Jump to content

Raphael

Legends
  • Content Count

    607
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Raphael

  1. "in effetti a botta di regolette si ritorna al regolamento attuale....che strano, ma soprattutto che passo avanti!! hihi.gif" No comment. Ho visto la prima prova, probabilmente era Webber e non Raikkonen, anche se io mi ricordo Raikkonen e non mi ricordo nessun dito medio alzato, no problem, corregger?, eventualmente, il nome invece della data. Comunque alonso fa schifo lo stesso :-) . Non ho visto nessun mio intervento, probabilmente m'? sfuggito. Aspetto la seconda prova, possibilmente con coloro che decantavano la "freddezza" ed abilit? di alonso nel tagliare la chicane. Bye bye.
  2. Libert? assoluta non mi vieta di imporre, per esempio, una regoletta semplice semplice che dice che i movimenti delle ruote sterzanti, il livello di potenza del motore e l'azione dei freni siano diretti alle azioni del pilota senza interposizioni o disturbi di qualsiasi natura (poi per il motore i controlli sono impossibili e si giunge al medesimo regolamento odierno, ma questo ? un altro discorso). Quindi le ruote non possono variare angolo di sterzo da sole, la potenza frenante non pu? variare da sola. Fine, non mi sembra difficile, e non snatura la filosofia del mio ipotetico regolamento. Che poi questo regolamento sia quasi un sogno irrealizzabile l'ho gi? scritto da qualche parte prima, ma io a tale idea ci credo comunque. Per la firma, io so quello che ho visto, se non era nel 2005 forse il 2004? 2003? Ho gi? chiesto se qualcuno in possesso di registrazioni mi comunica l'anno in modo da correggere la firma. Lo ripeto, alonso ha tagliato per due volte la chicane, di cui la seconda senza neppure fare un lungo in frenata ma deviando volontariamente dalla curva gi? impostata(!!!!), per difendersi poi quasi a ruotate da Raikkonen(!!!!). Mi ricordo pure i messaggi del forum che elogiavano il sangue freddo e l'abilit? di alonso (e questo la dice lunga sul livello di competenza sulla F1 e sul senso dello Sport nel forum). Bye.
  3. Aspetto con ansia e speranza il 2011. Ho gi? spiegato perch? i sorpassi dovrebbero essere pi? facili. Ti sei fissato con questi aiuti. Si sono "aspetti" risolvibili senza difficolt?. Chi ha detto che sono un ex ingegnere? Che centra lo sport col fatto che ritengo pi? importante il titolo costruttori? (Che poi non ? vero). Forse facciamo prima se mi dici tu che intendi per sport. Ma lo leggi quello che scrivo?
  4. I costi non si misurano in peso. Ma perch? ora ti interessa la tecnologia da riversare nella produzione di serie e che si possa aprezzare se apprezzi i nuovi regolamenti? Deciditi, cosa vuoi dalla F1, business o sport?
  5. Beh, l'idea non ? esente da problemi ma non mi sembrano insormontabili. Come ho gi? detto divieti per materiali pericolosi o esotici e costosi sono sempre attuabili. Si potrebbe impedire l'uso di diverse tipologie di monoposto da parte di un medesimo costruttore o team limitandola ad uno (del resto anche nel passato ed in parte oggi in teoria un costruttore potrebbe progettare una monoposto per ogni circuito. Ok il senso della realt? ma un minimo di passione no? Perch? io in questa F1 e soprattutto in quella prospettata per il futuro, con freni, centralina, ala anteriore, cambio e pneumatici standarizzati forniti dalla FIA e motori congelati per 5 anni, di passione non riesco a vederne (se non quella di briatore per lo spettacolo e guadagni) e non mi sorprende che gente come i giapponesi se ne vadano via senza problemi (ci? che mi rattrista e che la Ferrari stia al gioco soprattutto se penso ad Enzo Ferrari) Alla fine per riavere la F1 come competizione motoristica credo ci voglia un poco di passione, molta buona volont? e un pizzico di coraggio da parte dei costruttori per confrontarsi a viso aperto, probabilmente avranno delusioni (magari in un paio di gare le prendono da un garagista) ma vuoi mettere la soddisfazione di partecipare ad una vera competizione automobilistica e poterne andare fieri anche se si giunge indietro nella classifica? Troppo romantico? Probabilmente si e i miei sogni resteranno tali, ma dove sta andando ora la F1 ? qualcosa di inconcepibile e vergognoso, persino per gli statunitensi ed i loro baracconi da corsa-show. Devo dire che l'idea della ritensione di energia e la formula consumi mi fanno sperare in qualcosa di buono ma sono talmente controtendenza rispetto alla politica attuale (vedi intervista di briatore) con costi che andrebbero alle stelle, che temo siano un tentativo per non far fuggire i giapponesi e chi vuole partecipare ad una vera manifestazione sportiva automobilistica.
