Vai al contenuto
[LIVE] Stasera h21 Sorteggio Quarti Premio Bannato 2018 Leggi di più... ×
mclarenforever

proposte per le regole dal 2021 in poi

Messaggi raccomandati

E’ possibile recuperare il totale numero di sorpasso in una singola stagione dagli anni 80’/90’ ad oggi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎04‎/‎12‎/‎2018 Alle 10:58, Ruberekus ha scritto:

mah, secondo me in questi due anni si era raggiunto un buon equilibrio tra prestazioni delle vettura, difficoltà di guida (queste macchine non sono mica facili da guidare) e possibilità di sorpassi che non siano semplici scambi di posizione DRS-assistiti; le macchina erano tornate anche a essere gradevoli estaticamente

 

non si è capito perché si siano precipitati a cambiare le regole per cercare di risolvere un non problema con una soluzione che molto probabilmente non avrà alcun effetto.  

Non vorrei che lo facciano per mischiare i valori in campo… perché la sensazione è che in ogni caso ci sarebbero davanti sempre quei tre team

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, Ruberekus ha scritto:

il problema dello stare in scia però al momento è più un problema di gomme di m***a che di aerodinamica 

 

ricordo i GP di Imola 2005 e 2006 con Alonso e Schumacher incollati per metà gara senza problemi, e allora la aerodinamica non era certo inferiore a quella attuale, ma c'erano ben altre gomme. 

 

Secondo me hai fatto l'esempio sbagliato. In quei due casi c'era una macchina di due secondi più veloce e quindi restava attaccata dietro perchè chi era davanti era molto più lento. Solo che la pista non consentiva di passarlo.

 

23 ore fa, Rio Nero ha scritto:

Vorrei dire la mia.

Mi potete indicare i gran premi dal 2016 al 2018 dove ci sono stati più sorpassi, eliminando le gare corse sul bagnato?

Noterete che  tali circuiti sono tutti quelli che hanno un rettilineo minimo di 800 metri con una curva susseguente da prima o seconda marcia.

L'aerodinamica è si sofisticata,  ma il fattore determinante è ancora il circuito dove si corre la gara.

Se si eliminassero circuiti anti sorpasso come Montecarlo, Singapore, Melbourne, Budapest ed altri 3 o 4 si risolverebbe in parte il problema.

 

Ciò che dice è vero ma è vero che negli anni '80 si sorpassavano un sacco a Budapest e Jerez (a Monaco no invece). Attualemnte in IndyCar si sorpassano un sacco pure a Barber e altri budelli. Addirittura, con il basso carico le gare più noiose sono su ovale.

 

Per i Venturi, intendevo canali unificati come in IndyCar. Fare l'effettuo suolo libero pur se limitato sarebbe una follia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Alex_Ferrari ha scritto:

c'è questo ma mancano le ultime due stagioni: http://cliptheapex.com/overtaking/

 

Rendiamoci conto della follia a cui si era arrivati nel 2012....

1143....MILLECENTOQUARANTATRE sorpassi...ce ne sta uno che valga la pena ricordare??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

direi Alonso su Grosjean a Valencia, Vettel su Button ad Abu Dhabi, Räikkönen su Schumacher a Spa se la memoria non mi inganna 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Kimi su Schumacher ad Interlagos ->

 

 

Sempre di Kimi, su Hulkenberg ad Austin -> 

 

Su di Resta ad Hockenheim ->

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente bei sorpassi, che a mio parare però si perdono e vengono sviliti in questo gran mucchione di 1143 sorpassi creati artificialmente con gomme senza senso e drs...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

Sicuramente bei sorpassi, che a mio parare però si perdono e vengono sviliti in questo gran mucchione di 1143 sorpassi creati artificialmente con gomme senza senso e drs...

 

Direi con le gomme perchè con DRS non si arriva a tali livelli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, maxilrosso ha scritto:

Non vorrei che lo facciano per mischiare i valori in campo… perché la sensazione è che in ogni caso ci sarebbero davanti sempre quei tre team

 

sicuramente per abbassare i costi, e invogliare nuovi motoristi/team ( :rolleyes: )

Modificato da The King of Spa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 4/12/2018 Alle 09:11, crucco ha scritto:

 

Io sinceramente come semplificazione, mi aspetterei - ma non mi aspetto nulla in realtà (conosco la F1 e sono d'accordo con chatruc sul fatto che nessuno voglia cambiare, soprattuto chi è al vertice) - una vera semplificazione e non una presa per il cuIo. Siamo alle solite, ogni volta che si parla di cambiamenti. In realtà non cambia nulla di ciò che veramente dovrebbe cambiare.

