Jump to content

Hunaudieres

S.O.P.F.
  • Content Count

    23,366
  • Spam

    3,113 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    16

Everything posted by Hunaudieres

  1. Hunaudieres

    WRC 2007

    C4 ruleggia subito Leg 1 (che poi sono solo due prove :huh: ) 1. 1 S. LOEB 23:29.9 2. 2 D. SORDO +23.9 3. 3 M. GR?NHOLM +29.1 4. 4 M. HIRVONEN +51.7 5. 7 P. SOLBERG +57.6 6. 8 C. ATKINSON +1:00.1 7. 5 M. STOHL +1:01.7 8. 26 T. GARDEMEISTER +1:06.1
  2. azz, quanto ? cos? tanto che deve rispermiare sul milan ,acci sua digli di non farlo anzi ora facciamo fare da Prodi una legge "Salva Milan" tanto sono bravi ad inciuciare...
  3. ma scusate, Illien ? stato fatto fuori dalla Mercedes da almeno un'anno, perch? leggere le sue parole come quelle di un dipendente rosicone della "Macch?laren-Merdacess". se fa certe affermazioni "da esterno" non credo sia per gettare fango su un neo-nemico...
  4. Il conto? 366 milioni di dollari ma ? l'Italia che li d? agli USA Una leggenda circola da anni negli ambienti politici e economici: gli americani saranno anche ingombranti, per? pagano l'affitto delle basi allo Stato italiano. Falso. Completamente. La verit? ? contenuta nel "2004 Statistical Compendium on Allied Contributions to the Common Defense", ultimo rapporto ufficiale reso noto dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Alla pagina "B-10" c'? la scheda che ci riguarda: vi si legge che il contributo annuale alla "difesa comune" versato dall'Italia agli Usa per le "spese di stazionamento" delle forze armate americane ? pari a 366 milioni di dollari. Tre milioni, spiega il documento ufficiale, sono versati cash, mentre gli altri 363 milioni arrivano da una serie di facilitazioni che l'Italia concede all'alleato: si tratta (pagina II-5) di ?affitti gratuiti, riduzioni fiscali varie e costi dei servizi ridotti?. Ci? che le imprese del Nord-Est e del Meridione domandano da anni a Roma senza ottenerlo, gli Usa lo incassano in silenzio gi? da molti anni. ? come se il padrone di casa, oltre a dare alloggio all'inquilino, gli girasse anche dei soldi. Nel caso delle basi americane, il 41 per cento dei costi totali di stazionamento sono a carico del governo italiano: il dato ? riportato alla pagina B-10. Alla tabella di pagina E-4 sono invece messi a confronto gli alleati: pi? dell'Italia pagano solo Giappone e Germania, mentre persino la fidata Gran Bretagna ? dopo di noi, si ? limitata - nel 2004 - a contribuire con 238 milioni di dollari. Una sorpresa la si ha mettendo a confronto i dati del 1999 e del 2004: si scopre che il Governo Berlusconi ha incrementato i pagamenti agli Usa, passando dal 37 per cento al 41 per cento dei costi totali sostenuti dalle forze armate ospiti. Ma non basta. In base agli accordi bilaterali firmati da Italia e Usa nel 1995, se una base americana chiude, il nostro governo deve indennizzare gli alleati per le ?migliorie? apportate al territorio. Gli Usa, per esempio, hanno deciso di lasciare la base per sommergibili nucleari di La Maddalena, in Sardegna: una commissione mista dovr? stabilire quanto valgono le ?migliorie? e Roma provveder? a pagare. Con un ulteriore vincolo: se l'Italia intende usare in qualche modo il sito entro i primi tre anni dalla partenza degli americani, Washington ricever? un ulteriore rimborso. Marco Mostallino Epolis 17 gennaio 2007 Link: http://www.eddyburg.it/article/articleview/8169/0/19/ Il documento
  5. quali 60 ? ? manco il pacchetto completo costa cos? tanto ogni volta che chiedo a mio padre se facciamo l'abbonamento mi dice :"col ca**o che spendo 60 euro al mese!" Merdoch non avr? MAI i miei soldi, che siano 11?, 60?, 1.000?...
  6. Hunaudieres

    WRC 2007

    Shakedown 1. Mikko Hirvonen Ford 3.24,8 2. Sebastien Loeb Citroen 3.24,9 3. Marcus Gr?nholm Ford 3.24,9 4. Manfred Stohl Citroen 3.25,6 5. Petter Solberg Subaru 3.26,9
  7. Hunaudieres