  6. Si Ferrar_otto, hai capito bene, anche se, ci tengo a sottolinearlo, ponendo ad esempio un peso massimo al via comprensivo di carburante di 750 kg difficilmente si possono ottenere potenze oltre i 700 CV, quindi io direi che nello schieramento troveremmo degli aspirati sui 2500 cc e dei turbocompressi di 1000 cc, pi? o meno. L'obiettivo principale per me ? quello di ottenere una competizione agonistica (sport) tra costruttori coinvolgendo i tecnici che si possono confrontare agonisticamente mettendo in campo quanto di meglio riescono a progettare da affidare al proprio pilota. L'obiettivo ? quello di far si che un costruttore (o un preparatore) possa dire, serenamente, io ho vinto quel gran premio o quel mondiale perch? oltre ad avere molti soldi da investire i miei tecnici hanno le palle quadrate, la mia scuola ingegneristica ? di alto livello, e le mie auto sono pilotate da un gran pilota (non voglio arrivare come E. Ferrari che riteneva il pilota un accessorio della monoposto!) e non dover convincere gli appassionati che non si ? vinto SOLO perch? si ha pi? soldi da spendere. Riassumendo, le mie speranze principali (ed obiettivi) con un simile regolamento sono: 1 - I team potendo scegliere tecniche e tecnologie pi? varie non sono costretti a investire somme enormi per sviluppare all'estremo piccoli particolari tecnici e tecnologici. Persino i preparatori posso ben figurare, anche allestendo una monoposto cucita su una particolare pista, si verrebbero a creare una sorta di wild card. Nota 1: Questa mia aspettativa ? in effetti la pi? criticabile, vi esorto a rifletterci senza pregiudizi e con attenzione e calma per potermi confrontare serenamente. Non mi interessano le controribattute immediate d'istinto e senza logica. Nota 2: Preciso che il regolamento attuale e futuro (con molti particolari forniti dalla federazione e stardarizzati) probabilmente ha gli stessi costi di gestione che io ipotizzo con il mio regolamento (se non inferiori) ma ci? andr? a danneggiare il punto seguente. 2 - Rendere la F1 una competizione in cui i progettisti, i meccanici ed i piloti sinergicamente lottano per la vittoria, e non una competizione di puro pilotaggio tra piloti (come si vuole oggi, con i tifosi che litigano con statistiche inutili e media che divizzano i piloti) con i costruttori che partecipano per puro marketing (dato che mezza monoposto ? fornita dalla federazione). 3 - Avendo in gara monoposto diverse tra loro i sorpassi si renderebbero pi? facili. Infatti per esempio teoricamente una 12 cilindri di 2000 cc sarebbe pi? lenta di una 6 cilindri di 2800 cc al via della gara per essere pi? veloce alla fine. Per quanto riguarda la libert? del regolamento faccio alcune veloci considerazioni per illustrarvi la sua logica. Ipotizzo una trazione integrale? OK con la pioggia va probabilmente pi? forte ma sull'asciutto il suo maggiore peso mi costringe ad imbarcare meno carburante (quindi meno potenza) di cui inoltre si avrebbe pi? consumo. Ipotizzo un cambio tipo CVT? Stesso ragionamento, forse avrebbe il medesimo peso di un cambio tradizionale ma avrebbe sicuramente minore rendimento nei rettilinei ad alta velocit? da cui maggior consumo di carburante e minore potenza. Persino il ritorno ad un cambio a leva sarebbe possibile dato che sarebbe pi? leggero di un semiautomatico. Ogni soluzione ha vantaggi e svantaggi da ingegnerizzare al massimo se si vogliono ottenere buoni risultati. Insomma, vi potete sbizzarrire immaginandovi progettisti ed immaginando le monoposto che potrebbero scendere in pista. In effetti io sarei gi? contento cos? anche se non sarebbe il massimo non sarebbe lo schifo che si prospetta per il futuro.
  7. Non concordo. Se i giapponesi se ne sbattono della F1, di questa F1 e soprattutto della futura, ? anche un p? colpa della F1, non credi? Non posso farti capire ci? che non vuoi nemmeno leggere. Ho gi? scritto tutto ci? che ti serve per capire la filosofia del regolamento da me ipotizzato.
