Jump to content

sellix

Members
  • Content Count

    305
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Matricola

About sellix

  • Rank
    Membro Junior

Contatti e Social

  • Website URL
    http://

Preferiti

  • Team Preferito
    Ferrari
  1. sellix

    Crisi Economica

    Un pochino pi? in su nella gerarchia politica... Si definisce di crisi quel periodo in cui l'economia cresce ad un tasso significativamente inferiore alla norma (quindi se cresciamo dello 0,1% o gi? di l? siamo in recessione); quindi siamo nel corso di una crisi economica altro che... Un'altra cosa: ma pensi davvero che mercato reale e mercato finanziario siano due entit? del tutto separate e indipendenti? Le imprese emettono azioni o obbligazioni per autofinanziarsi e poter portare a termine progetti nel mondo reale, quindi se il mercato finianziario entra in crisi sono guai anche per quello reale. D'atra parte, sia la crisi del 1929 sia quella del 2008 sono iniziate come crisi fininanziarie, cos? come, d'altronde, quella del 2001, cominciata a fine 2000 con lo scoppio della bolla speculativa delle dot.com (cio? le azioni delle societ? di informatica). Se scoppia (ed ? scoppiata) una crisi finanziaria siamo nella m***a anche noi...
  2. sellix

    Crisi Economica

    "Il 2011 sar? l'anno della ripresa" cit.
  3. sellix

    Crisi Economica

    di Luca Telese ?Mangiafrittata? Mangiafrittata hai detto!? Ma brutto fijo de na grandissima mignottaaaa zozza!?. E poi, alla fine, Speranzoso Azzurro, elettore forzista tipo, dipendente statale, sessantaquattro anni, storico fan del Cavaliere fin dal 1994, due figli a carico e moglie carismatica e scassacazzi era partito. E poi alla fine, Speranzoso Azzurro nella pancia del traghetto ulul?. Gridava apparentemente contro il suv bianco avorio Porsche che gli bloccava la strada nel garage congestionato dal fumo di scappamento delle macchine. Ma in realt? stava gridando contro i tagli, contro il suo governo, contro tutto quello in cui aveva creduto per 17 lunghi anni. Quello che Speranzoso fece subito dopo ? invece ? non era prevedibile da nessuno. Quello del Porsche bianco, il gioielliere a basso reddito (anche lui berlusconiano, ma in modo radicalmente diverso) da venti centimetri pi? in alto della Fiat Punto di Speranzoso, abbass? il finestrino, sput? sul cofano della sua macchina e grid? con un sorriso compiaciuto: ?A sfigatooo!!!?. L?antefatto che spiega questo conflitto antropologico (e fisico) fra Speranzoso e Rubino Supercafone (il padrone della Porsche, milionario a basso reddito) si svolge con drammatica unit? di tempo luogo e azione fra Civitavecchia e Olbia, fra il Ponte 1 e il Ponte 4 della nave Tirrenia. Anzi, a pensarci bene, gi? all?imbarco sul molo, quando Rubino ? gioielliere dell?Olgiata con dichiarazione tarocca meritevole di sostegno dei servizi sociali (16mila euro) ? ha bruciato nella fila la famiglia di Speranzoso, fuori dalla macchina a mangiare il famoso panino con la frittata confezionato da Cesira. Cesira ha fatto solo in tempo a dire: ?Ciccio, ma questo qui che ?vvole??, che il posto faticosamente conquistato la mattina ? andato perso, in una nuvola di carburazione accelerata. Ciccio (lo ha sempre chiamato cos?) lei lo cazzia sempre, ? vero. Ma l?ha sempre amato come nessuna, e per lui ha preparato i migliori panini con frittata di Roma ovest. Della Manovra lacrime e sangue (anche per lui), fino a quella mattina, Speranzoso avrebbe poi confessato di non sapere nulla. La sera prima Cesira aveva detto: ?A letto presto, Ciccio, sinn? se perdemo la nave come nell?82!!?. Le responsabilit? di quella celeberrima mancata partenza furono attribuite a lui: videro la finale mundial in un alberghetto e fu un bel ricordo con Cesira che agitava la bandiera. Sulla Roma Civitavecchia, invece, avevano parlato per l?ennesima volta della casetta di Largo Preneste: ?Ciccio, ma conveniva dare gi? l?acconto? Abbiamo da pagare l?universit? di