Vai al contenuto


Foto

Bruno Senna


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 8607 risposte

#8601 biuspeed

biuspeed

    Membro Senior

  • Members
  • StellaStellaStella
  • 3,421 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:Ric-Rai
  • Team:Ferrari (con moderazione)
  • Circuito:Spa-Road America

Inviato 07 August 2017 - 00:16

Bruno Senna iniziò sul serio, grazie a Berger, nel 2004 a 21 anni. Con la formula bmw a livelli proprio da debuttante pur correndo.

Aveva iniziato da piccolino sui kart quando lo zio era ancora vivo. Poi prima con la morte di Ayrton e l'anno dopo quella del padre (sempre incidente ma in moto) venne fermato subito.

Non serve spiegare che a 20 anni passati anche piloti mediocri già stanno anni luce più avanti come esperienza. I fenomeni, anni fa, erano alle soglie del debutto di f1 (Alonso debuttò a 20 per dire)  e adesso con la generazione Verstappen già vincono gare magari.

Io rimango convinto che quelli che lo pigliano per i fondelli siano un filo ingenerosi e non capiscano bene il suo percorso. Il suo essere un Senna gli ha tranciato la carriera sul nascere e poi in parte ha "recuperato" qualcosa.

La williams lo "sfruttò" come sponsor ma di fatto era già a piedi, virtualmente, con Bottas alle spalle che prendeva il sedile suo il venerdì. Se tu hai un pilota che necessita km, al primo vero anno titolare, non fai così a meno che non te ne freghi poco.

 


Modificata da biuspeed, 07 August 2017 - 00:35.

  • 0

#8602 effe

effe

    Ezechiele 25 17

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 6,580 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:io
  • Team:Quelli di Briatore
  • Circuito:Quelli di Tilke

Inviato 07 August 2017 - 08:17

Il piu grande problema di Bruno, che in f3 ho seguito da vicino arrivando a "conoscerlo" di persona, è stato il voler usare il nome Senna ( tra l'altro forzando perché non era neanche il cognome della madre, cosa che in brasile si puo fare e fece proprio Ayrton, ma il secondo cognome della madre, lui al massimo sarebbe stato Da Silva, non usando Lalli) per aprirsi la strada.
Ovvio che oltre alla strada spianata ti esponi a paragoni improponibili.
Si fosse presentato al mondo come Bruno Lalli avrebbe probabilmente fatto la stessa carriera, visto che o soldi non mancavano, ma si sarebbe preso molte critiche in meno.

Modificata da effe, 07 August 2017 - 08:18.

  • 0

#8603 lucaf2000

lucaf2000

    Team Vodafone McLaren

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 22,033 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:Ayrton Senna
  • Team:McLaren

Inviato 07 August 2017 - 08:42

Volevano "sfruttare" il cognome, il punto è che il cognome in se vale poco (e questo sarà anche per il figlio di Schumacher), ma vale quel pilota in se sia che si chiami Senna che Rossi ecc. E mettere il suo cognome su di un altro non serve a nulla, e con Lalli si è visto, se lo sono filati in pochi.

 


  • 0

#8604 ducati999

ducati999

    Membro Master

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 15,512 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:xxxxx
  • Team:xxxx

Inviato 07 August 2017 - 10:34

 brasile non ce la regola si prende sia il cognome del padre sia quello della madre?,  se è come in altri paesi sud americani aveva tutto il diritto  di chiamarsi senna.


  • 0

#8605 The King of Spa

The King of Spa

    Qui per servire Hamilton

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 26,890 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:DiR-KVJ-VAN
  • Team:McLaren
  • Circuito:Targa Florio

Inviato 07 August 2017 - 11:52

di tutti i cognomi illustri salvo solo Hill che senza avere lo stesso clamore dei Villeneuve e co. s'è trovato suo malgrado a dover reggere le sorti di un team che aveva subito una gravissima perdita, non era un fenomeno, non aveva marketing sul suo nome, era un semplice mestierante, ottimo tester, che s'è guadagnato un piccolo spazio nella storia della F1 senza volerlo. Se Senna non fosse morto la storia agonistica di Hill sarebbe stata quella che normalmente avrebbe meritato un pilota del suo non eccellente livello, ma comunque buon pilota, quindi onore a lui per aver ottenuto più di quanto si ci aspettasse.