  8. A mio parere non mi sbaglio, o se mi sbaglio non mi sbaglio di grosso. Inoltre non sono partito affatto dall'idea "non ? giusto che chi ha piu' soldi vince", anzi ho detto che ? nella natura delle competizioni sportive motoristiche, diciamo che sarebbe opportuno che potesse vincere anche qualcuno che abbia una buona idea, ed oggi questo ? impossibile rendendo il rapporto tra budget e risultati troppo rigido, e come ho gi? detto in passato ? proprio a questo che i costruttori puntano possibilmente con budget ridotti al minimo perch? a nessuno piace mettere sul piatto le proprie capacit? e la propria scuola ingegneristica rischiando il confronto diretto. Purtroppo la competizione automobilistica dovrebbe renderlo possibile, per questo prima parlavo di "botta di coraggio" necessaria alla F1. Ferrar_otto: "Per quanto riguarda la potenza libera, i non limiti persino sulla tipologia dei motori, scusa ma mi sembra una grande boiata. Le regole o quanto meno un apparato di norme e qui ti sembrer? bieco, aiuta nel dare a tutti uno standard di regole chiare ed univoche, su cui poi i bravi tecnici sapranno trovare sensibili margini di manovra. E’ tutto l? poi il trucco." Ti scuso, ma non penso che sia una grande boiata, e neppure piccola boiata. Anche perch? la potenza nella bozza di regolamento da me proposto NON E' LIBERA! La regola chiara ed univoca c'? ed ? il peso massimo ammesso al via comprensivo di carburante. I tecnici non sono cos? costretti a trovare dei miseri "sensibili" margini di manovra (magari al costo di enormi spese economiche a cui i nuovi regolamenti restrittivi stanno ponendo un freno) ma possono trovare tecniche e tecnologie innovative. Ferrar_otto: "ma la tecnica non ? forse sublimata dall’avvento delle nuove tecnologie? " Certo che si, e allora? La tecnica a volte deve essere accompagnata dalla tecnologia (testata a 5 valvole, distribuzione pneumatica, cambio semiautomatico, turbocompressore ecc.) a volte no (motori pluricilindrici, cambio sequenziale, differenziale autobloccante, trazione integrale, distribuzione desmodromica ecc.)
  9. La proposta l'ho gi? scritta ma evidentemente ti deve essere sfuggita, la regola base dovrebbe essere quella di imporre un peso massimo al via della monoposto comprensivo di carburante (escluso il pilota) che deve bastare per tutta la corsa dato che i rifornimenti sarebbero vietati. Ovviamente vi sarebbero regolamenti inerenti la sicurezza. In tal modo pur lasciando la massima liberta sul piano tecnico, mantenendo eventualmente qualche limite sul piano tecnologico, come per esempio l'uso del berillio o materiali particolarmente costosi, la potenza risulta limitata. Si pu? immaginare come un progettista possa optare per un 12 cilindri leggero ma assetato o un 6 cilindri ingombrante, pesante ma pi? parco nei consumi. Si potrebbe puntare anche sul Diesel o su un motore con ciclo a 2 tempi, o persino ad un turboalbero ibridato con motori elettrici, sarebbero tutte soluzioni che posso sfruttare appieno i loro punti forti con un regolamento simile. Ipoteticamente si potrebbe utilizzare una monoposto con peso inferiore a quello massimo tentando di sfruttare un minore consumo di pneumatici ed una maggiore manovrabilit? (ammetto che ? una ipotesi remota ma per i team con problemi economici sarebbe una possibilit? da valutare con un buon ingegnere) Per l'elettronica lascerei la massima libert?, anche in virtu del principio del peso massimo, le sospensioni attive o un impianto ABS per esempio pesano e leverebbero carburante e potenza alla monoposto, comunque come ? oggi potrebbe andare. Da notare che un simile regolamento si avvicina a quello con limiti di consumo di carburante proposto da Mosley (o Ecclestone?) ma sarebbe un p? pi? "raffinato". L'et? ? sufficiente, grazie. p.s. forse *** intendeva per gente di qualit? inferiore quella che governa la F1 e non i piloti.
