Jump to content

The Corkscrew

Members
  • Content Count

    786
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Posts posted by The Corkscrew


  1. Provando videogiochi un po'simulativi con volante e pedaliera mi sono accorto che l'unico modo in cui riesco a controllare bene la vettura è telegrafando molto. Tengo i giri alti ed controllo il sovrasterzo.

    Secondo alcuni questa è una pratica scorretta da evitare. Perché? Se lo faceva Senna...

    Personalmente se non lo faccio o mi pianto nella curva o mi giro in uscita. Non trovo altre soluzioni.


  2. Buongiorno.

     

    Volevo chiedervi quanto influisce il vento su una vettura di formula 1.

    Considerando che le F1 sono vetture molto leggere e che sono piene di appendici aereodinamiche sono portato a pensare che lo sentano parecchio. Inoltre la loro aderenza in curva dipende in gran parte dall'aria. Però è anche vero che sono molto basse e non forse al livello del terreno il vento si fa sentire meno.

    Queste sono tutte mie supposizioni, la tecnica e la fisica che cosa dicono?


  3. Probabilmente ne avete già parlato, ma volevo chiarimenti sul ritiro di Prost al GP del Sudafrica del 1983.

    A vederlo è sembrato abbastanza strano, quasi un ritiro volontario per "stizza". Lui si ferma ai box per quello che sembra un normale cambio gomme/rifornimento, dopo qualche secondo esce dalla macchina e se ne va.

    Ho letto che due giorni dopo Prost venne licenziato dalla Renault.

    Anche che operai della Renault gli bruciarono alcune automobili (non ho capito quando).


  4. Volevo da tempo aprire una discussione sui "campioni del mondo mancati".

    Vedo che c'è anche un altro topic simile sui migliori non vincenti.

    Volevo infatti stabilire chi più avrebbe meritato il titolo, ma poi non ce l'ha fatta. I piloti che ci sono andati vicinissimo, ma poi è sempre andata storta.

     

    Il prototipo di questo pilota sarebbe Mansell se non fosse per la stratosferica stagione del 1992 in cui è riuscito a cogliere l'iride.


  5. Raikkonen un tentativo lo doveva fare, come avrebbe dovuto farlo a Barcellona, al limite andava lo lungo e arrivava sesto lo stesso. la difesa di Verstappen non mi è parsa poi così scorretta.

    il dramma è che sia praticamente impossibile superare una vettura con prestazioni simili nonostante il drs. come Verstappen non è riuscito a superare Raikkonen prima è accaduto l'opposto successivamente. il problema, secondo me non son tanto le piste quanto questi freni che permettono di staccare ormai quasi dentro la curva.


  6. vabe seb ha 3 ritiri contro 1 di kimi, normale siano a pari punti con kimi che quest'anno è piu costante

    due ritiri per Raikkonen, mi pare

     

    ma cos'avrebbe dovuto fare con l'auto danneggiata, ci mancherebbe pure che si fosse fermato per un'ala rotta

    aveva un pezzo di alettone sotto la macchina, credo... credo si possa considerare pericoloso. per me ha tutto il diritto di proseguire ed entrare ai box, ma ovviamente all'ultimo giro poteva solo tagliare il traguardo

  7. io ho anche un anno "spartiacque" tra storia e preistoria, fino al 1983 è preistoria, dal 1984 è storia. probabilmente per il semplice fatto che da quell'anno la mia mente ha cominciato a incasellare gli avvenimenti in una cronologia, mentre prima non facevo realmente caso a che anno fosse.

    detto ciò quando devo ricostruire o riordinare gli eventi del mio passato uso come punto di riferimento i campioni del mondo della formula 1, se mi chiedo "ma in che anno ho cambiato lavoro?" mi dico "allora, era il tal anno perché c'era il tal pilota alla tal scuderia e ha vinto questo o quello". purtroppo vettel mi ha fatto perdere un po' di punti di riferimento...


  8.  

