Jump to content

alsahr

Inactive
  • Content Count

    42
  • Spam

  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Matricola

About alsahr

  • Rank
    Nuovo Arrivato
  • Birthday 04/08/1970

Info Profilo

  • Posizione
    Vercelli
  • Professione
    Impiegato

Contatti e Social

  • Website URL
    http://www.viazzo.it

Preferiti

  • Circuito preferito
    Nurburgring (old)
  1. Rhobar, concordo quasi completamente con te, infatti parlavo di parte delle colpe non tutte. Di certo da parte loro c'è immobilismo, indifferrenza, tanta politica e casino (vedi il caso Monza che "the king of Spa" ha correttamente segnalato). Dove invece non mi trovi d'accordo è sul fatto che non abbiamo piloti talentuosi. A parte che per correre in F1 non bisognerebbe per forza essere un Hamilton, un Vettel o un Alonso (se no i Ferraristi si arrabbiano :-) ), dato che di quel livello ne nascono veramente pochi, ma i tre piloti da te citati un posticino se lo meriterebbero... D'altronde confermi che sono capaci di buone prestazioni nelle categorie propedeutiche. Chiaro che diventa difficile dire con assoluta certezza se sono o meno talentuosi per la F1 se, in fondo, su quelle monoposto non li hanno mai neanche fatti salire (tranne Valsecchi che è andato velocissimo, come sai)... Gli unici parametri di confronto possono essere le categorie inferiori e le prestazioni che hanno fornito Alonso, Vettel e Hamilton sono più o meno in linea con i nostri. La verità è che la F1 è sempre più renting, un po come andare ad affittare i kart. In Italia la situazione è difficile, c'è la solita stramaledetta stampa generalistica che vive solo delle Ferrari, non c'è una vera cultura sportiva e le aziende chiudono. Per questo vorrei un pò di impegno da parte dell'aci e della csai esattamente come fanno le loro analoghe associazioni negli altri paesi.
  2. Riprendo a scrivere dopo tanto tempo perchè a me la situazione "zero piloti italiani" mi manda in bestia e probabilmente avrei fatto collezione di ban. L'aci-csai è un disastro e parte della situazione va attribuita a lei. Organizza una miriade di inutili campionati preoccupandosi più della politica che dei nostri piloti. Angelo Sticchi Damiani alla precisa domanda su cosa stava facendo per aiutare i nostri driver aveva risposto "Stiamo riducendo la filiera che porta alla F1". Cosa ?! ma chissenefrega se ci impiegano 2,3 o 4 anni per essere pronti !. Tanto senza soldi non si va da nessuna parte. Chiaro che la Csai non può sponsorizzare direttamente (e sarebbe sbagliato) ma perchè non istituire un pool di sponsor, sensibilizzarli, cercare di mettere in contatto i nostri giovani piloti con aziende interessate ?. Non farlo mi sembra follia o incapacità, vedetela come preferite. Ricordiamoci che siamo l'unica nazione senza piloti in tutti i principali campionati (f1,Rally,Indycar,endurance...) e qualcuno questa responsabilità dovrà pur prendersela o no ?. L'unica cosa che mi ricordo è chel'inutile test in Toro Rosso di Kevin Ceccon dell'anno scorso era stato organizzato con l'aiuto della Csai. Peccato che poi il buon Kevin abbia faticato a riuscire a correre(!!) in un campionato qualsiasi... Scusate lo sfogo...
  3. Permettetemi un sfogo... In tutto questo bailamme di nome di gran piloti, pilotini e semplici conoscitori di vetture da competizione, anche il prossimo anno rimarremo senza nostri connazionali nella massima serie. La cosa grave ? che manco un test si riesce pi? a fare. Che tristezza... Nessuno se ne cura ma siamo a quota ZERO anche nel mondiale Rally ed in Indycar. Se non fosse per Audi sarebbe un disastro completo. Giusto per finire lo sfogo, con un p? di polemica, mi chiedo quale sia la funzione della CSAI. Secondo Sticchi Damiani hanno "ridotto la filiera che porta alla F1" (?!), secondo me si preoccupano solo di organizzare inutili campionati per incassare qualche $oldino... Disastro.
  4. Tra l'altro ricordo di aver letto da qualche parte che (anni dopo) Lauda ammise di avere anticipato la staccata proprio per farsi tamponare da Villeneuve e danneggiargli il musetto...
  5. Posso capire il tuo punto di vista ma credo che il compito dei media sia anche quello di scoprire potenziali nuovi mercati proponendo nuovi spettacoli. Certo che se non vuoi correre rischi parli di F1, Ferrari e di quante volte Alonso ? andato in bagno...
  6. Concordo sull'ultima che hai scritto ma qui finiamo in altri discorsi... Quello che tu dici sulla passione ? in effetti vero se rapportato alle gare in circuito. Io facevo un discorso pi? in generale perch? intendo l'automobilismo come qualcosa di pi? ampio che passa dal Rally all'Autocross fino al Karting. Certo che finch? i nostri media parlano solo di F1 e Ferrari per le gare in circuito ? dura. Concordo anche sul discorso dei 15 Italiani in F1 anche se, bisogna ammetterlo, gente come Patrese, De Angelis e Alboreto erano da mondiale...
