Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 11/07/2019 in all areas

  1. 2 points
    Schumacher, Brasile 2006. Perfettamente in linea con la definizione.
  2. 2 points
    la mia opinione è che l'errore ci fu, solo che gli venne subito in mente la furbata di fermarsi là.
  3. 2 points
    Oggi sono passati 26 anni dall'ultima vittoria in F1 di Ayrton Senna. Ringrazio @Kimimathias per avermelo fatto notare. Inoltre oggi compie 63 anni Jonathan Palmer, pilota che @Leno ricorda con piacere. Padre di Jolyon, che tra 2016 e 17 guidò la Renault con scarsi risultati, Jonathan nel 1987 vinse il trofeo Jim Clark, dedicato ai piloti di vetture aspirate e non turbo con la Tyrell. Qua lo vediamo in pista a Monza. Divenne poi tester McLaren. Ricordiamo Jonathan anche perché dopo un brutto incidente nelle qualifiche della 1000 Km di Spa 1985, guidò i soccorritori sul da farsi nonostante fosse ormai incombente lo stato di shock per il pilota a causa delle ferite.
  4. 2 points
    Accolgo il tuo spunto e rilancio, concludendo il tributo alle 412. Gerardone in Germania, unica vittoria della T1. La vidi in Inghilterra col mio papà. Prima vittoria dopo tre anni di digiuno, che emozione (e Niki ancora al nostro muretto).
  5. 2 points
    È una strategia collaudata, da sempre. Si tratta di fake news, con quelle dichiari guerra, vinci le elezioni, mandi in galera innocenti. Che schifo, altro che riderci sopra.
  6. 2 points
  7. 1 point
    La FIA guardò la telemetria, c'era un pestone scriteriato. Non si tratta di opinioni, era un fatto reale. Come oggi, a Monaco la pista si gomma ad ogni secondo e chi gira per ultimo ha un grosso vantaggio. Per contro chi gira per ultimo ha un grosso rischio, quello di vedere le gialle per uscite altrui e non poter completare il giro. Schumacher fece il giro buono per non rischiare di essere fregato e poi frenò di proposito. Ricordo che sono un ferrarista vero e ritengo Schumacher l'insieme di Prost e Senna messi insieme.
  8. 1 point
    Calendario provvisorio 2020 Venti GP l'anno prossimo, arriva la Finlandia
  9. 1 point
    @Asturias guarda che nel 1987 Palmer Sr aveva la monoposto numero 3, quindi quella foto dovrebbe essere sua. Comunque a Spa 85 Palmer ebbe un grave incidente e si ritrovò con un piede in mezzo alle lamiere e con una grossa emorragia in corso. Dato che lui era laureato in Medicina, diede una mano ai soccorritori, che erano impreparati e forse anche un po' impauriti dalla situazione. Lui li guidò passo passo, fino al ricovero in ospedale. Mi permetto di aggiungere che l'indomani ci fu il bruttissimo incidente di Stefan Bellof. Astro nascente dell'automobilismo tedesco, morì facendo ciò che gli riusciva meglio: guidare la 956 oltre i limiti. È stato un grandissimo talento e purtroppo è morto in una maniera abbastanza brutta, anche perché qualche colpa nell'incidente ce l'ha pure Ickx.
  10. 1 point
    Concordo con quanto detto sopra (anche se non ve ne fregherà una cippa). Lo Schumi del triennio 1995-1998 era una roba imbarazzante (per gli altri), specie sull´acqua. Vedersi i filmati dei primi giri a Monaco e Spa per conferma.
