Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/16/2021 in all areas

  1. 3 points
    ufficiale ci sarà anche il prossimo anno con Aston
  2. 2 points
    L'halo non ha risolto tutti i problemi, perché l'halo non è stato studiato per risolvere tutti i problemi, ma solo per ridurre sensibilmente la possibilità che un oggetto possa colpire la testa del pilota. Il suo scopo è solo quello, creare un volume sicuro attorno alla testa, così come la cellula di sopravvivenza crea un volume sicuro attorno al resto del corpo del pilota. Hai giustamente scritto che le decelerazioni sono molto pericolose; ma la loro gestione non è di competenza dell'halo. Di loro se ne occupano le strutture deformabili della vettura. Nel caso di Bianchi non stiamo parlando di un normale incidente in cui la vettura va a sbattere e progressivamente viene sollecitato il corpo del pilota fino ad arrivare alla testa; stiamo parlando di un pilota che, detto terra terra, ha tirato una testata a 120 km/h contro un oggetto con una massa incommensurabilmente più elevata della sua testa; e di conseguenza il suo cervello ha subito delle accelerazioni fatali.
  3. 2 points
  4. 2 points
  5. 2 points
    A me è piaciuto. Documentario ben confezionato, che si focalizza molto su Michael uomo e padre prima che pilota, ed ho apprezzato questa scelta visto che sportivamente lo conosciamo già tutti. Tantissimi video mai visti e immagini di repertorio che ci avvicinano ulteriormente alla vita del sette volte campione del mondo. Al contrario del documentario di Senna, non viene assolutamente dipinto come un santo in pista. Cosa che ho apprezzato. Bellissimo il contrasto tra l'animale da Grand Prix e l'uomo fuori. Ultimi 15 minuti devastanti, con anche il bellissimo contributo di Mick, la sorella e della moglie Corinna. Preparate i fazzoletti.
  6. 2 points
    anche oggi un test con la 71, a Imola....stanno girando un botto quest'anno, immagino per calibrare il nuovo simulatore
  7. 2 points
  8. 1 point
  9. 1 point
    Ci sono ben due questioni, quindi, che possono confutare la teoria. Prima di tutto le tracce di una esplosione nucleare sono durature e restano lì per anni. Se fosse vero, oggi si potrebbe ancora andare lì e vederne gli effetti con strumenti neanche tanto costosi. In secondo luogo le esplosioni nucleari lasciano specifici isotopi, cioè quelli che ho menzionato qualche post fa (Cobalto-60, Cesio-137, Europio-154, Americio-241, Stronzio-90) che si distinguono con una banale analisi spettrometrica dagli elementi radioattivi naturali (Potassio-40, Radon-222). Tutte le elucubrazioni di questo tizio, quindi, sono facilmente rilevabili ancora oggi con strumenti neanche troppo sofisticati (un rivelatore al germania costa qualche migliaio di euro, niente di inaccessibile per un qualunque laboratorio che voglia indagare sull'argomento).
  10. 1 point
    Mi dispiace ma concordo. Se si arriva ad una certa senza aver concluso nulla inutile farsi illusioni, nel "migliore" dei casi si troverà una divorziata con figli a carico che cerca chi la faccia arrivare a fine mese. Evitare anche come la peste la dating app, a livello di spillaggio soldi sono seconde solo ai corsi di seduzione.
  11. 1 point
    Chissà se è chiaro adesso
  12. 1 point
    20 anni fa Montoya si imponeva su Barrichello e Ralf Schumacher a Monza. La gara si tenne in un clima parecchio teso, 5 giorni appena dopo il crollo delle Torri Gemelle. Ferrari e Jordan omaggiarono gli USA nella livrea. 14 anni fa, nello stesso giorno in cui il mondo dei motori piangeva Colin McRae, che il giorno prima aveva lasciato questo mondo, Kimi Raikkonen ripassava tutti a Spa. Massa chiuse secondo con l'altra Ferrari, poi le due McLaren di Alonso e Hamilton. Con questo risultato la Rossa chiudeva matematicamente il Mondiale Costruttori, anche per via della squalifica McLaren dovuta alla Spy Story.
  13. 1 point
    La prima di Senna. Estoril, 1985. Un dominio tremendo.
  14. 1 point
    Guardiamo il lato positivo, almeno queste non scoppiano...
