Vai al contenuto
ForzaFerrari88

Quanto conta il Mondiale Costruttori?

Messaggi raccomandati

Buonasera, apro il mio primo topic :metallica:

 

Prendendo spunto dall'ultimo articolo del blog di Leo Turrini, volevo chiedere:

 

1)Secondo voi quanto è importante il mondiale Costruttori? Sappiamo tutti ovviamente che il mondiale piloti è quello più importante e ricordato (come ad esempio nel '94 Schumi; nel '99 Mika e nel 2008 Hamilton che vinsero il mondiale piloti senza che la scuderia vincesse il mondiale Costruttori), ma secondo me vincerlo è comunque un riconoscimento al lavoro di tante e tante persone. Per ora il mondiale è ancora in gioco anche se le speranze di vittoria per Ferrari sono molto molto ridotte. Ovviamente la vittoria del Costruttori sarebbe uno bello smacco da dare alla Mercedes.

 

2)Andando a spulciare l'albo d'oro della F1, possiamo notare come dal 1958, anno in cui fu istituito il mondiale Costruttori, la Ferrari lo ha vinto 16 volte a fronte di 12 vittorie piloti e per ben 5 volte la Ferrari ha vinto solo il Mondiale Costruttori e non quello Piloti, mentre l'unica volta in cui ha vinto il mondiale Piloti e non quello Costruttori è stato proprio nel Mondiale 1958 quindi in tempi un pò lontani.

Una scuderia come la McLaren invece annovera nel suo albo d'oro ben 12 mondiali Piloti a fronte degli 8 Costruttori e per ben 4 volte è riuscita a vincere il Mondiale Piloti senza vincere anche l'altro.

Nel complesso, escludendo il mondiale '58, su 9 volte che che si è verificato questo "evento", per ben 5 volte è accaduto con Ferrari...quindi più del 50%.

Diciamo anche che però le annate in cui perdemmo il mondiale Piloti non furono annate molto fortunate....

-1976 : incidente Lauda

-1982 : Annata terribile per la Ferrari

-1983 : ?

-1999 : incidente Schumi

-2008 : anno post Spy-story e crash-gate a Singapore

La spiegazione più logica è semplicemente data dal fatto che come è ovvio Ferrari è la scuderia che ha preso parte a più mondiali e ha più volte lottato per il Mondiale, ma allo stesso tempo è particolare che l'evento opposto (cioè vincere il Piloti e non il Costruttori) si sia verificato solo nel lontano '58.

Ci sono altre spiegazioni che secondo voi possono essere date? Come mai lLa Ferrari non è praticamente mai riuscita a vincere un Mondiale Piloti senza avere anche la macchina più forte in pista, mentre anzi più volte lo ha perso pur avendo la macchina migliore?

 

p.s. Per il Moderatori: ho cercato post simili ma non mi è sembrato di trovarli. Lo posto qua tra gli argomenti generali, ma ero indeciso se forse era meglio metterlo in "Amarcord". A voi la decisione :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il mondiale costruttori, per usare un tecnicismo, non conta una sega: non è importante dal punto di vista del prestigio, per il quale è oscurato dal mondiale piloti (di cui tutti si ricordano), e per i top team non è neanche troppo importante per il discorso economico (né Ferrari né Mercedes impostano il bilancio sulla base dei milioni in più o in meno derivanti dall'aver vinto o perso il costruttori dell'anno precedente)

 

a me è sempre interessato quasi solo il piloti, nonostante sia un tifoso Ferrari e debba quindi, in teoria, essere più legato al costruttori; ma alla fine penso sia ovvio che ci importi più del piloti, è uno sport soprattutto di uomini, l'uomo è il finalizzatore finale del lavoro di 1000 persone e  ci leghiamo inevitabilmente a colui che porta alla vittoria la Ferrari; nel 2008 ero disperato per aver perso il piloti, del costruttori fregava una mazza. 

