Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×
Spa_83

Capelli - Alboreto - Patrese - Trulli - Fisichella - Liuzzi

Messaggi raccomandati

Ciao...un vostro parere su questi piloti?

 

Trulli a mio parere è stato discreto...e a volte anche qualcosa in più...fisichella e liuzzi insomma va bhe..

 

gli altri ero piccolino...sicuramente alboreto aveva qualità e anche capelli...patrese non so che dire...conosco pochissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ricordo bene solamente Trulli Fisico e Liuzzi...con Trulli che in più di un'occasione ha dimostrato belle cose...anche Fisico in Renault, se non ricordo male, qualcosa di buono l'ha fatta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posso commentare solo gli ultimi tre. Trulli e Fisichella a tratti hanno tenuto anche Alonso (ovvio, Alonso di in zio carriera e solo per alcune gare). Liuzzi meglio di quelli che si vedono adesso, ma mai fatto un granché.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Manca De Angelis nella lista, visto che correva nella stesso momento con Alboreto e Patrese.

Capelli, Fisichella e Trulli erano piloti di buon livello, ma Patrese, Alboreto e De Angelis erano forse un gradino sopra. Liuzzi forse il più scarso tra quelli nominati.

Il migliore penso sia stato Alboreto, ha dimostrato di saper competere per il campionato del mondo, poi perso non per colpa sua, contro Prost, non un pincopalla qualsiasi.

De Angelis ha corso in squadra con Senna, senza sfigurare.

Fisichella credo sia stato il migliore tra gli ultimi italiani apparsi in F1, ha vinto diverse gare e fatto ottime prestazioni, specialmente ad inizio carriera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Aviatore_Gilles. Ricordo anche le belle parole che il boscaiolo spese per descrivere la capacità di gestione e sfruttamento della meccanica di Alboreto. Capelli mi deluse (non capisco cosa gli successe) in Ferrari. Alla March/Leyton House o come si chiamava (grazie Adrian!) fece bene e mi illusi che avessimo trovato un altro pilota di vertice.

 

Una menzione particolare per la simpatica moglie di Patrese. :asd:

 

 

Modificato da crucco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capelli questi grandissimi sprazzi di classe non li aveva mai forniti, e mi pare abbia vissuto un po' troppo nella gloria di Le Castellet '90. In questo (vecchio come il cucco) confronto tra i piloti italiani degli ultimi 30 anni non ho dubbio alcuno nel porre De Angelis al primo posto e Alboreto al secondo, nonostante un declino troppo lungo per quest'ultimo. Mi sarebbe piaciuto vedere Bruni su un'auto più competitiva, visto l'ottimo pilota che è diventato con le GT. Di Patrese non mi spiegherò mai il crollo nel 1992: va bene la Williams tutta protesa a supportare Mansell, ma fu una stagione da pensionato; ancor peggio dopo un '91 di buon livello, che l'aveva visto competere per il titolo almeno fino al ritiro di Monza (dopo aver superato un Senna che nemmeno Mansell riusciva a sopravanzare).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La stagione di Capelli fu un enigma. Qualche informazione sono riuscito a recuperarla, ma ci sono parecchi lati oscuri (ho provato anche a chiedere a Ivan, ma non ha mai risposto ai messaggi che scrivo in diretta, trovano forse più interessanti le domande idiote, che oltretutto sono sempre le stesse :asd: ).

Ivan secondo me era molto bravo, ma soffriva molto le criticità della vettura. Se noti quando si andava a correre su piste poco sconnesse o con tanto carico, arrivavano le performance migliori, a volte più veloce di Alesi. Mentre nelle piste dove la macchina si dimostrava molto più instabile e forse dove servivano più i maroni che la tecnica, Alesi aveva la meglio.

L'ambiente Ferrari semplicemente lo demolì psicologicamente, è stato proprio triturato da dirigenza e stampa. Lessi che ad inizio stagione fu molto critico nei confronti della vettura, non la definì un bidone, ma criticò il telaio e l'aerodinamica, affermando che la macchina non era per niente competitiva e questo lo isolò all'interno della scuderia, anche perché Alesi diceva che la vettura era fantastica (Alesi ragionava più di cuore che di testa :asd: ).

Dalla sua parte rimase solo l'Ing Lombardi, ma quando Ivan criticò il motore, anche l'ing gli voltò le spalle e dopo un paio di gare Ivan rimase praticamente da solo. La stagione poi diede ragione a Capelli, ma ormai la frittata era fatta e nessuno gli dava più una mano. Cercò di fare del suo meglio, ma fece alcuni incidenti (tipo quello del Canada, dove uscì pericolosamente di strada, ma non per colpa sua, ma per un errore dei meccanici), e ad ogni errore o ritiro la colpa veniva dati quasi esclusivamente al pilota.