    Musei F.1

    a Nizza c'? un museo dell'auto (ci sono stato di passaggio anni e anni fa...) e ci sono alcune F1.
  8. se ci fosse ancora il nonno la bacchetterebbe sul sederino se ci fosse ancora in nonno non saremmo "amici" (che poi, che "amico" ? quello che ricatta, che minaccia di andarsene se non gli si da quello che vuole???) degli U.S.A.
  9. stamattina a Omnibus (LA7) la Mussolini si diceva comtraria all'allargamento... comunistaccia!!!
  10. poverino mezzo pi? tamarro no, eh?
  11. l'auto aziendale di Alonso... non ? uno scherzo!
  12. Beh proprio quello no....a me risulta che Schumacher abbia partecipato con discreti risultati...(1991 5? posto con giro pi? veloce) quandoera giovane, oggi non prenderebbe in considerazione offerte del genere...
  13. bel rispetto delle scelte altrui, a quando "che palle correre per 24 ore!!!"???
  14. se poi, magari, ci mandassero un altro po' di testate nucleari, sai, di quelle nuove che stanno facendo ora...
  15. Bossi:"Hanno superato la Finanziaria e penso che dureranno 5 anni"
  16. Il Papa non ? l'unico a prendersela con "la Dakar"... Il Rally Dakar 2007 - non si chiama pi? Paris-Dakar, del resto il suo tragitto ? Lisbona-Dakar - non passer? pi? da Tombouctu, la capitale del Mali. Il Ministero degli esteri maliano aveva infatti vivamente sconsigliato le tappe Nema-Tombouctou e ritorno, previste per il 16 e 17 gennaio, che dovevano attraversare una zona considerata a rischio fra l'est della Mauritania e il nord del Mali. Anche i servizi segreti francesi avevano attirato l'attenzione sulle minacce da parte del Gspc, gruppo islamista armato algerino. Resta il fatto che, comunque si chiami e quali che siano le nuove tappe, con il rally che traversa il Sahara arrivano ogni anno le proteste. Un po' perch? fa vittime, tra i piloti (il 9 gennaio ? morto un concorrente di 29 anni) e tra gli abitanti dei luoghi: l'anno scorso due bambini; negli anni scorsi in tutto 17 vittime africane fra gli ?spettatori?. I piloti di camion, auto e moto in gara hanno il diritto di attraversare i polverosi villaggi al massimo della velocit? consentita dalle condizioni delle ?strade?. Cos? anche questa volta il francese Cavad (Collettivo d'azione per le vittime anonime - cio? quelle africane, ndr - della Dakar) ha tenuto spettacoli e manifestazioni di protesta, e sul suo sito (www.stop-rallyedakar.com) ? sempre possibile firmare la petizione: ?Di fronte al rodeo pubblicitario sul continente della povert?, e all'uso dell'Africa come terreno di gioco, chiediamo ai governi dei paesi attraversati di rifiutare la loro collaborazione, e a tutti di collaborare per la fine della manifestazione?. Anche il giornale burkinab? Le Faso, parlando di esibizione arrogante e umiliante - e contestando l'idea che si tratti di una festa per i villaggi polverosi attraversati - ha criticato in primo luogo i governi africani che danno l'assenso a una ?gara di borghesi europei annoiati?, assai profittevole per gli sponsor (vista la pubblicit? televisiva garantita dalle telecronache con zoom sugli striscioni delle r?clame) ma di nessun vantaggio per i paesi ?di accoglienza?, a meno che non richiedano la met? degli incassi dell'evento per destinarli a fini sociali. In realt?, arrivano al massimo noccioline, sotto forma di piccoli progetti di beneficenza. Quest'anno lo stesso Osservatore romano ha bollato la competizione iniziata il 6 gennaio: si tratterebbe di qualcosa che ?ha poco a che vedere con una competizione sana?, sia per il sangue versato ogni anno sia per il tentativo che sottende di esportare i modelli occidentali in un contesto umano ed ecologico extraoccidentale. Il gruppo ambientalista francese G?n?ration Ecologie sostiene che, quantomeno, il tracciato del rally ? sbagliato rispetto alla sua vocazione dichiarata: quella di mettere alla prova macchine e piloti nelle dure condizioni del deserto, in zone disabitate. Invece, il passaggio