 

ciò detto, questo costruttori in particolare mi sarebbe davvero piaciuto tanto vincerlo, per tre motivi:

 

1. dare il giusto riconoscimento alle persone che si sono fatte il culo a Maranello per tirare fuori questa macchina, che come minimo non è stata inferiore alla Mercedes nel corso della stagione

2.  toglierlo ai tedeschi che, loro sì, probabilmente tengono più a questo che al piloti, interrompendo così la peggiore tirannia tecnica che si sia mai vista in F1 ed evitando l'ennesima umiliazione della Mercedes parcheggiata davanti a Maranello 

3. farla pesare a Vettel che così si renderebbe conto ancora di più di aver perso il titolo con la macchina che ha vinto il costruttori ("farla pesare" in senso squisitamente maieutico, si intende)

 

 

 

per quanto riguarda  la seconda parte del tuo discorso, penso che si debba vedere anno per anno che cosa che è successo, come hai detto gli anni in cui la Ferrari ha vinto il costruttori ma non  il piloti sono successe cose molto particolari; vale anche il viceversa, per esempio la McLaren ha vinto il piloti ma non il costruttori in anni altrettanto particolari: 1976 perché l'ha perso Lauda con l'incidente, 1986 perché l'hanno perso i piloti Williams facendosi la guerra (e con sfiga estrema nella gara finale), 1999 incidente di Schumacher, 2008 stagione che sappiamo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
52 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

il mondiale costruttori, per usare un tecnicismo, non conta una sega: non è importante dal punto di vista del prestigio, per il quale è oscurato dal mondiale piloti (di cui tutti si ricordano), e per i top team non è neanche troppo importante per il discorso economico (né Ferrari né Mercedes impostano il bilancio sulla base dei milioni in più o in meno derivanti dall'aver vinto o perso il costruttori dell'anno precedente)

 

a me è sempre interessato quasi solo il piloti, nonostante sia un tifoso Ferrari e debba quindi, in teoria, essere più legato al costruttori; ma alla fine penso sia ovvio che ci importi più del piloti, è uno sport soprattutto di uomini, l'uomo è il finalizzatore finale del lavoro di 1000 persone e  ci leghiamo inevitabilmente a colui che porta alla vittoria la Ferrari; nel 2008 ero disperato per aver perso il piloti, del costruttori fregava una mazza. 

 

ciò detto, questo costruttori in particolare mi sarebbe davvero piaciuto tanto vincerlo, per tre motivi:

 

1. dare il giusto riconoscimento alle persone che si sono fatte il culo a Maranello per tirare fuori questa macchina, che come minimo non è stata inferiore alla Mercedes nel corso della stagione

2.  toglierlo ai tedeschi che, loro sì, probabilmente tengono più a questo che al piloti, interrompendo così la peggiore tirannia tecnica che si sia mai vista in F1 ed evitando l'ennesima umiliazione della Mercedes parcheggiata davanti a Maranello 

3. farla pesare a Vettel che così si renderebbe conto ancora di più di aver perso il titolo con la macchina che ha vinto il costruttori ("farla pesare" in senso squisitamente maieutico, si intende)

 

 

 

per quanto riguarda  la seconda parte del tuo discorso, penso che si debba vedere anno per anno che cosa che è successo, come hai detto gli anni in cui la Ferrari ha vinto il costruttori ma non  il piloti sono successe cose molto particolari; vale anche il viceversa, per esempio la McLaren ha vinto il piloti ma non il costruttori in anni altrettanto particolari: 1976 perché l'ha perso Lauda con l'incidente, 1986 perché l'hanno perso i piloti Williams facendosi la guerra (e con sfiga estrema nella gara finale), 1999 incidente di Schumacher, 2008 stagione che sappiamo. 

Completamente d'accordo. 