  15. 1 point
  16. 1 point
  17. 1 point
  18. 1 point
    Proviamo a pensare per una volta che in Ferrari sappiano quello che fanno ? ( In fondo costruiscono Supercar non Trabant mi pare). Aspettiamo che mettano in pista sto motore e vediamo....e meno ci dicono......meno trapelano info.....meglio è.
  19. 1 point
    Nelle auto stradali, i costruttori stanno passando più o meno tutti agli 800v, proprio per avere tempi di ricarica dimezzati. Porsche stessa utilizzava gli 800v nella 919 hybrid, ancora nel 2016. Sul perché farlo sulla f1 non saprei. Premesso che l'erogazione massima dell'mgu k è fissa, quindi più di tot non può dare, può essere che abbia a che fare con la velocità di ricarica delle batterie, il che permette di ricaricarle più velocemente ed usare l'ibrido in maniera più aggressiva. Inoltre aumentare il voltaggio ti permette di usare cavi di sezione più piccola, perché trasportano meno corrente, qualcosina si risparmia in termine di spazio e peso.
  20. 1 point
    Partirei dal grafico. Era chiaro che fosse una trollata, onestamente lo pubblicai con intento satirico ma se tornassi indietro non lo rifarei. Invece per quanto riguarda questo tema, non è che sia cambiato molto. Circa un anno dopo che mi cancellai da questo forum mi iscrissi ad alcune applicazioni di dating, alcune famose, altre meno (per citarne alcune: Happn, Lovoo, Tinder, Badoo) Lì ho potuto constatare tre cose essenzialmente: 1) senza un aspetto esteriore attraente non sei minimamente considerato dalle donne 2) queste app sono invase da una moltitudine di profili finti 3) sono soltanto uno stratagemma per fare soldi a spese degli ingenui Io chiaramente non avevo speso un solo centesimo. Avevo provato queste applicazioni più che altro per curiosità; dopo alcuni mesi mi portarono quasi alla depressione, finché decisi di disiscrivermi da tutte. Le ragazze che contattavo non mi rispondevano o, se lo facevano, mi rispondevano in maniera abbastanza sgarbata, quasi infastidite dal fatto che le avessi contattate. A pensarci bene ora mi vien da ridere per quanto fossero superficiali: non ho perso niente, questo è certo. Fu così che a metà 2015 mi iscrissi ad un forum dove si parla di questi argomenti: amando.it Come nickname avevo scelto l'appellativo del personaggio del videogioco Gothic prima che diventasse re Rhobar III: EroeSenzaNome. Su quel forum spesi circa 6 mesi un po' per sfogare le mie frustrazioni, un po' per parlare di argomenti con cui non avevo modo di parlare con nessuno. Finché mi cancellai, in maniera anche piuttosto ridicola, ormai stufo del contesto. E venne il 2016: cambiai azienda, luogo di lavoro, colleghi. Fu un periodo dove rimasi abbastanza solo e taciturno, non parlavo quasi con nessuno. Prima del 2017 cambiai di nuovo lavoro, per arrivare all'azienda per cui lavoro tuttora. Voi mi chiederete: ma qualche ragazza l'avrai magari conosciuta in questi ambienti. Beh... Colleghe ce ne ho avute abbastanza. Nessuna single che mi piacesse o che mi interessasse abbastanza o che fosse interessata a me, da questo punto di vista. Quindi... Diciamo che da allora non è cambiato niente: single ero su questi canali, single sono rimasto per tutto questo tempo e single sono tutt'ora, con prospettive ormai irrisorie per il futuro, visto che a 36 anni la situazione è ben diversa rispetto a quando ne avevo 29. Onestamente non è che mi interessi molto la cosa, ho abbandonato ogni tipo di interesse verso le ragazze. Non le considero. Non fanno parte della mia esistenza e non penso più a questa cosa come a un problema. Negli anni ho scoperto varie teorie, tipo la corrente red-pill: una corrente di pensiero abbastanza assurda che accomuna molti maschi single e insoddisfatti dalla vita, caratterizzata da un pensiero antifemminista, misogino e politicamente scorretto. Non mi ha mai convinto sebbene gli argomenti trattati sono più o meno quelli che denunciavo io ai tempi in cui scrivevo sul forum di Amando. Questo è un po' il sunto della storia ... Un po' triste per certi versi, ma tanto ormai a che importa.