  • 0

#8606 effe

effe

    Ezechiele 25 17

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 6,580 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:io
  • Team:Quelli di Briatore
  • Circuito:Quelli di Tilke

Inviato 07 August 2017 - 14:01

 brasile non ce la regola si prende sia il cognome del padre sia quello della madre?,  se è come in altri paesi sud americani aveva tutto il diritto  di chiamarsi senna.


C'è una voluta forzatura di fondo: Bruno non aveva usato né il suo cognome, Lalli, né quello della madre, Da Silva.
Abeva usato il cognome della madre di sua madre, e qui si entra in un terreno di nessuno. Il perché lo avesse fatto è chiaro, hai lo zio che è stato uno dei campioni piu grandi della storia e lo usi.
Nel pacchetto però ti prendi anche insostenibili paragoni, e così è stato.
  • 0

#8607 biuspeed

biuspeed

    Membro Senior

  • Members
  • StellaStellaStella
  • 3,421 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:Ric-Rai
  • Team:Ferrari (con moderazione)
  • Circuito:Spa-Road America

Inviato 07 August 2017 - 14:26

Si ma provate a mettervi nei suoi panni: ti hanno fermato la carriera e a 21 anni (in super ritardo) inizi da zero praticamente.

Lo avranno consigliato (ci sarà anche arrivato da solo magari) che l'unica speranza per "bruciare" le tappe fosse quella di adottare il cognome Senna. Cosa che in Brasile è meno assurda di altri paesi...

Io non ci vedo nulla di scandaloso se contestualizzzato alla sua storia. Rientra in quel qualcosa che ha "recuperato", come dicevo in precedenza. Non penso avesse alternative rimanendo con la dicitura Lalli.

Tra l'altro se Ayrton fosse stato vivo, sono convinto, gli avrebbe fatto da manager o comunque lo avrebbe seguito tantissimo come già iniziò a fare nonostante l'età giovanissima.

Sono scelte personali e la sua gavetta la fece senza sfigurare in gp2. Mi pare che al suo secondo week end vinse. L'anno seguente si giocò il titolo e forse senza tirare sotto un cane (assurdo) avrebbe potuto pensare di vincere.

Ciliegina sulla torta: se non sbaglio Senna iniziò ad utilizzare questo cognome nell'83 mentre fino ad allora era Da Silva. Lo fece per motivi di marketing, di fatto, perchè meno comune rispetto all'altro che era ed è diffusissimo.

Quindi inutile mettere in croce per questa sciocchezza Bruno, probabilmente lo zio lo avrebbe invitato a farlo per la sua carriera.

 


Modificata da biuspeed, 07 August 2017 - 14:30.

  • 0

#8608 The-Flying-Finn

The-Flying-Finn

    To finish first, you have to finish first

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 62,816 Messaggi:
  • Gender:
  • ?Preferenze
    Pilota:MIKA H?KKINEN #8

Inviato 09 August 2017 - 08:27

Fatalità nella F1 di oggi non lo vedrei male. Ci corre della gente che dovrebbe stare in spiaggia a prendere il sole con i soldi di papà. Era un pilota da metà-bassa classifica.

 

Dal mio punto di vista se avesse scelto un cognome meno impegnativo, avrebbe fatto una figura migliore. Nelle categorie minori mi sembra che stia andando decentemente, quindi alla fine ha trovato la sua dimensione.


  • 0




Leggono questa discussione 2 utenti

0 utenti, 2 ospiti, 0 utenti anonimi