    Credo sia l'età.

     

    contateci e più va avanti più il tempo accelera, me ne sono accorto 10 anni fa ed oggi corre il doppio <_<

     

     

    E' veramente preoccupante questa cosa, il tempo è diventato una giostra impazzita da cui mi piacerebbe riuscire a scendere!

    Dal 2006 al 2016 mi sembra trascorso un batter di ciglia, dall'1986 al 1996 un era geologica. Se penso che l'anno prossimo sono vent'anni che Villeneuve ha vinto il mondiale mi prende un coccolone! Che fine ha fatto questo pezzo della mia vita?!?

    Poi io prendo molto spesso come punti di riferimento temporale la Formula 1, i suoi campioni e i suoi eventi fondamentali...


  9. Credo sia l'età. Io, nato nel 1981, nel 1994 mi sembrava che le gare del 1987 fosse un secolo fa. Ora guardo le gare di Schumacher e mi sembrano l'altro ieri. Fino al 1986, gli incidenti mortali erano relativamente frequenti in F1. Credo che lo shock del 1994 fosse dovuto al fatto che ormai la morte sembra ormai lontana dalla F1, basta pensare agli incidenti di Dalmas, Donnelly, Piquet, Berger, Mansell, Senna, Warwick, Verstappen e altri.

     

    Non ricordo l'incidente di Dalmas, invece per quanto riguarda Senna rammento una uscita di pista con ribaltamento abbastanza innocua a Città del Messico, ma nient'altro. Su una cosa però si può essere ottimisti, gli incidenti col fuoco sono praticamente spariti e quelli realmente pericolosi al giorno d'oggi sono quelli con urti e grandi decelerazioni. L'incendio di Verstappen mi pare sia avvenuto proprio nel 1994, dopo quindi l'indicente di Senna. Ma quelli sono problemi cercati e voluti dai regolamenti che sostanzialmente imponevano il rifornimento, aumentando i rischi. Fortunatamente non ci sono più, anche se ogni tanto vien fuori qualcuno che li vuole rimettere per l'ennesima volta.


  10. da bambino mi piaceva il suo casco in stile Mazinga!
    ricordo la notizia al TG... mi rimase impress la vettura di Prost ferma nei pressi del luogo dell'incidente.
    da quel giorno del 1986 a quei giorni del 1994 passano solo 8 anni, ma ripensandoci sembra un secolo. più di quanto mi sembra sia passato da imola 94 a Suzuka 2014. si sa, la percezione del tempo è molto volubile..

    "al, john e jack" mi ha strappato un sorriso..


  11. Su questo circuito non si sorpassa a causa di quella m***a di chicane che ha l'effetto opposto a quello voluto.

    Raikkonen non riesce a sorpassare verstappen come Ricciardo non riesce a sorpassare vettel e si fatica pure a doppiare. Assurdo.

    Strategia Red Bull pro verstappen, Ricciardo a lungo fuori con morbide finite. Strategia sbagliata anche per vettel, comunque in difficoltà per qualche ragione.

    La gomma poteva scoppiare anche a verstappen, ma sarebbe stata un'ingiustizia terribile

     

    Le facce sorridenti del pubblico dopo l'incidente delle Mercedes sono tra le cose per cui MasterCard non serve a un ca**o.


  12. Non ricordo ci fossero tutti questi problemi di pista deserta all'inizio del millennio... forse in quel periodo seguivo meno.

    Ricordo che bisognava esser scaltri a trovare pista libera e che comunque era abbastanza raro che ci fosse un'ammucchiata ti tempi veloci a fine sessione.

    Il bello era che in genere era possibile seguire il giro veloce di un big da cima a fondo. Ora con queste tre sessioni assurdamente brevi sono sempre in pista tutti insieme. La q3 è uno spettacolo indecoroso, non vedi niente (parlo della tv) se non la classifica finale che si delinea a fine sessione sull'inquadratura fissa della linea di partenza...

×