 

Aggiungo solo un commento sulla stranezza della Ferrari che perde il piloti. Infatti da quando sono nato io Ferrari ha sempre avuto i piloti migliori (o quasi). Anzi devo dire che con i miei occhi mi sono lamentato parecchie volte della macchina ma quasi mai del pilota (tranne  un po' quest'anno con Seb).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando ci sono situazioni di sostanziale equilibrio è difficile dire quale sia la macchina migliore, nel 2008 dipendeva dai GP e durante la stagione sono cambiati spesso i valori di forza con aggiornamenti più o meno importanti, un po' come quest'anno. Oppure nel 2010-2012 la Ferrari non aveva la macchina migliore, ma considerando la migliore gestione in gara delle gomme che allora si degradavano molto di più, e l'inaffidabilità delle diretti concorrenti (Red Bull e McLaren), è arrivata a giocarsi il titolo piloti seppur lontana nel costruttori. Se hai la macchina più forte nel 100% dei GP è impossibile perdere anche il campionato piloti, a meno che non succeda qualcosa di straordinario. Per dire Schumi anche impegnandosi non avrebbe mai perso alcuni titoli con la Ferrari, al massimo li avrebbe vinti Barrichello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il costruttori non conta nulla, è una cosa simbolica per le squadre, per gli uomini che hanno lavorato duramente.

il prestigio di vincerlo è prossimo allo zero, nessuno se ne ricorderà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ruberekus ha scritto:

 

 

ciò detto, questo costruttori in particolare mi sarebbe davvero piaciuto tanto vincerlo, per tre motivi:

 

1. dare il giusto riconoscimento alle persone che si sono fatte il culo a Maranello per tirare fuori questa macchina, che come minimo non è stata inferiore alla Mercedes nel corso della stagione

2.  toglierlo ai tedeschi che, loro sì, probabilmente tengono più a questo che al piloti, interrompendo così la peggiore tirannia tecnica che si sia mai vista in F1 ed evitando l'ennesima umiliazione della Mercedes parcheggiata davanti a Maranello 

3. farla pesare a Vettel che così si renderebbe conto ancora di più di aver perso il titolo con la macchina che ha vinto il costruttori ("farla pesare" in senso squisitamente maieutico, si intende)

 

 

 

per quanto riguarda  la seconda parte del tuo discorso, penso che si debba vedere anno per anno che cosa che è successo, come hai detto gli anni in cui la Ferrari ha vinto il costruttori ma non  il piloti sono successe cose molto particolari; vale anche il viceversa, per esempio la McLaren ha vinto il piloti ma non il costruttori in anni altrettanto particolari: 1976 perché l'ha perso Lauda con l'incidente, 1986 perché l'hanno perso i piloti Williams facendosi la guerra (e con sfiga estrema nella gara finale), 1999 incidente di Schumacher, 2008 stagione che sappiamo. 

 

1 ora fa, maxilrosso ha scritto:

Completamente d'accordo. 

 

Aggiungo solo un commento sulla stranezza della Ferrari che perde il piloti. Infatti da quando sono nato io Ferrari ha sempre avuto i piloti migliori (o quasi). Anzi devo dire che con i miei occhi mi sono lamentato parecchie volte della macchina ma quasi mai del pilota (tranne  un po' quest'anno con Seb).

 

53 minuti fa, SebMat ha scritto:

Quando ci sono situazioni di sostanziale equilibrio è difficile dire quale sia la macchina migliore, nel 2008 dipendeva dai GP e durante la stagione sono cambiati spesso i valori di forza con aggiornamenti più o meno importanti, un po' come quest'anno. Oppure nel 2010-2012 la Ferrari non aveva la macchina migliore, ma considerando la migliore gestione in gara delle gomme che allora si degradavano molto di più, e l'inaffidabilità delle diretti concorrenti (Red Bull e McLaren), è arrivata a giocarsi il titolo piloti seppur lontana nel costruttori. Se hai la macchina più forte nel 100% dei GP è impossibile perdere anche il campionato piloti, a meno che non succeda qualcosa di straordinario. Per dire Schumi anche impegnandosi non avrebbe mai perso alcuni titoli con la Ferrari, al massimo li avrebbe vinti Barrichello.

