazzo per battere un Hamilton che sicuramente ha più talento. Diciamo che si è visto di peggio!
  11. mia personale senza alcun ordine di merito e tenendo conto anche di ciò che hanno fatto per la Storia della F1: Fangio: parlano i numeri e il fatto che abbia vinto Mondiali con qualsiasi auto abbia corso. Brabham: longevo e cattivo ha vinto tre titoli ed è l'unico ad averlo fatto su un'auto da lui costruita. Clark: anche per lui numeri da brivido specie nelle pole, se dopo 50 anni se ne parla ancora un motivo ci sarà. Surtees: pluriridato in motociclismo (7 titoli) è l'unico ad aver vinto anche il Mondiale in F1. E' stato anche costruttore Hill Graham: unico a vincere in F1, a Indianapolis e a Le Mans oltre che per ben 5 volte a Montecarlo. Fino a Nico Rosberg anche l'unico ad aver generato un WC. Stewart: tre titoli e media gare corse\vittorie incredibile. Primo pilota dell'era moderna. Lauda: ha vinto con tutti i motori possibili, dagli aspirati ai turbo. Ha rinunciato ad un mondiale e ne ha vinti altri 2 dopo un'estrema unzione. Prost: il primo a fare numeri 'grossi', ottimo collaudatore e vincente su 4 auto: in un certo senso figlio di Luada. Senna: la velocità assoluta. Schumy: il figlio di Senna ma più tedesco. Poi se allarghiamo alla Formula 1 pre mondiale Rosemeyer e soprattutto Nuvolari non possono mancare. Quest'ultimo, per chi non lo sapesse, vinse anche la metà circa delle gare motociclistiche alle quali partecipò... e all'epoca si moriva in un amen!
  12. mp68

    Accadde oggi

    1949 Nasce a Vienna Niki Lauda
  13. miii quanto siete giovani! La mia in ordine sparso e non di merito (impossibile farlo!) Lauda Andretti Villeneuve sr Senna Piquet Prost Mansell Schumacher Hamilton Alonso
  14. Concordo nel metterlo tra i più forti assieme a De Angelis e Alboreto ma "Il più forte" anche se 30 anni prima è e resta Ascari, l'unico all'altezza di Fangio in quegli anni. Certo altre macchine altri tempi ma Ascari è tra i Campionissimi.
  15. Mi sembra che Emmo si ritirò anche al famoso Fuji del '76 come "d'accordo" preso tra i piloti prima del via. Ma potrei sbagliare
  16. a parte il divertente cognome (tutto un programma!), provate a cercare la sua ragazza dell'epoca portata proprio dallo sponsor la signorina Lauren Vickers... Essendo playmate non sarà difficile trovarla anche senza "carene"
  17. Si ma sta regia un sorpasso livello riuscirá a farcelo vedere
  18. mp68

    MotoGP 2015

    Non ho ritrattato nulla, chiedevo spiegazioni. Io esprimo un parere, se sei d'accordo bene, altrimenti controbatti ma con degli argomenti non con ste sparate da sociologo dei poveri. Che poi nella fattispecie ti dice pure male visto che sto in sella da 35 anni e da sempre con il piede sinistro sul cambio (anzi manco sempre il sinistro visto che prima i cambi erano invertiti). Come dice Leno magari c'è qualcuno che le gare le vede dai tempi di Rossi... Graziano però! Ma vabbè, probabilmente sto perdendo tempo e per me finisce qui.
  19. mp68

    MotoGP 2015

    Il 60% dei fan di Rossi non sa usare le marce a pedale. Casalinghe, ragazzini, pensionati che ai tempi di Biaggi rivedevano Coppi e Bartali...ecc ecc ????
  20. mp68

    MotoGP 2015

    Hai ragione, infatti per me se la giocano alla pari. Io controbatto ai tanti che dicono che Lorenzo è più forte perché è più "veloce". A me sembra che quest'anno, almeno fino ad ora, Rossi si stato decisamente più completo e invece sembra che sia in testa al mondiale per pura fortuna o perché in una gara ha piovuto! Se i mondiali si vincessero solo con la velocità basterebbe fare le prove e in quel caso allora vincerebbe Marquez! Poi però ci sono le gare e chi è più "lento" magari compensa con altre doti. Tutto qui, poi vinca il migliore e, se non viene buttato a terra da qualcuno, chi avrà più punti a fine stagione sarà il migliore senza se e senza ma.
  21. mp68