 

Perché le modifiche da fare sono drastiche, non operazioni di cosmesi.

 

a proposito

 

https://it.motorsport.com/f1/news/tost-esclusivo-i-regolamenti-andrebbero-scritti-e-proposti-senza-chiedere-nulla-agli-ingegneri/4308169/

 

Cosa trova di sbagliato nel regolamento attuale?
“Le monoposto che vediamo oggi sono fantastiche, hanno una velocità in curva pazzesca, ma chi è in grado di vederla? Nessuno può cogliere quanto carico aerodinamico hanno queste vetture, ormai è difficile anche capire quando iniziano a frenare. All’inizio della stagione vado spesso in pista a Barcellona, alla prima chicane, e vedi le monoposto arrivare, una breve frenata, un veloce cambio di direzione e via: tutto in un batter d’occhio. Se vai alla curva 4 di Budapest senti vibrare le barriere e quasi fai fatica a mettere a fuoco la monoposto che passa. Ero lì con Gerhard Berger, ed anche lui era scioccato e alla fine ci siamo detti che solo i piloti possono rendersi conto di queste performance. Chi altro può coglierle oltre chi è al volante? Se chi è fuori non può apprezzare queste prestazioni, non ha senso avere un carico aerodinamico così elevato, e alla fine si coglie solo il lato negativo, ovvero che nessuno può seguire un avversario da vicino perché l’aria sporca crea problemi a chi segue. Come possiamo pensare di incrementare i sorpassi in questo modo?”.

Se ne parla da anni...
“In FIA e FOM ci sono le persone molto esperte, come Ross Brawn e Pat Symonds, e credo sappiano esattamente cosa si dovrebbe fare. Se si riducesse il carico aerodinamico del 40 o del 50 per cento, le vetture sarebbero molto meno stabili in curva, e il pubblico vedrebbe i piloti lottare con le monoposto, senza considerare che sarebbero più veloci in rettilineo e aumenterebbe parecchio la possibilità di superare perché generando meno aria sporca aumenterebbe l’effetto scia. Non credo che un regolamento del genere sia difficile da proporre e realizzare, bisogna solo volerlo".

Ma allora chi si oppone ad una svolta del genere?
“Le squadre! Non bisognerebbe mai chiedere nulla alle squadre! I regolamenti andrebbero scritti e poi proposti: chi ci sta bene, altrimenti tanti saluti. Ma oggi non si fa nulla senza chiedere ai team, tutto parte dal 'gruppo di lavoro dei tecnici', e chi decide? Ingegneri, non si dovrebbe mai chiedere nulla agli ingegneri, per loro non ha alcuna valenza il budget, non è nella loro visione delle cose perché fanno un altro lavoro. Ahimè, è proprio così”.

Non sembra un fan dell’high-tech…
“Abbiamo una Formula 1 high-tech, una power unit fantastica sotto questo aspetto. Ma ci sono due aspetti che dobbiamo considerare. Quante delle persone che sono sulle tribune sono interessate a questo aspetto? L’uno per cento? Può essere. Se ci sono persone interessate all’high-tech, credo che siano appassionate ad una tecnologia che possono comprare su un auto stradale, non ad una macchina di Formula 1 che guardano per divertimento, per provare un’emozione. In più in Formula 1 abbiamo una tecnologia talmente esasperata da scoraggiare l’ingresso di nuove case, perché ovviamente sanno che ci vogliono anni e centinaia di milioni per raggiungere il livello di Ferrari, Mercedes e Honda. Guardiamo alla Honda e al numero di anni che ha impiegato per raggiungere la concorrenza. Siamo proprio sicuri che questo sia il DNA della Formula 1? Non credo, la Formula 1 dovrebbe essere uno sport in grado di offrire gare interessanti, non scontante, e duelli in pista. Credo che questo voglia vedere il pubblico, ne sono convinto”.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Andate a cercare miei post del passato, quando ancora partecipavo. L‘ho scritto più di una volta:

 

sopra la federazione, che organizza il campionato e fa i regolamenti e ditto le squadre, che partecipano E BASTA!

 

Inoltre servirebbe un gruppo di tecnici federali con il compito di verificare le monoposto su tutti i circuiti, per avere uniformità di giudizio ed evitare verdetti contrastanti o differenti.

 

Lo stesso dicasi per la valutazione del comportamento dei piloti in pista (altro gruppo per tutta la stagione).

 

La separazione fra federazikne e team dovrebbe portare anche a SC e medical car NON formite da un concorrente partecipante al campionato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×