Stella!?. Stella, la pi? piccola: la speranza di casa, dal Pigneto a Cambridge, come i cervelloni della tv. Speranzoso non ci dormiva la notte per l?orgoglio. Aveva rifatto i conti decine di volte, il primo azzardo della sua vita. Lasciato il ministero aspettava il Tfr gi? da un anno. Ma la casa che attendevano da una vita non poteva attendere loro di pi?. L?aveva fermata con caparra, e con la liquidazione si risolvevano entrambe le cose. E poi Cesira, nella frittata, aveva quel modo unico di rosolare le cipolle. Sul ponte del traghetto, al bar, aveva ritrovato i tipi del Porsche bianco avorio. Avevano Il Messaggero e Libero aperti, discutevano della nuova manovra: ?Ah?, zio Silvio c?ha parato le chiappette belle, ancora una volta. Noi non paghiamo nulla!?. La siliconata con brillocco grid?: ?Evviva!?. Speranzoso si fece sfuggire quella domanda e fu la fine: ?Ma perch?, c?? qualcuno che paga? Ha detto Berlusconi che non avrebbe messo le mani in tasca agli italiani?. Il padrone della Porsche, Rubino, aveva i baffi a manubrio: ?Ma ?ndo vivi? Hanno bloccato le liquidazzioni, se so? bevuti le detrazzioni?. Speranzoso stava precipitando in un incubo: ?Ma non c?? nessuna tassa, vero??. L?amico di Rubino, quello che teneva il braccio sul collo della brasiliana con il neo a forma di fragola, rise fragorosamente: ?Si nun poi pi? detrarre, bello, ? peggio de? ?no zeppo in c*lo. E poi le liquidazioni degli statali so? bloccate per due anni, ed ecco l?altro zeppo!?. E Rubino: ?Pensa, noi co? quello che dichiariamo ar negozzio siamo pure esentati da tutto, eh eh?. Speranzoso torn? in cabina e non disse pi? nulla. Il fratello di Cesira gli porgeva la rosetta farcita: ?Mi? sorella stavorta s?? superata?. La mattina dopo, quando tutti erano in macchina coi motori accesi, il ponte non si abbassava e l?adrenalina di tutti saliva alle stelle, il Porsche si fece largo di nuovo, alla sua maniera, sgommando sulle paratie. E fu allora che a Speranzoso calarono le nubi livide davanti agli occhi. Pensava al gioielliere che dichiarava 16mila euro, a quella vacanza che non si poteva gi? pi? permettere, a Cambridge che sfumava, all?acconto per la casetta che ormai era perso, a cosa avrebbe dovuto dire a Stella, che per contribuire aveva lavorato tutta l?estate alla cassa di Auchan. Sgas? la Punto sbarrando la strada alla Porsche mentre il ponte calava, mostrando le palme di Olbia. L?amico di Rubino abbasso il cristallo azzurrato e grid?: ?A magnafrittataaa! Statte bbono che puzzi de ovo!!!?. La brasiliana con la voglia di fragola, vicino alla siliconata col brillocco squitt? divertita: ?Hi-hi-hi!?. E poi, come gi? sapete, Rubino sput?. Speranzoso apr? il cofano, estrasse il crick e lo rote? sul suv Porsche bianco avorio verniciato in grafite del gioielliere: ?Porcoddue, ladro de mmerdaaaa! Tu la frittata di Cesira non la devi nemmeno nomin?, capito!??. Per toglierlo da quello che restava del cofano, mentre la brasiliana singhiozzava con un taglio sulla guancia, ci vollero due marinai nerboruti. Quando arriv? la polizia portuale, Cesira stava abbracciando Speranzoso bagnandolo di lacrime orgogliose: ?St?omo mio cos??! Cos?? st?omo mio!?. Quella mattina Berlusconi perse un milione di voti in tutta Italia. Pi? i cinque della famiglia Speranzoso. Al Prenestino. Il Fatto Quotidiano, 14 agosto 2011 :asd:
  4. sellix

    Crisi Economica

    Siamo d'accordo sul fatto che il rimborso ci debba essere ma ? il meccanismo che l'attuale legge predispone che ? vergognoso e maschera un vero e proprio finanziamento da rimborso; il rimborso presuppone infatti che mi sia restituito in parte o del tutto ci? che ho speso, mentre l'attuale norma prevede un rimborso completamente "scollegato" dalle spese sostenute e dipendente dai risultati elettorali. Questo sistema ? truffaldino e va assolutamente cambiato. Per quanto riguarda poi il conflitto di interessi non direi proprio che l'esposizione mediatica ne inibisca i danni...
  5. sellix