 

Generalmente concordo con quanto detto da tutti voi. Ovviamente anche io so che il titolo Costruttori conta molto poco, ma è cmq un piacere vincerlo e toglierlo alla scuderia di cui fa parte il campione del mondo. E come detto da Ruberekus in particolare quest'anno mi farebbe piacere toglierlo alla Mercedes.

 

Per quanto riguarda la stranezza della Ferrari che non ha mai vinto il Piloti senza il Costruttori...Ovviamente è vero che spesso ci troviamo di fronte a macchine in equilibrio, ma è altrettanto vero che statisticamente, visto che la Ferrari oltre ai 16 titoli costruttori è finita anche 16 volte in seconda posizione, è strano che non sia mai riuscita a vincere il Mondiale Piloti negli anni in cui è finita seconda (tranne il '58 appunto). Mentre la perdita del Piloti abbiamo visto che è in parte giustificata dagli eventi che sono capitati in quegli anni e appunto sono cose che possono accadere quando uno si trova cosi spesso in lotta per la vittoria, è strano invece che non sia accaduto il contrario in tante volte che la Ferrari è finita seconda nei Costruttori

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

-1983 : ?

 

tambay e arnoux non valevano prost e piquet, ma erano una bella coppia di piloti molto solidi e veloci, campionato combattuto sia a livello di piloti che di costruttori deciso nelle ultime due gare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Enzo Ferrari ricordava sempre puntigliosamente, a chi gli citava i mondiali Piloti vinti dalla Ferrari, anche i mondiali F1 Costruttori vinti da Maranello.

Ma lui era, appunto, un costruttore.

 

A me, ferrarista dal 1966, il vincere o meno il Costruttori è sempre importato pochissimo, ho sempre avuto l'impressione che a pochissimi (se non i costruttori stessi e forse neppure troppo) importi davvero e sono qui perfettamente d'accordo con Ruberekus ed altri.

Anche nel dire che sarebbe bello vincerlo quest'anno per impedire alla Mercedes un "filotto morale", poi però mi viene da pensare un'altra cosa.

Ovvero che vincere il Costruttori sarebbe un alibi formidabile per non cambiare i vertici del team, cosa che secondo me sarebbe invece doverosa.

La Squadra Ferrari, così come impostata da Marchionne, a mio avviso dovrebbe essere pesantemente riformata.
Invece, per ora, ad un Arrivabene ex venditore di sigarette (e palesemente incapace di gestire un team di vertice) si è affiancato un AD che viene dagli stessi ambienti ed un Leclerc (scelto da Marchionne) il cui rendimento con la Rossa è veramente una scommessa (anche se nessuno gli chiederà di fare subito miracoli, casomai è Vettel che deve uscire dalla crisi).

 

Insomma, io temo per i prossimi anni una Ferrari "stile Fiorio", se non si mettono ai vertici persone capaci e che diano fiducia pure ai piloti.
Vincere il Costruttori, per quanto mi farebbe piacere, potrebbe essere il primo passo per infilarsi in quel tunnel.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da questo punto di vista aveva ragione il Bria. Il titolo costruttori ha cominciato ad essere un po' filato dal '99, quando la ferrari, alla terza sconfitta consecutiva, dovette inventarsi qualcosa per cui festeggiare. Anche la williams, da sempre pro-mondiale costruttore, non so quanto abbia festeggiato nell'86 o '94, mentre penso siano stati ben più felici nell'82. Il mondiale costruttori ha comunque un valore, sia economico sia di "riconoscimento" per il lavoro di una squadra; resta il fatto che chi perde il piloti non fa certo grossi party a fine anno in fabbrica.