  10. "L'idea futura ? puntare sullo sport, con vetture meno tecnologiche" Non pensi che la tecnologia possa fare parte di questo sport, che la competizione tecnologica sia un valore negli sport motoristici? Inoltre continuate a parlare di tecnologia ignorando la tecnica, probabilmente non avete ben compreso la differenza. "ma le restrizioni regolamentari dovute alle necessarie misure di sicurezza hanno via via bloccato la possibilit? di aprire nuove strade" Le restrizioni sono state attuate per limitare i costi, le norme sulla sicurezza tecnicamente e tecnologicamente non limitano quasi nulla. "dando laddove possibile, anche limiti nella progettazione con disegni preventivamente presentati per le ali anteriori e posteriori e magari conformi a dei profili di base approvati dalla federazione." Ancora limiti di progettazione? Aereodinamica standarizzata per tutti? Meno male che sei un tecnico, se anche tu ti appassioni ad una simile F1 capisco il perch? della F1 odierna e futura. "allora da tecnico vi posso confermare che in primis bisognerebbe rivedere il disegno dei tracciati, progettati per delle vetture di 20-30 o 40 anni f?, non certo per quelle attuali" Praticamente se c'? un fiume da attraversare ? meglio prosciugarlo piuttosto che costruire un ponte, capisco.... "in primis bisogna capire cosa vogliamo privilegiare, lo spettacolo, la competizione o la competitivit? estrema delle vetture (velocit?,tempi di percorrenza, durata), perch? male si conciliano le due cose." La competitivit? estrema non mi ? mai interessata in questi termini. Non capisco per quale cavolo di motivo lo sport e lo spettacolo non si possano conciliare, vi bevete tutte le cretinate che briatore & C. (giornalisti compresi) vi propinano? p.s. non sarebbe da considerare l'idea di far apparire l'et? dei partecipanti nel forum? (Anche se nessuno potrebbe controllare le bugie).
  11. "con una libert? estrema la sicurezza va a farsi benedire..." La libert? estrema non riguarderebbe la sicurezza, non ho mai detto di voler cancellare le norme sulla sicurezza ne di volere superpotenze. La libert? sarebbe tecnica, non di fare tutto grosso e potente quanto si vuole. "alla favoletta "i piccoli team potrebbero riemergere grazie ad una genialata" io non ci credo affatto" Neanch'io. Ma questa favoletta chi la racconta? "...se lo spettacolo continua a latitare...." Purtroppo a latitare non ? lo solo lo spettacolo. "La tua ? una visione molto romantica ma si scontra con la dura realt?, sia tecnica che commerciale e non mette certo al riparo dalla F.noia: chi ti assicura che in questo modo si avranno finalmente i sorpassi?" La realt? spesso ? quella che ci dipingono gli altri. Rinuncerei ai sorpassi (mal volentieri) pur di riavere una vera manifestazione sportiva. "La storiella "con una maggiore libert? le vetture sarebbero tutte uguali"???" Un altra favoletta? Ma chi le vuole le auto tutte uguali! Il fatto che le monoposto siano o no sullo stesso livello non mi si pone come un problema, non ho mai detto ne pretendo che in una competizione motoristica tutte le monoposto siano di pari livello. Se l'unica alternativa per voi ? quella tracciata da Mr. briatore avrete ci? che vi meritate. Bye.
  12. Sviluppo tecnologico estremo? No! piuttosto sviluppo TECNICO estremo. la differenza? Lo ripeto, anche se ? difficile spiegarmi, per tecnologico intendo ci? che coinvolge la tecnologia e quindi la qualit? dei materiali e la tecnica di costruzione, per sviluppo tecnico intendo la capacit? tecnica di far rendere al massimo i materiali disponibili con il loro ottimizzato uso e disegno. Per esempio, la testata a 4 valvole ? uno sviluppo tecnico (il disegno di 4 valvole e la loro dislocazione nella testata) accompagnato da uno discreto sviluppo tecnologico (i materiali devono essere di particolare qualit? per resistere alle sollecitazioni termiche), l'uso de�l berillio o del carbonio ? principalmente uno sviluppo tecnologico, i condotti di aspirazione a geometria variabile invece ? principalmente uno sviluppo tecnico. Ho gi? detto che l'ideale sarebbe quello di slegare anche se solo parzialmente la proporzionalit? tra investimento economico e risultati in pista, "liberando" i tecnici, ? mia opinione, si otterrebbe tale risultato, i team saranno pi? spinti a cercare nuove soluzioni tecniche (non per forza costose) invece che di investire milioni in ricerche tecnologiche per spingere all'estremo i piccoli spazi di manovra concessi ai loro tecnici (che proprio per ridurre i costi che si verrebbero a creare, tali spazi sono oggi annullati). Ci vuole in sostanza da parte dei team e della F1 tutta quella che si chiama una bella botta di coraggio. Cos? facendo forse riapparirebbero persino i piccoli costruttori. Bye.