di costosi veicoli nelle zone abitate, oltre a provocare incidenti, stride con le condizioni di miseria e degrado ambientale dei luoghi. Sono stati fatti anche alcuni calcoli delle emissioni di gas serra collegate alla manifestazione: per le 250 moto in gara occorrono 123.000 litri di carburante pari a 257 tonnellate di anidride carbonica; per le 164 automobili, le tonnellate sono 235, e per i 70 camion 387. In totale, 880 tonnellate, anzi di pi? perch? il calcolo ? fatto su un uso classico dei relativi veicoli, e non per quell'uso estremo. Mille tonnellate sono irrilevanti nell'economia generale del riscaldamento climatico, ma sono gravi se continuano a diffondere il mito di veicoli a motore individuali e potenti, quando si dovrebbe invece puntare sull'idea che occorre farne il pi? possibile a meno. Questa motivazione, insieme a critiche per l'impatto locale della gara, si riassumeva in un adesivo assai diffuso in Francia anni fa: ?Paris-Dakar pas d'accord?. Fatima Allaoui, portavoce del Fondo maghrebino per l'ambiente e lo sviluppo, ha lanciato anche l'anno scorso un appello ai partecipanti: ?Siamo preoccupati per l'imperante malsviluppo, il degrado globale e l'effetto serra. Per questo esortiamo i partecipanti al rally a fermare i loro bolidi, che schiacciano come mosche degli innocenti?. Anche questa ? una protesta antica: gi? nell'ottobre 1991 il Forum, nel corso di un seminario a Tunisi su diritti umani, pace e ambiente, si concluse con la raccomandazione (fra le altre) di vietare il rally. Anzi: sembra che di fronte a questa ?neocolonizzazione motorizzata? i contestatori abbiano perso adepti, rispetto agli anni in cui perfino i deputati europei cercavano di ottenere la soppressione dell'evento. Ci si abitua a tutto. Marinella Correggia Fonte: www.ilmanifesto.it 13.01.07 Per? non ? assolutamente vero che passano a tutta veloci? attraverso i villaggi. e mi pare che quest'anno gli organizzatori si sono ben guardati dal far passare i tracciati di gara attraverso i villaggi.
  17. il posteriore ? una evoluzione del retro della vecchia Bravo. In questo caso la Fiat non ha copiato nulla, caso mai ? la VW che ha preso spunto per la golf.... tanto la golf rimane + bella anche se ha copiato la Sitlo (e certe auto di segmento C senza velleit? sportive) per quel che riguarda le dimensioni...
  18. ma quella del bagaglino ? satira?!? che satira politica ? quella dove i politici (primo (e unico) bersaglio della satira) stanno l? in prima fila a ridere??? la satira dovrebbe farli incazzare e/o farli prendere coscienza della ca**ate che fanno, oppure credete la satira ? quella cosa "che dovrebbe rendere pi? simpatico il politico" (Gasparri) (sic.)??? quello del bagaglino non ? satira, ? pessimo variet? servile...
  19. a proposito di sondaggi... Pensate che la situazione nel paese sia meglio oggi o prima dell?invasione guidata dagli USA? MEGLIO OGGI 5% MEGLIO PRIMA 90% NON SO 5% Fonte: Iraq Centre for Research and Strategic Studies / Gulf Research Center Metodologia: interviste faccia a faccia con 2000 Iracheni adulti a Baghdad, Anbar e Najaf, condotte alla fine di Novembre 2006. Margine di errore, 3.1%
  20. a met? tra Matrix e due checche che si menano
  21. http://www.omniauto.it/magazine/articolo/2...iglia!.html particolare iniziativa della Saab USA che regala un modello nuovo di zecca a chi raggiunge il milione di miglia percorse a bordo di una Saab http://www.quanteruote.info/index.php?titl...p;tb=1&pb=1 Volvo da Guinnes: 4 milioni di km percorsi!!! ma il contachilometri?!?!?!? 'annaggia ho scritto il titolo una chiavica
  22. se sono gemelli di seso opposto (capita) perch? no? :lol: solo che Burkina... sai le battutacce... ma un nume deve per forza avere un corrispettivo Santo? Se uno vuole chiamare suo figlio Cane che problema c'? (solo che se poi il figlio lo ammazza a bastonate non si deve lamentare... )
  23. e chi sarebbe??? :pensieroso:
×