 

Riguardo le statistiche Ferrari e Mclaren, penso che nel primo caso ci siano state parecchie sfighe (pensiamo solo all'82 che influenzò pesantemente anche l'anno dopo), ma anche gestione del team spesso troppo allegra; passano i decenni ma in Ferrari c'è sempre troppa gente a briglie sciolte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dal mio punto di vista conta tanto per chi la vince, conta zero per chi la perde. 

Conta e non poco. Chiaramente a livello mediatico di meno rispetto a quello piloti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, The King of Spa ha scritto:

 

tambay e arnoux non valevano prost e piquet, ma erano una bella coppia di piloti molto solidi e veloci, campionato combattuto sia a livello di piloti che di costruttori deciso nelle ultime due gare.

 

:up:

 

4 ore fa, Astor ha scritto:

Enzo Ferrari ricordava sempre puntigliosamente, a chi gli citava i mondiali Piloti vinti dalla Ferrari, anche i mondiali F1 Costruttori vinti da Maranello.

Ma lui era, appunto, un costruttore.

 

A me, ferrarista dal 1966, il vincere o meno il Costruttori è sempre importato pochissimo, ho sempre avuto l'impressione che a pochissimi (se non i costruttori stessi e forse neppure troppo) importi davvero e sono qui perfettamente d'accordo con Ruberekus ed altri.

Anche nel dire che sarebbe bello vincerlo quest'anno per impedire alla Mercedes un "filotto morale", poi però mi viene da pensare un'altra cosa.

Ovvero che vincere il Costruttori sarebbe un alibi formidabile per non cambiare i vertici del team, cosa che secondo me sarebbe invece doverosa.

La Squadra Ferrari, così come impostata da Marchionne, a mio avviso dovrebbe essere pesantemente riformata.
Invece, per ora, ad un Arrivabene ex venditore di sigarette (e palesemente incapace di gestire un team di vertice) si è affiancato un AD che viene dagli stessi ambienti ed un Leclerc (scelto da Marchionne) il cui rendimento con la Rossa è veramente una scommessa (anche se nessuno gli chiederà di fare subito miracoli, casomai è Vettel che deve uscire dalla crisi).

 

Insomma, io temo per i prossimi anni una Ferrari "stile Fiorio", se non si mettono ai vertici persone capaci e che diano fiducia pure ai piloti.
Vincere il Costruttori, per quanto mi farebbe piacere, potrebbe essere il primo passo per infilarsi in quel tunnel.

 

 

Potrebbe essere come dici tu, ma magari potrebbe anche essere che vincerlo sia uno stimolo a fare ancora meglio l'anno prossimo...Non credo che questo minimo riconoscimento possa far "sedere" il nostro reparto tecnico che negli ultimi 2 anni è stato eccellente.

 

3 ore fa, Natural Blonde Killer ha scritto:

conta come Bottas per Mercedes o Kimi per Ferrari.. nulla

 

3 ore fa, The-Flying-Finn ha scritto:

Dal mio punto di vista conta tanto per chi la vince, conta zero per chi la perde. 

Conta e non poco. Chiaramente a livello mediatico di meno rispetto a quello piloti.

 

Addirittura nulla mi sembra un pò forte come affermazione....non credo che sarebbero molto contenti in Mercedes di perderlo :asd:

Ovvio che a livello mediatico l'importanza è minima come dice giustamente The-Flying-Finn

 

4 ore fa, M.SchumyTheBest ha scritto:

Da questo punto di vista aveva ragione il Bria. Il titolo costruttori ha cominciato ad essere un po' filato dal '99, quando la ferrari, alla terza sconfitta consecutiva, dovette inventarsi qualcosa per cui festeggiare. Anche la williams, da sempre pro-mondiale costruttore, non so quanto abbia festeggiato nell'86 o '94, mentre penso siano stati ben più felici nell'82. Il mondiale costruttori ha comunque un valore, sia economico sia di "riconoscimento" per il lavoro di una squadra; resta il fatto che chi perde il piloti non fa certo grossi party a fine anno in fabbrica.