  11. 1 point
  12. 1 point
    quello che la ferrari ha in piu rispetto alla concorrenza, non è la velocità di punta pura, quella massima ma la rapidità all' arrivare a determinate velocità. la rossa guadagna lungo tutto un rettilineo, non sono nella parte finale. quei 3..4 Km/h in piu di velocità di punta non dicono nulla sono i 3..4 decimi guadagnati in fondo ad un lungo rettilineo a far parlare gli avversari Personalmente non credo sia il motore ad aiutare la rossa come vogliono far credere. piuttosto gli avversari , sparando cosi contro la rossa, stanno cercando di carpire cos'abbia trovato per farla volare letteralmente lungo tutti i rettilinei
  13. 1 point
    mancano i sacchi di cemento e la cazzuola e poi è uguale alla Polo degli anni '90
  14. 1 point
    Come ho già spiegato nella pagina precedente, non è tanto avere le possibilità di investire, ma quanto effettivamente da quell'investimento ritorna. Per le aziende da te citate, già super conosciute, sponsorizzare un team non produrrebbe alcun beneficio. Non sceglierei il mio prossimo tablet/pc/smartphone in base alla sponsorizzazione, si hanno già altri parametri, ormai radicati nella cultura di massa a fare da discriminante. Microsoft sponsorizza con una partnerchip Renault, ma usa la sponsorizzazione per vendere servizi di analisi dati alle aziende, non sistemi operativi alle masse. Apple ha un posizionamento completamente differente, ha fatto "dell'esclusività" il suo brand. Se hai un iphone hai uno status, motivo per cui tutti si mettono in coda come deficienti la sera prima delle commercializzazioni. Redbull, a differenza di Coca cola, investe perchè ha un posizionamento di nicchia (principalmente sportivi), un gusto che può non piacere e soprattutto se smette di essere sulla bocca di tutti è facile che perda quote di mercato. Già solo se al tg parlano del "pilota della Redbull" o sui giornali pubblicano una foto con la macchina a fianco della notizia, hanno risparmiato milioni per avere lo stesso posizionamento in pubblicità tradizionale e hanno una copertura mondiale al "solo costo" di un team di F1. Coca Cola è la bevanda per eccellenza, ha già fatto in passato questo tipo di marketing, ora è diventato un prodotto standard. Al supermercato la famiglia tipo non si pone la domanda "che bibita gassata prendiamo" ma più probabilmente "la prendiamo la Coca cola" Chi ha veramente interesse a investire in pubblicità in F1 sono le aziende grandi che non hanno però una notorietà diffusa. BWT, Singha, Husky Chocolate, Rokit e via così. Aziende che hanno una distribuzione almeno internazionale, che però offrono prodotti o servizi di nicchia.
  15. 1 point
    Mi aspettavo un bel "Buongiorno buongiorno!"
  16. 1 point
    Non serve un genio a capire che una misura di dignità come il RdC, può trasformarsi in un boomerang se non si mettono in piedi le strutture di supporto all'impiego. Chi percepisce il RdC non è né obbligato, né spinto, né supportato nella ricerca di lavoro: perché mai dovrebbe cercarselo quando ha quel po' di soldi che gli entrano.
  17. 1 point
    Ecco i danni che fa la retorica liberista. Mi dispiace, ma dovunque c'è degrado e disuguaglianza sociale, c'è qualcuno che ne approfitta alle spalle di poveri cristi. E quando depredi la gente, non gli resta che sbranarsi a vicenda: si applica in differenti proporzioni al sud Italia, all'America Latina ed all'Africa, per citare tre realtà nominate da te stesso completamente a sproposito. Negare questo vuol dire essere in malafede.
  18. 1 point
    provare una nuova specifica per alimentare ancora di più le polemiche attorno al motore Ferrari ? forse meglio tenere un basso profilo in vista dell'anno prossimo, se davvero hanno in serbo qualche miglioria
  19. 1 point
    Non c’è neanche da discutere sul 2017. Poi se vogliamo parlare di un miracolo di Lewgend liberissimi di farlo, ma cadiamo nel ridicolo e nella faziosità
  20. 1 point
    Vero, però magari per la legge dei grandi numeri prima o poi ci prenderà
  21. 1 point
    Quello si può fare a prescindere, non serve una scusa per insultare lui o Hamilton.