    Crisi Economica

    Il contributo di solidariet? ? una boiata pazzesca: i contribuenti italiani che dichiarano pi? di 90.000 euro sono lo 0,9% del totale...praticamente si colpiscono quei pochi che sono onesti (o meno disonesti degli altri) e dichiarano effettivamente ci? che realmente guadagno. Questi, alla fine dei conti dovranno pagare il 53% di imposte, a patto che continuino a dichiarare quelle cifre... Per quanto riguarda il ceto medio, a meno che non venga approvata una riforma fiscale entro 3 mesi (cosa praticamente impossibile), verranno eliminate tutte le detrazioni fiscali; inoltre i dipendenti di amministrazioni pubbliche che non rispettano i nuovi vincoli di bilancio si vedranno decurtare la tredicesima (praticamente se io sono uno stakanovista ma il mio capo ? un idiota magari nominato da qualche politico e non taglia dove deve io mi ritrovo senza tredicesima...). Capitolo tracciabilit?: 2.500 euro sono fin troppo pochi, come possiamo accettare di vivere in un paese in cui i gioielliri dichiarano in media 13.400 euro annui!!! Ancora una volta da questo punto di vista non si combina nulla...
  6. sellix

    Crisi Economica

    Tra l'altro ? vergognoso oltre ogni dire che un uomo che riveste cariche pubbliche si permetta di usare la sua posizione per ottenere profitti...ma noto con disgusto che quasi nessuno si ? scandalizzato, siamo veramente alla frutta... Oltre tutto una dichiarazione come questa costituirebbe insider dealing...
  7. sellix

    Liberalizzare le droghe?

    L'opinione del premio nobel Milton Friedman sull'argomento ?Proibizione e droghe? di Milton Friedman ?Il regno delle lacrime ? tramontato. Presto i bassifondi saranno solo un ricordo. Trasformeremo le nostre prigioni in fabbriche, le nostre carceri in magazzini e granai. Ora gli uomini cammineranno diritti, le donne sorrideranno e i bambini rideranno. L?inferno rester? per sempre non abitato.? Ecco come Billy Sunday, il famoso evangelista e leader della crociata contro il Demone Rum, salut? l?avvento del proibizionismo, nei primi anni venti. Oggi sappiamo come le sue speranze fossero tragicamente destinate al fallimento. Fu necessario costruire nuove carceri per accogliere i criminali generati dall?aver fatto diventare il consumo di alcolici un crimine contro lo stato. Il proibizionismo min? il rispetto per la legge, corruppe i poliziotti, cre? un clima di decadenza morale, ma non ferm? il consumo di alcol. Nonostante questa tragica dimostrazione pratica, sembra che la nostra tendenza sia quella di ripetere esattamente lo stesso errore, quando ci occupiamo di droghe. ETICA E CONVENIENZA Sul piano etico, abbiamo il diritto di usare la macchina dello stato per impedire che una persona diventi alcolista o tossicodipendente? Per i bambini, quasi tutti risponderebbero almeno con un convinto s?. Ma per adulti responsabili, perlomeno io risponderei di no. Ragionare con il tossicodipendente potenziale, s?. Spiegargli le conseguenze, s?. Pregare per lui e con lui, s?. Ma io credo che non abbiamo il diritto di usare la forza, direttamente o indirettamente, per impedire ad un altro uomo di suicidarsi, figuriamoci di consumare alcol o droghe. Riconosco senz?altro che l?aspetto etico ? complesso, e che uomini di buona volont? potrebbero non essere d?accordo. Per fortuna non abbiamo bisogno di risolvere l?aspetto etico, per essere d?accordo su una politica. Il proibizionismo ? un tentativo di soluzione che rende le cose peggiori sia per il tossicodipendente sia per tutti noi. Quindi, anche se si considera l?attuale politica sulle droghe giustificata dal punto di vista etico, la convenienza dovrebbe farla considerare del tutto insensata. Prendiamo prima in considerazione il tossicodipendente. Legalizzare le droghe potrebbe far aumentare il numero di tossicodipenti, ma questo non ? certo. Il frutto proibito ? attraente, soprattutto per i giovani. Cosa pi? importante, molti tossicodipendenti sono deliberatamente resi tali dagli spacciatori, che all?inizio danno loro alcune dosi gratis. Allo spacciatore conviene fare cos?, perch? una volta attirato, il tossicodipendente diviene un cliente che ? un prigioniero. Se le droghe fossero disponibili legalmente, scomparirebbe ogni profitto da attivit? cos? inumane, perch? il tossicodipendente potrebbe comprare dove trova il prezzo migliore. Qualsiasi cosa accada al numero di tossicodipendenti, il singolo tossicodipendente starebbe certamente meglio se le droghe fossero legali. Oggi le droghe hanno un prezzo incredibilmente alto, e la qualit? ? fortemente incerta. I tossicodipendenti sono indotti ad associarsi con i criminali per ottenere la droga, a diventare essi stessi criminali per pagare ci? di cui hanno bisogno, a rischiare continuamente malattie e morte. Prendiamo poi in considerazione le altre persone. Qui la situazione ? chiarissima. Il danno che ci porta la tossicodipenza altrui deriva totalmente dal fatto che le droghe sono illegali. Recentemente una commissione dell?Associazione degli Avvocati ha stimato che i tossicodipendenti sono responsabili da un terzo a met? di tutti i reati commessi nelle strade degli Stati Uniti. Legalizziamo le droghe, e i crimini di strada crolleranno. Inoltre, tossicodipendenti e spacciatori non sono gli unici corrotti. Sono in gioco somme immense. E? inevitabile che alcuni poliziotti e funzionari statali sottopagati, e anche alcuni ben pagati, facilmente soccombano alla tentazione del denaro facile. LEGGE E ORDINE Legalizzare le droghe contemporaneamente diminuirebbe il crimine e aumenterebbe la qualit? delle forze di polizia. Riuscite a immaginare altre misure che potrebbero fare cos? tanto per la legge e per l?ordine? Ma, potreste dire, dobbiamo accettare la sconfitta? Perch? semplicemente non mettiamo fine al traffico di droga? Ecco dove l?esperienza accumulata durante il Proibizionismo risulta pi? importante. Non riusciamo a porre fine al traffico di droga. Possiamo eliminare l?oppio dalla Turchia, ma ci sono moltissimi altri posti dove cresce l?oppio. Con la collaborazione dei francesi possiamo rendere Marsiglia un posto sconsigliabile per produrre eroina, ma ci sono moltissimi altri posti dove le semplici operazioni necessarie per la produzione possono essere svolte. Finch? sono in gioco grandi somme di denaro - e continueranno ad esserlo, se le droghe restano illegali - ? letteralmente senza speranza l?attesa di porre fine al traffico, o anche di ridurlo in maniera significativa. Per le droghe, come per altro, ? assai probabile che la persuasione e l?esempio siano pi? efficaci che impiegare la forza per rendere gli altri uguali a noi.
  8. sellix