 

Riguardo le statistiche Ferrari e Mclaren, penso che nel primo caso ci siano state parecchie sfighe (pensiamo solo all'82 che influenzò pesantemente anche l'anno dopo), ma anche gestione del team spesso troppo allegra; passano i decenni ma in Ferrari c'è sempre troppa gente a briglie sciolte.

 

Questo è uno dei punti su cui volevo arrivare anche io. Certo le sfortune hanno contato come abbiamo detto...e come detto è ovvio che essendo la Ferrari spesso in lotta per il Mondiale è statisticamente probabile che ci si ritrovi in situazioni sfortunate (come appunto nei mondiali '76, '82, '99 o falsati come il 2008)

Ma non può essere solo la sfortuna invece a spiegare l'evento opposto, cioè che non siamo stati mai capaci di vincere il Mondiale Piloti con una macchina "inferiore" e i casi in cui questa cosa si è verificata sono tanti: su 16 volte che siamo finiti secondi nei costruttori e in più ci voglio aggiungere anche il 2010 che finimmo terzi nei costruttori, per ben 11 volte siamo stati in lotta per il titolo piloti ma non lo abbiamo mai portato a casa.

Precisamente:

'59;  '70(però in quell'anno ci fu la morte di Rindt e l'assegnazione postuma a lui del titolo...quindi si potrebbe anche non considerare);

'74 ; '85 (con la questione turbine KKK e i 4 ritiri consecutivi a fine mondiale); '90 (incidente Prost-Senna); era Schumi ('97 - '98 - '06); era Alonso ('10 - '12); e infine era Vettel ('17) con la minima speranza che il '18 finisca nell'altra eventualità.

 

Guardando sommariamente come andarono quei mondiali diciamo che gli eventi mi portano a condividere molto quello che dici alla fine e soprattutto mi fanno sempre pensare a una debolezza politica cronica della Ferrari.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, Ruberekus ha scritto:

il mondiale costruttori, per usare un tecnicismo, non conta una sega: non è importante dal punto di vista del prestigio, per il quale è oscurato dal mondiale piloti (di cui tutti si ricordano), e per i top team non è neanche troppo importante per il discorso economico (né Ferrari né Mercedes impostano il bilancio sulla base dei milioni in più o in meno derivanti dall'aver vinto o perso il costruttori dell'anno precedente)

 

a me è sempre interessato quasi solo il piloti, nonostante sia un tifoso Ferrari e debba quindi, in teoria, essere più legato al costruttori; ma alla fine penso sia ovvio che ci importi più del piloti, è uno sport soprattutto di uomini, l'uomo è il finalizzatore finale del lavoro di 1000 persone e  ci leghiamo inevitabilmente a colui che porta alla vittoria la Ferrari; nel 2008 ero disperato per aver perso il piloti, del costruttori fregava una mazza. 

 

ciò detto, questo costruttori in particolare mi sarebbe davvero piaciuto tanto vincerlo, per tre motivi:

 

1. dare il giusto riconoscimento alle persone che si sono fatte il culo a Maranello per tirare fuori questa macchina, che come minimo non è stata inferiore alla Mercedes nel corso della stagione

2.  toglierlo ai tedeschi che, loro sì, probabilmente tengono più a questo che al piloti, interrompendo così la peggiore tirannia tecnica che si sia mai vista in F1 ed evitando l'ennesima umiliazione della Mercedes parcheggiata davanti a Maranello 

3. farla pesare a Vettel che così si renderebbe conto ancora di più di aver perso il titolo con la macchina che ha vinto il costruttori ("farla pesare" in senso squisitamente maieutico, si intende)

 

 

