Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 03/03/2020 in all areas

  1. 5 points
    Senza l'Immenso, unico pilota capace di contrastare Hamiltongo, questa formula 1 vale poco o niente, come questo forum, che senza la mia carina presenza, è solo una roba parrocchiale e autocomplacente. Se Alo tornasse in un team vincente - cosa molto poco probabile- tornerei anch'io per farvi a tutti voi gli onori e per vedervi rosicare ancora di più, obbiettivo già difficile per se, pur avendo un Alo già finito sportivamente. Ma i miracoli a volte accadono. Sarebbe bellissimo avere un mondiale come quello del 2006 o 2007... Certo? Be(ve)re per credere ©
  2. 3 points
    Se invece Binotto avesse lasciato via libera a Wolff, quante gliene avresti dette? "Quella nullità di B. gli lasciava fare il buono e il cattivo tempo in Mercedes, e ora gli lascerà fare il buono e il cattivo tempo in LM..." Sul serio, non mi pare che in questo Binotto abbia chissà quale colpa, alla fine l'idea di mettere in LM qualcuno di super partes (ce ne fossero...) ha una sua logica precisa.
  3. 2 points
    sì ma diciamo anche bisogna confrontarsi con una superpotenza che non si era mai vista in F1, in termini di uomini strutture budget potere politico... non mi pare che la RB, che da anni ha lo stesso assetto manageriale e organizzativo, sia stata una minaccia per la Mercedes più di quanto lo sia stata la Ferrari
  4. 2 points
    io non avrei detto niente. pragmaticamente parlando, meglio toglierlo dalla mercedes a precindere di dove vada a finire
  5. 2 points
    Quando noi tifosi dicevamo "è finita, meglio pensare al 2021", in realtà non volevamo essere così drastici
  6. 1 point
    Io sto guardando Bojack Horseman, serie fin qui (tre stagioni viste su sei) ottima con punte di autentica eccellenza.
  7. 1 point
    argomento discusso più volte, se nel regolamento concedi troppa libertà ai team rischi un'esasperazione della ricerca tecnologica che col tempo ammazza la serie, vedi WEC d'altra parte regolamenti troppo restrittivi aprono il fianco ad aree grigie come visto in questi casi (motore Ferrari, DAS) è un problema complesso e non esiste una ricetta semplice
  8. 1 point
    il problema come sappiamo è l'ambiente in generale. 20 anni fa, con altra dirigenza e uomini a guidarla, la situazione era un poco migliore.
  9. 1 point
    Hai ragione ovviamente, non so dove avevo la testa....
  10. 1 point
    Si ora pare che noi stiamo riappestando loro. Comunque l'atmosfera di questi ultimi 10 giorni è veramente surreale, mai vissuto nulla del genere. Spero che la conta dei morti sarà clemente, ma di sicuro dal punto di vista economico sarà una botta pazzesca
  11. 1 point
    non *** **** ma *** *****, le basi Leno, le basi !!!
  12. 1 point
  13. 1 point
  14. 1 point
    Fortunatamente c'è l'ignore list.
  15. 1 point
    vabe lui si consola con la Champions della Juve
  16. 1 point
    Mah... per me la FIA ha semplicemente beccato la Ferrari, con spifferate ed aiuti esterni (ed interni) a Maranello. Credo che sarà una win-situation solo per gli altri (FIA, Mercedes e RBR). Non riesco ad immaginare un solo lato positivo per la Ferrari.
  17. 1 point
    Auguri al quartetto @Isoks- @EffettoSuolo- @Alexander- @lucagt2
  18. 1 point
    Anche io di rientro dalle vacanze di Natale ho fatto 2 settimane di malattia (in 2 settimane separate!) con influenza più tosta del solito... chissà . Sento comunque di aver fatto il mio dovere in entrambi i casi, ovvero starmene a casa anzichè andare ad infettare tutti i colleghi e compagni di viaggio in treno. Tanti purtroppo hanno la malsana abitudine di andare a lavorare anche con la febbre alta, solo per farsi vedere dal capo o perchè in qualche modo sono spinti a farlo. Questa è un'abitudine che detesto già a fronte di normali influenze, che nel caso di un virus del genere diventa a mio avviso intollerabile.