  13. Briatore con questa dichiarazione chiarisce, qualcosa, di quello che non sono riuscito a farvi capire, dal sito: " Flavio Briatore, Boss del team Renault dominatore finora del mondiale 2006, ha lanciato l'ennesimo allarme-spettacolo riguardo alla F1, chiarendo che, a suo parere, viene data troppa attenzione alla tecnica e questo fa si' che venga trascurata la parte piu' propriamente sportiva della F1. (nota: lo show?) "Da mesi si parla di motori nuovi, frizioni e pistoni -ha dichiarato Briatore- e cosi' non si riesce piu' a far divertire la gente. La Formula Uno sta diventando noiosa". Flavio ha poi ricordato "Il nostro mestiere e' quello di organizzare corse per divertire il pubblico" (nota: solo per divertire il pubblico? e gli appassionati di competizioni motoristiche? ma sto pubblico per divertirsi non pu? andare al cinema a vedersi rombo di tuono?). Questo signore sar? quello che tra poco comander? in F1. Se a voi sta bene amen. Mi sembra che non vi sia pi? nulla da dire.
  14. Mi sembra che in quanto a confusione di idee tu non scherzi neppure. Non ho mai detto di non volere limiti di spesa. Non ho mai detto di preferire la F. noia. Non ho mai detto di non apprezzare la proposta di Mosley sul recupero di energia (anche se ci? aumenter? non di poco i costi della F1). Non ho mai parlato di far correre macchine potentissime, probabilmente ti sei impressionato per il V12 di 7 litri Jaguar. Non ho proposto nessuna serie in particolare ne avanzato ipotesi di regolamento (sebbene in testa abbia sempre l'ipotesi di libert? massima con un limite massimo di peso e divieto di rifornimento in corsa, ma tale regolamento non permette l'innalzamento di potenza). Insomma, devo riscrivere tutto in maniera pi? semplice?
  15. Raphael

    F1 O Cosa?

    Ho dato una lettura veloce al regolamento tecnico della F1, pi? precisamente per quanto concerne il motore. Ho avuto conferma che il regolamento ? oggi in pratica un "manuale di costruzione" dato che i limiti ed i vincoli imposti sono davvero importanti. E' vincolato il numero, la forma e la disposizione dei cilindri, anche il rapporto alesaggio corsa ha un limite (in verit? mi ? parso anche piuttosto alto per?), ? vincolata l'altezza dell'albero motore, ? vincolato il numero e forma delle valvole, sono altres? vietati sistemi variabili di distribuzione di qualsivoglia natura. Vietati anche sistemi di aspirazione e scarico a geometria variabile (in sostanza una utilitaria ha quasi pi? tecnologia di una F1!). Anche il peso del motore ha un limite minimo e la posizione del baricentro deve essere in posizione precisa (vincolato sia in altezza che in pianta). Ma la cosa che pi? mi ha stupito ? che sono imposti da regolamento i materiali di costruzione, badate, non parlo di materiali vietati ma di materiali imposti. Insomma non bisogna essere ingegneri per capire che di fatto ci troviamo di fronte ad una serie monotipo o quasi, dove la monoposto ?, o sar? come gi? negli Stati Uniti, considerata semplice attrezzo sportivo come una racchetta da tennis o le scarpe di un maratoneta. Mi sorprende dunque come possano avere problemi di affidabilit? alcuni motori come per esempio la Mercedes, probabilmente avranno osato nella dimensione della.... candela! Sono convinto che presto li risolver? (ammesso che li abbia mai veramente avuti). Ma a voi questa F1 ridotta ad una baracconata degna di un circo (senza offesa per i circensi), ad una passerella per gli sponsor (vedi questione qualifiche) pensata ed regolamentata come uno show in pieno stile statunitense vi piace proprio? Che ne dite di dare una guardatina sotto il telo platinato che vi mettono davanti agli occhi? Oh, vabb?, se vi piace il telo luccicoso divertitevi pure e non badate a ci? che dico (tanto non mi ascolta comunque nessuno :-( ) per? che sofferenza dover stare senza F1 vera per un appassionato di corse d'auto. Ormai attendo con rassegnazione le gare in notturna e chiss? in futuro potrebbero apparire gli incroci regolamentati da giudici di gara ed i punti da raccogliere lungo la pista per esempio assegnando un punto per ogni sorpasso effettuato, ridicolo? Fantasie? Ormai temo di tutto!