 

per quanto riguarda  la seconda parte del tuo discorso, penso che si debba vedere anno per anno che cosa che è successo, come hai detto gli anni in cui la Ferrari ha vinto il costruttori ma non  il piloti sono successe cose molto particolari; vale anche il viceversa, per esempio la McLaren ha vinto il piloti ma non il costruttori in anni altrettanto particolari: 1976 perché l'ha perso Lauda con l'incidente, 1986 perché l'hanno perso i piloti Williams facendosi la guerra (e con sfiga estrema nella gara finale), 1999 incidente di Schumacher, 2008 stagione che sappiamo. 

corrono gli uomini o le macchine?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo feci notare tempo fa, concentrandomi soprattutto dagli anni '80 in poi. A parte il lustro d'oro e il 2007 (con un finale di stagione che capita una volta ogni 100 anni) la ferrari ha sempre fallito il mondiale piloti, perdendone qualcosa come 12-13, contro i 6 vinti. Ok una volta l'auto, una volta il pilota, un'altra volta la sfiga, però ci sono gestioni all'interno della squadra che, passano i decenni, ma penose restano. Pensiamo a quella del '90 tra prost e mansell (con tanto di murata all'estoril), o nel 2008 kimi e felipe, e le ultime con vettel e raikkonen. L'incapacità di gestire team e piloti è una cosa che da decenni fa parte del dna ferrari, e dal quale non sembra uscirne, e i risultati ne sono una conseguenza. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In uno sport in cui il livello di tensione è sempre altissimo, perchè ricordiamoci che nonostante la sicurezza negli ultimi anni abbia fatto passi da gigante è comunque una disciplina che resta pericolosa, la pressione gioca un ruolo fondamentale. In Italia la passione per le corse ha pochi eguali (basta guardare lo spettacolo che ogni volta regala in GP di Monza), in più credo abbia più tifosi in giro per il mondo la Ferrari che tutte le altre scuderie messe insieme. E' molto più facile commettere errori in questa situazione che altrove, che siano errori del pilota, ingegneri, meccanici, strateghi ecc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che siano 2 facce della stessa medaglia....

Sicuramente lavorare a Maranello ti mette più sotto pressione per tanti motivi, allo stesso tempo è vero che molto spesso ci sono state decisioni discutibili sia dal lato politico che relativamente alla gestione dei piloti.

Non è un caso che negli anni in cui politicamente siamo stati più forti (ma neanche cosi tanto come in tanti hanno sempre voluto far credere e mai come la Mercedes degli ultimi anni) e dove non ci sono stati dubbi su chi era il pilota di punta, sono arrivate le vittorie. Allo stesso tempo però ricordiamo come persino con Schumi sono stati persi 3 Mondiali...anche se nel '97-'98 probabilmente fu più un miracolo di Schumi averli mantenuti aperti più che la competitività della macchina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quanto ne so io, Williams fu sempre contento di vincere il campionato Costruttori e si arrabbiava molto quando lo perdeva come nel 1995. Interessava solo quello.

 

Da fonti note, attualmente, alle squadre interessa di più il costruttori anche se il piloti è il vero campionato. Per i team, i soldi contano prima di tutto e tutti vogliono essere davanti. Lo diceva pure Marchionne.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per il prestigio conta il mondiale piloti per i soldi quello dei costruttori. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma quali soldi che a colossi come mercedes e ferrari la differenza economica tra primo e secondo fa un baffo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Rio Nero ha scritto:

Per il prestigio conta il mondiale piloti per i soldi quello dei costruttori. 

Esatto.

 

42 minuti fa, Beyond ha scritto:

ma quali soldi che a colossi come mercedes e ferrari la differenza economica tra primo e secondo fa un baffo

Per quanto siano colossi, alla fine i numeri devono chiudere e i vari team principal devono fare rapporto agli azionisti. In poche parole, se Wolff perde il mondiale costruttori, gli fanno un cullo come una capanna. In generale, più si è ricchi, più si fa attenzione ai soldi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×