  19. 1 point
    Principalmente scrivo per "sfruculiarti" sulla Juventus. Alcune cose le penso, ma non tutte. La cosa più bella è farti girare i maroni
  20. 1 point
    Secondo me valeva come Berger, piu genio e meno sostanza, ed i risultati dei due fatti in tanti anni con la stessa macchina addirittura in due team diversi lo confermano. Capisco che sia tanto amato, e posso capire anche perchè (uno di due, l'altro è Gilles, che ha corso per la Ferrari amandola come un vero tifoso della rossa), ma non mi è mai sembrato questa A come atrocità, doppia T come terremoto e traggetia i come ira di ddio ecc ecc. Un buon pilota.
  21. 1 point
    Un paio di riflessioni, fortunatamente faccio un lavoro in cui posso produrre anche in caso di quarantena, e vendere eventualmente in un secondo momento. Avessi un bar o un ristorante non sarei così tranquillo nella disamina. Ieri sera sono andato a cena in un ristorante gestito da cinesi, trovando metà della gente che c'è di consueto, e i gestori mi hanno detto che sono riusciti a riempire a metà il locale perché ne hanno chiusi altri 2 in città (100.000 abitanti) e i clienti dei 3 sono confluiti in quello dove ero io (che è il più piccolo). Semplicemente le persone che lavorano negli altri 2 sono a casa, quelli a chiamata, senza soldi, e per 3 ristoranti parliamo di decine se non centinaia di migliaia di euro di danni, che alla fine qualcuno dovrà sostenere, moltiplichiamo per l'intero paese e si fa presto a calcolare il danno. Alcune stime parlano fino a 27 miliardi, e secondo me è una stima prudenziale. 27 miliardi sarebbero circa il 3% del pil, nel 2009, apice della crisi abbiamo fatto -5,5% con le conseguenze che abbiamo visto tutti. Probabilmente i morti scampati al corona virus, numericamente, si impiccheranno perché perderanno l'azienda o la casa, moriranno di qualche altro malanno perché avranno meno soldi per pagare specialisti etc.. ma non faranno notizia e vivremo tutti tranquilli, soprattutto i politici e i funzionari che bloccando e tirando nel panico una nazione si sono parati il co*o. Detto ciò, non è la mortalità in sé del virus il problema, bensì l'impatto che questo ha sul sistema sanitario nazionale (che beninteso è uno tra i migliori al mondo). A mio parere sarebbe stato meno oneroso attrezzarsi per tempo eventualmente arrivando a costruire strutture come fatto in Cina, cercando di aumentare la capacità del ssn di far fronte al picco di casi. Se il 10% dei casi sintomatici richiede ospedalizzazione e il 4% il ricorso alla terapia intensiva, con una struttura di 1000 posti letto (che per inciso non costa 27 miliardi di euro) avremmo potuto gestire circa 25000 pazienti sintomatici contemporaneamente, con quattro strutture analoghe circa 100.000 casi sintomatici contemporaneamente, considerando una degenza media di 9 giorni (dati riferiti alla Cina, non ne ho trovati disponibili per l'Italia) significherebbe poter gestire circa più di 300.000 sintomatici al mese, il tutto ad un costo decisamente inferiore ai costi che sosterremo come collettività, e che nessuno si prenderà la briga di contabilizzare. Gestendo la situazione, invitando le persone a prendere precauzioni e mettendo in quarantena nel contempo le persone gravemente malate (comunque improduttive) e quelle anziane (parimenti improduttive dal punto di vista economico) si ridurrebbe ancora l'impatto sul ssn. L'influenza stagionale circola liberamente e causa 3/400 morti l'anno e infetta circa 8 milioni di persone in 6 mesi, quindi con quattro strutture si potrebbe ragionevolmente pensare di riuscire a gestire i malati gravi in quanto le misure sopra ridurrebbero di parecchio i contagi. L'idea di attrezzarsi preventivamente (abbiamo avuto il tempo per farlo in più dei 7 giorni che ci hanno messo in Cina) potrebbe poi tornare utile per la gestione di eventuali maxi emergenze future. Ma ovviamente nessuno ci ha sicuramente pensato perché che avrebbe firmato "un assegno" in bianco senza la certezza che l'emergenza si sarebbe verificata. Ripeto meglio pararsi il c*lo scaricando i danni sulla collettività piuttosto che assumersi un rischio di cui eventualmente dover rendere conto. C'è anche da aggiungere, che probabilmente parte di chi deve lavorare per vivere, farà ricorso a medicina fai da te piuttosto che ricorrere al medico per paura di essere quarantenato e far mettere in quarantena magari la zona in cui vive. Le persone muoiono quotidianamente come conseguenze di azioni routinarie, le infezione si possono contrarre in ospedale, dal dentista, per strada. Si può morire in incidenti stradali (3500 all'anno), in incidenti sul lavoro (circa 1000 l'anno), per un anestesia (a memoria un caso su 5000), per una reazione allergica etc etc. Visto la mia opinione, spero di non fare arrabbiare in troppi.