  16. Raphael

    F1 O Cosa?

    "scusa ma t sbagli...nelle gare americane ci sono molti sorpassi e pochi soldi!" Ma io non parlo dei sorpassi. "le regole servono per evitare che chi ha soldi vinca e chi non ne ha perda...in poche parole per poter dire che ? uno sport!" Ma le regole rigide fanno si che i soldi acquistino importanza, rendete liberi i tecnici e vi faranno volare una monoposto con meno soldi e pi? soluzioni tecniche. "guarda la gp2 e divertiti, ? una categoria che ricorda tanto la f1 di qualche tempo fa" Ah, gi?, quella dove chi arriva primo in gara 1 parte dopo in gara 2, sicuramente uno show degno di Moira Orfei. "Io non vedo un peggioramento nello spettacolo." Io non parlavo di peggioramento dello spettacolo, la F1 E' UNO SPORT, ci siete o no?
  17. Godetevi questo ultimo squarcio di F1 e quel poco che ne ? rimasto perche tra un paio d'anni non ne rester? pi? nulla.
  18. Overboost anche in F1? Eccezionale!!!!!!!!!!!!!! Ma.... il turbo dov'????????????????
  19. Credo che in quello sx vi sia in genere annegata l'antenna radio, forse.
  20. Di appassionati ce ne sono ormai davvero pochi, sono molti di pi? le persone che vogliono vedere semplicemente uno Show. Se ascolti i telecronisti ti accorgerai che ormai esaltano solo lo spettacolo, quasi mai parlano di sport, di competizione. Meda auspica addirittura una MotoGP da far vedere alle massaie!
  21. Nel 2011 Mosley vorrebbe limitare solo la quantit? di benzina, lasciando completamente libero il motore (numero cilindri, cilindrata ecc.) Finalmente sta cominciando a parlare il mio linguaggio, se sostituisce al limite del carburante il peso massimo al via col pieno avremo il regolamento da me auspicato. Ma i costruttori saranno d'accordo? Senza manuale di costruzione sarebbe per loro un rischio sbagliare approccio tecnico e qualcuno potrebbe avere una idea che vanifica spese in sviluppo e ricerca.
  22. Dopo la luce riecco il buio, Ecclestone dice che i V8 costano troppo, troppa... tecnologia, meglio dei V10 autolimitati....!!!!!!! :-( Probabilmente pensa a degli economici V10 ad aste e bilancieri raffreddati ad aria e 2 valvole per cilindro, monotipo per tutti ovviamente, ogni costruttore ci mette il proprio marchietto ed eccovi servita una economica e spettacolarissima f1. Non si ferma qui il buio, avanza a grandi passi arrivando nel 2008 con centraline elettroniche standarizzate e fornite dalla federazione. Centraline che oltre ad effettuare limitazioni di potenza senza remore (potrebbero vantarsi di avere motori di 10.000 cc e farli andare come una economica utilitaria), pu? inoltre registrare le durate dei test imponendo cos? limiti restrittivi agli stessi e riducendo la F1 a.... boh, non so pi? che dire :-( . E vi sorprendete se l?informazione da pi? spazio alla MotoGP, ma per fortuna che c??, almeno lei ? ancora una vera Competizione Motoristica! E soddisfazione la trovo anche in SBK in cui i 2 cilindri saranno portati a 1200 cc limitando cos? il gap con i 4 e limitando le restrizioni da attuare su quest?ultimi (in effetti i 2 cilindri dovrebbero essere di almeno 1400 cc per colmare la differenza di potenza con i 4 cilindri). Saluti da un ri-deluso Appassionato di Competizioni Motoristiche.
  23. Che funzioni o no a me non interessa molto, dovrebbe funzionare dato che riduce drasticamente la deportanza, ma quello che sta accadendo sotto il naso di tutti senza che ve ne accorgiate e l'omologazione delle monoposto ad un monotipo. L'ala posteriore, temo di aver capito leggendo tra le righe, sar? omologata e resa uguale per tutti i team (non ? semplicemente un ala un p? strana), tutta l'aerodinamica della monoposto sar? conseguentemente simile per tutti, dato che il motore sar? standarizzato gi? dal 2006 eccovi servito su un piatto dorato la F1 monomarca tanto agognata dalla dirigenza della F1 e costruttori, senza che alcuno dei sedicenti appassionati se ne accorga neppure (o peggio, se ne accorgono ma non gliene frega un bel nulla). Volete i sorpassi, eccovi accontetati....
×