  22. 1 point
    Quotone. Alla fine si può dire che la Ferrari 2017 era un'ottima monoposto (vero) e che Vettel qualche punto l'ha perso per strada (vero), ma voglio vedere quanti, potendo ipoteticamente scegliere fra Ferrari e Mercedes, avrebbero indicato la Ferrari come auto migliore e l'avrebbero scelta per giocarsi il mondiale. La verità, come Chatruc potrà confermare, è che la macchina giusta per vincere, nel 2017, era decisamente la Mercedes.
  23. 1 point
    Io sono argentino e da noi si dice che siamo poveri "per colpa dell'imperialismo americano". In pratica, è vero. Di fatto non lo è. Le potenze straniere cercano di fare i loro comodi a casa degli altri. Elargiscono tangenti per comprare aziende pubbliche a peso di ferro, sono protezionisti in entrata e liberali in uscita, sia con le merci che le persone. Ti importano dai PC ai cellulari al burro e la cacca (sì, pure quella per concimare) e poi ti fanno trafile secolari su malattie inesistenti per esportare la carne. Una nazione seria deve prendere coscienza dei propri limiti e delle proprie risorse e fare una politica degna per il proprio paese. Nel mio caso, il governo dovrebbe almeno attuare una politica per annullare la malnutrizione (in un paese di 42M che produce alimenti per circa 400 M), fare accordi precisi per l'importazione di quello che non abbiamo in cambio di quello che può servire ma senza inchinarsi troppo. La questio di "aiutiamoli a casa loro" è vera ma irreale. In Nigeria soltanto abitano quasi 191 milioni di persone. Aiutarli a casa loro è un grosso problema sia per la sola Italia che l'intera Europa. E' ovvio che chi vive bene (anche neanche tanto) non cambia nazione. Ve lo dico per esperienza. Ti porti dentro una cosa intraducibile che è una sensazione di "stare bene, sapere che hai fatto il meglio per la tua vita, ma che alla fine, se avessi potuto, sarei rimasto lì". E' come sposare una donna, essere felice, ma essere pure convinto che se la tua ex non ti avesse lasciato, staresti meglio. La parola precisa in spagnolo si traduce in "sradicamento" ma credo che l'accezione italiana non sia quella corretta. Uno dei grossi problemi dell'Africa è che hanno ottenuto la loro indipendenza troppo velocemente senza avere una struttura sociale per poter tirare avanti con uno stato moderno. Loro sono passati dalle tribù al colonialismo e da lì a essere indipendenti. Al di là delle colpe straniere (ci sono, sono tante) non hanno avuto l'unità di intenti per fare qualcosa di serio. Basta pensare all'amministrazione fiduciaria italiana in Somalia fino al 1970. Tutto sommato, non si stava così male. Poi da soli, in meno di dieci anni sono passati alla guerra civile permanente. Sono stato in Africa per lavoro e al tempo mi ero fatto un po' di cultura sulla storia di tutti i paesi. Praticamente storie tutte fotocopia, dove l'ufficiale di turno dell'esercito, prende il potere accoppando qualcuso, fa uso di alcol e prostitute finchè pure lui non viene accoppato. Capitato pure di movimenti di liberazione che hanno deposto il despota di turno e la prima azione sia stata quella di festeggiare e quindi far fallire la rivoluzione. Pure in URSS l'armata rossa volle rovesciare il governo ma la reazione popolare fu diversa. Pure in Turchia EU e USA hanno aiutato un colpo di stato ma la reazione dei turchi non è stata quella avuta in altre parti del mondo.
  24. 1 point
    Questo Sabato, giorno dei morti secondo la chiesa cattolica, avrei tanto voluto fare visita al povero Andrea. Per vari motivi non mi è stato possibile e francamente mi spiace non poco.
  25. 1 point
    Pacatamente sono d'accordo. Diciamo che MSTheBest non ha spiegato le sue ragione e quello non va d'accordo con il regolamento particolare di questo topic. Poi spiegherò perchè condivido questa affermazione. Non che non ci siano colpe esterne ma esiste una volontà popolare. Ora non ho tempo, poi approfondisco.
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00


×