  21. 1 point
    Quando si parla dell'incidente di Bianchi si commette spesso l'errore di parlare genericamente di decelerazione come ad indicare che tutta l'auto abbia decelerato in modo violento, ma non è stato così, i danni cerebrali vennero causati dal fatto che il casco colpì la parte posteriore della gru, provocando una violenta rotazione e variazione di velocità della testa.
  22. 1 point
    Domenicali segue la linea che vogliono dall'alto. Io penso che ci dobbiamo solo rassegnare (tanto la F1 è già morta da tempo) al fatto che per fare soldi il loro obiettivo è inseguire sempre di più il pubblico social, questi giovincelli attuali che riescono a concentrarsi su una cosa per massimo 5-10 min e poi si annoiano e in generale il popolo della rete che vuole tutto e subito a portata di mano, veloce, senza impegno. Quelli che vogliono gli highlights perchè si annoiano a cercare di contestualizzare una gara o una partita etc. Purtroppo abbiamo una popolazione che si sta rimbecillendo sempre di più e chi vuole fare business deve attrarre questi soggetti qua. Il Forum è fuorviante perché siamo tra appassionati, ma la realtà è che gli appassionati sono pochi e, per quanto riguarda la F1, stanno diventando sempre di meno, anche per un fatto culturale che vede l'auto in generale perdere quel ruolo di "status symbol" e oggetto del desiderio di tutti. Basta guardare i video di youtube del canale della F1, come le telecronache e il modo in cui sono improntante...le urla e il caos...lo spettacolo ad ogni costo... L'essenza della F1 ormai si è persa e non tornerà mai più.
  23. 1 point
    Non capisco bene questa storia di passare da 400 a 800 volt
  24. 1 point
    F2002, bella e vincente Ma voglio fare una menzione d'onore alla 641, che in pratica mi fece innamorare della F1 anni dopo il suo utilizzo in pista, grazie a questo modellino con stickers di Alesi e Berger, perchè giustamente la Bburago non poteva rifare gli stampi ogni anno.
  25. 1 point
    Sì ma ha perso i superpoteri qualche anno fa. Quelli di oggi non fa testo, vorrai mica chiamare fantastico uno che fa 22mo su 24 piloti Io sono sicuramente di parte (non la sua) per carità, è mi rendo benissimo conto che non riesco a valutarlo in modo obiettivo. Io Rossi l’ho adocchiato alla terza gara che ha fatto in 125, a Jerez, un po’ perché era giallo fluorescente e poi perché faceva sorpassi esagerati in staccata per poi venire passato da quasi tutti sul dritto. Infatti finì fuori dal podio perché dopo il tornantino dell’ultima curva lo sverniciarono prima del traguardo. L’ho tifato fino ai primi anni della MotoGP poi il teatrino messo su con Meda contro Biaggi (che detestavo) fecero invertire le parti e incominciai a capire un po’ di più le ragioni del romano. Il mondiale 2007 con Ducati (e Stoner) a giocarsi il titolo definirono definitivamente la mia posizione nei suoi confronti. Comunque non si può dire che Rossi non sia stato Fantastico. Non so se è il più grande, ma di sicuro ha avuto un gran talento e una dedizione alle moto e alla vittoria davvero inesauribile e che vedo solo in Marquez. Ma alla fine il tifo è sempre una questione di pancia: Rossi non mi ha mai fatto venire le farfalle allo stomaco come ha fatto Casey, o Schumi o prima ancora Gilles. Non mi ha mai fatto vedere una gara stando in piedi tutto il tempo davanti alla tele con l’ansia per il risultato. Nè gli strilli di Meda hanno mai suscitato in me qualcosa di più che irritazione. Immagino però che per altri sia stato (molto) diverso e che queste emozioni le abbiano davvero provate per il numero 46. Beh siete stati fortunati, alla fine di riffa o di raffa, avete avuto moltissime occasioni per gioire e se adesso queste gioie non ci sono più o sono molto meno forti ve ne farete una ragione e vi ci abituerete. Ma non dimenticherete... e se siete fortunati arriverà ancora qualcuno a farvi battere forte il cuore. Perché lo sport è sicuramente futile, ma sa far vivere emozioni travolgenti e irripetibili.
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00


×