    MotoGP 2015

    Assolutamente d'accordo. Ma non sarebbe manco il solo. Nell'era Rossi (una delle più lunghe in assoluto) sono morti in pista 3 piloti. Nella carriera del grande Ago (tra l'altro più breve), ne perirono ben 50 e correndo meno GP. Spazi di fuga e super tute hanno aiutato immensamente questo sport.
  22. mp68

    MotoGP 2015

    I risultati dicono che Lorenzo è arrivato davanti 7 volte e dietro 6. Di gare bagnate, ed è bagnato per tutti, ce ne sono state solo una e mezza. A me sembra che Lorenzo vinca solo quando parte davanti e manco sempre; è il più veloce certo, ma ha vinto solo così. In compenso Rossi ha vinto di giorno, di notte, in rimonta, in bagarre e sul bagnato. Sicuro che merita di più lo spagnolo? Io vedo una grande differenza di base tra i due: ieri Rossi ha rischiato di stendersi in un duello corpo a corpo pur essendo in testa al mondiale mentre Jorge, al primo rientro ai box di Misano ha fatto cenno a Marquez di stare calmo... In pratica o scappa via o teme la gara. Per sua fortuna, anzi grazie alla sua bravura, ha la velocità per riuscirci spesso. Poi chissà, magari alla resa dei conti si rivelerà un cagnaccio come Pedrosa ieri, ma la sua storia, per il momento, non dice questo. In sostanza uno è prudente, ha una grande capacità di messa a punto e raccoglie ottimi risultati, l'altro... è un nove volte Campione del Mondo.
  23. mp68

    MotoGP 2015

    Battere il mitico Barry è quasi impossibile ma un posto sul podio dei fratturati certamente lo prende! E comunque ieri è stato grande. Bravo Dani! E' riuscito a battere RIP Barry Sheene come numero di fratture
  24. mp68

    MotoGP 2015

    Secondo me Vale "l'errore" lo ha fatto non tanto sbagliando il giro del rientro, quanto piuttosto mettendosi in testa al gruppetto: lui guida il mondiale quindi avrebbe dovuto mettersi in controllo come ha fatto Marquez. Però Misano, il pubblico, la possibilità di replicare la vittoria di Silverstone... vabbè... A quel punto, una volta in testa non poteva fare diversamente: fosse entrato "giusto" Lorenzo lo avrebbe seguito e probabilmente gli sarebbe arrivato davanti (che poi visto come è andata mica tanto probabilmente!) Quindi giusto rientrare dopo il pit di Lorenzo. Se il maiorchino non si stendeva arrivava 5° o al massimo 4° e i danni sarebbero stati minimi. Lorenzo da parte sua ha cannato tutto; è lui che dovendo recuperare deve giocare il jolly e, nonostante i consigli dal box ha tirato dritto. Questa è sudditanza psicologica nei confronti del compagno. Poi è caduto proprio perché andava piano! Con l'asfalto freddo o tiri o le slick non entrano in temperatura ed ecco lo scivolone. Rossi e MM sono andati cauti nel loro rientro ma hanno tirato il giusto per garantirsi il grip. Marquez, che non ha nulla da perdere e ragiona con la sua capa, ha fatto la scelta giusta ma ha rischiato: NON aveva riscontri sulla bontà delle slick ma si è reso conto che con le rayn comunque a fine gara non ci si arrivava. E quindi è rientrato. Non fosse caduto nello scorso gp con questa scelta avrebbe fatto un colpo gobbo. Ora io non credo Lorenzo andrà giù di testa. Jorge sbaglia proprio quando è sicuro e qualcosa mina questa sua solidità (in questo caso la pioggia). Ora potrà correre le restanti 5 gare a "vita persa" e se le dovesse vincere tutte e 5 (personalmente non credo sia fattibile) il mondiale sarebbe suo. L'altro invece può controllare e di piste in cui può piovere ce ne sono almeno 3 su 5. E sia chiaro se piove è un handicap per Lorenzo non un vantaggio per Rossi visto che 3 gare su 4 le ha vinte sull'asciutto. E comunque vada in Australia e Malesia venderà di certo cara la pelle. E poi c'è sempre Marquez di mezzo che può favorire o l'uno o l'altro. Vedremo.
×