    Referendum acqua - nucleare - impedimento

    Si ma solo perch? al 57% in Italia si ? contrapposto il 23% degli italiani all'estero.
  9. sellix

    Referendum acqua - nucleare - impedimento

    Eh ma allora perch? ha votato si anche al legittimo impedimento?
  10. sellix

    Referendum acqua - nucleare - impedimento

    Io non ne sarei cos? sicuro. Secondo te un elettore che ha deciso di andare a votare cambia idea il giorno prima perch? Berlusconi o Bossi gli dicono di astenersi?
  11. sellix

    Referendum acqua - nucleare - impedimento

    D'accordo, per? qui stiamo parlando di una questione fondamentale: Berlusconi ha chiesto prima delle amministrative un referendum, o lui o i giudici, e si ? visto come ? andata (consideriamo anche il risultato di Napoli). Con questo referendum il concetto ? stato ribadito. E questo mi pare un segno piuttosto chiaro che le cose, anche rispetto al 1996 o al 2006, siano cambiate e non sar? pi? cos? facile fare rimonte a botte di 10 punti percentuali.
  12. sellix

    Referendum acqua - nucleare - impedimento

    Per quanto riguarda la situazione attuale di Silvio vi invito a fare una riflessione: sono andati a votare circa 27.000.000 di elettori; di questi il 95% ha votato SI al questito sul legittimo impedimento, quindi circa 25.650.000. Ora poich? (arrotondando per eccesso) gli elettori di sinistra sono circa 15 milioni e quelli del centro circa 4-5 milioni, rimangono circa 5 milioni di persone. Questi ultimi 5 milioni di persone sono elettori del PDL o della Lega, e hanno votato contro una delle leggi ad personam del governo...
  13. sellix

    Medio-oriente

    Ti interesser? sapere che con il Dl 14.2.1948 n. 43 ? stato depenalizzato il reato di banda armata di cui erano imputati Bossi, Maroni, Borghezio, Speroni e altri 5, che nel 1996 avevano costituito la "Guardia Nazionale Padana"... Per la verit? erano imputati anche di attentato alla Costituzione e attentato all?unit? e all?integrit? dello Stato, che per? furono depenalizzati gi? nel 2005...
  14. sellix

    Medio-oriente

    Mamma che cos'? la Padania? Un posto dove quelli che ci vivono una volta al mese vanno a Roma a ritirare lo stipendio...
  15. sellix

    Schumi torna in F1!

    Sono piuttosto deluso e anche abbastanza scettico su un sostanziale miglioramento: l'anno scorso il distacco da Rosberg su questo pista era di appena 43 millesimi...
×