  7. Io invece mi sono inc..ato e molto. Ma chi ? Petrov ? cosa ha fatto ? cosa ha vinto ? Non abbiamo passione ? ma ? folle e cosa ? semmai ? tutta indirizzata verso la Ferrari e poca verso i nostri piloti ma che provi ad andare in Romagna e vedr? cosa gli dicono. Che provi ad andare in Sicilia a vedere le gare in salita. Ed a Imola, Monza, Montecarlo non c'? mai stato ? Autodromi deserti ? lo sono ovunque e non solo in Italia. Non abbiamo giovani piloti ? i nomi di ottimi piloti sono gi? stati fatti in questo forum e mi sembra che siano pi? che sufficienti. Non abbiamo Putin, la Gazprom, un dittatore che finanzia con i soldi pubblici. E' questo che serve (purtroppo) in questa f1. Poi ? ovvio che anche Alonso ha avuto i suoi sponsor (Telefonica pi? che Santander...)ma per cortesia... Petrov rimane uno che ha rubato un sedile, come ? di moda in questo sport. Ma per cortesia che STIA ZITTO !!!
  8. Lui... Ah, come ? non pu? essere considerato un pilota ? in effetti... in ultima analisi...
  9. La notizia era nell'aria e non mi stupisce pi? di tanto. Conferma che la F1 ha perso tantissimo appeal, non ? pi? l'espressione della migliore tecnologia (per via dei vincoli regolamentari), non ? l'espressione dello spettacolo e non ? pi? neanche minimamente l'espressione del top del pilotaggio (indipendentemente dalla vicenda di Jarno). Una f1 anestetizzata e che difficilmente pu? venire accettata di chi, come me, la segue da pi? di tren'anni. Per quello che riguarda l'assenza di piloti Italiani, beh, potremmo parlarne per ore. Csai assente e pi? che altro impegnata a dare contributi economici alla Ferrari (una azienda privata !) che di contributi non ne ha bisogno, crisi economica, indifferenza totale del tifoso medio, sponsor assenti. Ad ogni modo non si pu? parlare di scarsit? di giovani talenti, assolutamente. La cosa che tuttavia mi dar? maggior fastidio e che, in fondo, dell'assenza del tricolore in griglia non gliene fregher? a nessuno...
  10. Insomma, a giochi fatti (quasi) siamo di fronte ad una delle peggiori line-up di piloti che io mi ricordi (seguo la f1 dagli anni '70, sono un vecchietto ). Liuzzi ha ragione, in rapporto alle macchine presenti il numero di piloti paganti/scarsi ? indecente.
  11. o Ooooh, Chiara mi ha un po' risollevato il morale... Dopo questo mercato piloti da depressione cronica vedo un piccolo spiraglio... Adesso per? sono curioso, chi ? ? Williams aveva dichiarato che sarebbe arrivato un pilota "esperto", escludendo Trulli, che non credo disfi il contratto con Cathqualcosa, rimarrebbe Liuzzi (che aveva provato la Williams anni luce fa...). Tuttavia dato che in questo mondo vige la regola del tutto e del contrario di tutto mi piacerebbe pensare a Ceccon che molto stranamente non ? stato confermato da Coloni per la Gp2. Ci sarebbero anche Valsecchi che qualche sponsor ce l'ha o Filippi... Boh...
  12. Essenzialmente ? un discorso di sponsor. Alcuni marchi impongono che tutte le vetture esposte o utilizzate in manifestazioni pubbliche abbiano la livrea ed i loghi del contratto di sponsorizzazione in essere.
  13. Mi piacerebbe sperare in Trulli alla Williams grazie all'interesse dalla Red Bull (con aiutino economico annesso...) che potrebbe cos? piazzare Ricciardo alla Catheram (ocomecavolosichiama...)senza pagare grandi penali per l'annullamento del contratto di Jarno
  14. Uhm... Piloti poveri poveri nel corso della soria della F1 ce ne sono stati pochissimi, anche perch? non so se avete idea di quanto costi una stagione di kart... Ci sono piloti che, diciamo, hanno "versato" molto poco e concordo con i nomi che avete inserito. Non dimenticate per? l'importanza dalla nazionalit? del pilota. A volte ? lo sponsor di un team o la casa automobilistica stessa che decide di puntare su un pilota perch? commercialmente parlando avrebbe un ritorno migliore. Ad esempio se Massa non fosse stato brasiliano difficilmente avrebbe calcato palcoscenici importanti. Il Gruppo Fiat (Ferrari) ha sempre avuto bisogno di un pilota del Brasile per sostenere le vendite (importanti) del suo marchio nel paese sudamericano ed in quest'ottica lo ha sempre seguito a partire dalla F3000 italiana. Andando un p? pi? indietro nel tempo mi pare di ricordare che Senna f? scartato dalla Brabham dopo un test nel 1983 perch? Parmalat impose un Italiano. Il problema ? che adesso quasi il 90% dei piloti ha la "valigia" anche perch? queste F1 sono molto pi? facili da guidare e le differenze tra un top-driver ed un Yoong di turno non riescono ad essere pi? cos? nette. Sapere tramite la telemetria del compagno dove, come e quando staccare aiuta tantissimo... Aggiungo anche il fatto che un team pu? favorire un pilota rispetto all'altro per garantirsi le simpatie di uno sponsor. Insomma in ogni valutazione bisogna sempre fare prima una analisi economica...
  15. Non ce ne liberiamo pi?, ne ho davvero basta. Che schifo
×