  22. 1 point
    Ecco quello che si commenta dalle parti di Maranello. Ci sono in questione l'aspetto tecnico, i retroscena delle squadre rivali (soprattutto Mercedes) e soprattutto i retroscena Ferrari. Partiamo dall'aspetto tecnico. La FIA apre un'indagine sul motore Ferrari (come se ne aprono altre su tutti i costruttori al fine di determinare cosa sia legale e cosa no) su alcuni aspetti controversi. La Ferrari giustamente ha cercato di aggirare il regolamento cercando basandosi sui controlli FIA. Qui c'è da aprire una parentesi tra i buchi regolamentari (vedi DAS) e buchi dei controlli (vedi ali mobili a suo tempo). Nel primo caso è il regolamento a consentire certe cose non espressamente vietate. Nel secondo caso invece sono i controlli della FIA a non poter garantire il rispetto al 100 % del regolamento. Nel caso in particolare, si parla del flussometro. Il regolamento dice chiaro e tondo che la portata massima di combustibile è di 100 kg/h (questo era il dato 2014, poi forse leggermente aumentato), ma la Ferrari avrebbe trovato il modo di aumentare la portata giocando sulla frequenza di campionamento del sensore. I sensori effettuano un certo numero di misurazioni al secondo, in quanto trasformano una grandezza fisica in un numero. La Ferrari a quanto pare sarebbe riuscita ad aumentare la portata nei microintervalli tra una campionatura e un'altra (ingegneristicamente un'opera d'arte). Si parla anche di altri aggiramenti del regolamento di questo tipo. Il problema della FIA è molto semplice: si trova per dire 5 ingegneri e un budget di 5 milioni per controllare squadre che contano 300 ingegneri e 400 milioni di budget. Di conseguenza, la presunta irregolarità Ferrari non può essere provata (manca il know how per farlo), quindi non scatta alcuna squalifica, ma la Ferrari si accorda privatamente con la FIA per non fare più questa cosa. Fin qui, nulla di nuovo sotto il Sole. E' successo tante volte in passato con questioni più o meno legali/illegali (alettone flessibile Ferrari a Suzuka '97 non utilizzato nella finalissima di Jerez, divieto delle leghe alluminio/berillio nel 2001, soffiaggio caldo, freddo e niente soffiaggio nel 2011, mano utilizzata come ala mobile, ecc.). Ecco il retroscena dei team rivali. In particolare alla Red Bull non va giù che la Ferrari vada così forte, quindi iniziano con le solite battutine di Marko e Verstappen, ben sapendo che Binotto non li potrà querelare (cosa che giustamente invocava Pino Allievi, tu mi dici che sono un ladro, io ti querelo perchè non lo sono e nessuno mi ha mai condannato). Ma è da Mercedes che parte la frecciatina avvelenata. Perchè? Qui non c'è invidia per le prestazioni, visto che la Mercedes ha vinto per la sesta volta di fila il titolo. Sembra che non c'entrino Mercedes e Ferrari ma che sia una piccola (grande) vendetta personale di Wolff contro Binotto, per il veto Ferrari ai team principal per poter passare successivamente in Liberty Media. A quanto pare, Wolff, proprietario di minoranza di Mercedes (del team F1) e in passato pure della Williams, prima o poi vorrebbe lasciare la sua attuale carica e gestire il Circus come fece Ecclestone (prima pilota, poi manager dei piloti, poi proprietario Brabham e infine capo di tutti i capi). Binotto semplicemente non vorrebbe in futuro favoritismi di qua e di là, quindi vorrebbe che i manager di LM siano tutti vergini di F1 (anche se la cosa è controproducente per altri versi). A quanto pare, in Ferrari qualcuno sostiene che il benservito a Todt lo si stia pagando amaramente (qui sarebbe da aprire altri retroscena già condivisi a suo tempo). Allora perchè non un reclamo formale? In F1 c'è un patto non scritto per dirimere le questioni con la FIA tramite chiarimenti. I reclami (vedi Haas, Racing Point, Renault, ALFA Romeo) vengono utilizzati in casi estremi quando la FIA si è già espressa. Riassumendo, sarebbe stato Wolff a sollecitare alla FIA l'indagine sulla Ferrari. L'articolo di Terruzzi sembrerebbe dire questo (pubblicato in un quotidiano non centrato sulle corse come Il Corriere della Sera). Ma ecco il piatto forte. Se la presunta irregolarità non dimostrabile è così artrusa e difficile da dimostrare, come hanno fatto i rivali a sapere che il motore Ferrari aveva qualcosina di particolare? E' evidente che informazioni della Ferrari sono arrivate in Inghilterra. Come? Ci sono varie ipotesi. Uno potrebbe pensare a Sassi, licenziato bruscamente da Marchionne nel 2017 per una cooperazione con la AVL austriaca per sviluppare i motori, entrato in Mercedes a inizio 2018. Ma è plausibile che una soluzione della seconda metà del 2019 fosse a conoscenza di uno licenziato nella prima metà del 2017? Forse sì. Forse in Ferrari sono riusciti finalmente a mettere a punto il suo progetto che al tempo si era rivelato fallimentare. Farneticazioni? Forse, se non è stato Sassi, potrebbe essere qualcuno della AVL che era a conoscenza del progetto Ferrari, ma pure lì la questione dei tempi non torna. Ecco invece che la storia potrebbe tingersi di giallo. C'è una talpa a Maranello? Allarme! Nei primi due casi, non si tratterebbe di spionaggio industriale ma semplicemente di know how. Io imparo tante cose dove lavoro e se cambio azienda, queste conoscenze me le porto nel mio cervello (diverso il discorso di chi si porta pure un disco rigido pieno di progetti). A questo punto, c'è qualcuno in Ferrari che soffia informazioni ai team inglesi? Qui la questione si fa dura. Chi si gioca tutto su questa ipotesi è Leo Turrini, che liberamente esprime la sua deduzione. Ma...ammettere la presenza di una talpa, implica la dimostrazione di incapacità di controllo da parte dei vertici. Pure ai tempi della Spy Story ci fu una grossa discussione tra Montezemolo e Todt proprio per questo: Stepney poteva essere un venduto e delinquente, ma aveva avuto ad un po' troppe informazioni per il ruolo che aveva. In F1, in pratica quasi nessuno sa tutto di tutti, tranne team principal, direttore tecnico, capoprogettista e qualcuno ancora. La sparata di Turrini potrebbe essere stata fomentata da un certo ambiente che un solo obiettivo: Binotto. Lui stesso ci ha rimesso l'amicizia di lunga data con Arrivabene a causa dello stress generato da Binotto e la sua guerra (vedete mio retroscena del 2018). Volevi fare il Forghieri del XXI secolo? Oltre al reparto motori, volevi la direzione tecnica? Non ti bastava e volevi pure la direzione generale? Come fai a volere tutto se non sai controllare chi ti sta sotto? Mai come adesso, urge che la Ferrari sia davanti alla Red Bull e non troppo lontana dalla Mercedes, se no l'estate sarà infuocata.
  23. 1 point
    Penso entrambe le cose ma non ho trovato conferme più precise W le zone grigie
  24. 1 point
    da maggio a settembre. 12 gare. un sogno.
  25. 1 point
    Bello il trofeo dello spam come il suo avatar
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00


×