Pensa che dopo il gp del Portogallo gli diedero in mano il comunicato con il quale ufficialmente lo licenziarono; ma fu l'addetto stampa a farlo, non si scomodarono ne Montezemolo e ne la dirigenza FIAT. Inoltre quando ricevette il comunicato non poté fare niente, perché lo avevano già dato in mano alla stampa. Questo fa capire la considerazione di cui godeva in Ferrari.

Secondo me in quel periodo era sostanzialmente una squadra di m***a, con un ambiente pessimo. Lui soffrì molto questo, anche perché Ivan mi sembra veramente una brava persona. Lo stesso Alesi capì, qualche anno dopo, cosa significasse essere messo da parte.

Nel 1993 provò a rimettersi in gioco con la Jordan, ma dopo 2 gare mollò di colpo e si ritirò dalla F1...aveva 29 anni. Secondo me prese una batosta mica da poco, chissà che cosa passò.

Spero un giorno di poterlo chiedere direttamente a Ivan.

Peccato perché per me era validissimo come pilota, quello che fece con la Leyton House fu davvero grandioso, specialmente nel 1988.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

De Angelis e Alboreto sono due che in condizioni ottimali (ma veramente ottimali) avrebbero potuto vincere tranquillamente un mondiale. Sono riusciti a farlo piloti del tutto paragonabili quindi...

Capelli ingiudicabile sia per la Ferrari sia perchè i suoi sprazzi con la Leyton, secondo me , furono anche legati a una macchina particolare seppur non vincente.

Trulli per me è sempre stato più forte di Fisichella. Purtroppo non ha mai goduto di sponsor pesanti e a livello mass mediatico pagava rispetto a Fisico.

Pure nelle scelte non fu fortunatissimo. In Jordan sembrava la scelta giusta ma fu l'inizio declino, in Reanult a inizio risalita ma poi scaricato (in maniera scandalosa) proprio alla vigilia dell'esplosione che portò ai titoli. Con la Toyota per me era già in parabola discendente, dopo la brutta storia con Briatore. Nonostante questo fece delle belle gare e in qualifica viaggiava.

Fisichella ha fatto dei bei risultati con macchine non granchè. Tuttavia il massacro subito da Alonso, dopo l'esordio stupendo, me lo ridimensionò parecchio. A meno che non fosse stato messo "al suo posto" stile Trulli.

Però non credo perchè qualcosa sarebbe venuto fuori. E poi Alonso era un livello superiore comunque.

Adesso dirlo sembra una cazzata gigantesca ma io ci credevo che potesse lottare per il titolo, dopo la vittoria in Australia. Anche in Malesia non andò male, finale escluso. Poi il gap con Alonso fu sempre insostenibile.

 

 

 

 

Modificato da biuspeed

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giusto anch'io leggendo un po' le interviste di Capelli su AS mi sono ricordato del licenziamento del 92 e non capisco che senso abbia avuto, Larini ha fatto di molto meglio? c'era il fatto che era stato voluto da Fiorio e quest'ultimo venne messo da parte. Nerl 1988-89 fu uno dei pochi a combattere per la vittoria in certe gare con la McLaren quando disponeva nell'88 solo di un motore aspirato . Per quant origuarda gli Italiani negli anni 90 quello che ha fatto meglio è stato Fisichella ma ha guidato anche macchine molto competitive. Trulli non mi ha mai convinto; Liuzzi ha guidato poco per giudicarlo ma penso che avrebbe potuto fare dei discreti campionati, meglio di Trulli sicuramente.

Il miglior pilota del dopo Ascari sono stati senz'altro Alboreto e de Angelis scartato dal team addirittura col quale fu in testa al mondiale quell'anno (1985) e aveva finito 3° l'anno prima, ho letto che Mansell aveva litigato pesantemente con Warr, non era un personaggio facile e certamente anche poco lungimirante anche perchè con Senna non ha vinto titoli nostante le ottime prestazioni e l'ottima macchina costruita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Una menzione particolare per la simpatica moglie di Patrese. :asd:

 

 

 

Fa piacere notare che "le tette della moglie di Patrese" (da non confondere con "le tette di Claudia Peroni") abbiano sostituito Alonso che rompe le noci col collo nella obsession list di @crucco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giusto anch'io leggendo un po' le interviste di Capelli su AS mi sono ricordato del licenziamento del 92 e non capisco che senso abbia avuto, Larini ha fatto di molto meglio? c'era il fatto che era stato voluto da Fiorio e quest'ultimo venne messo da parte. Nerl 1988-89 fu uno dei pochi a combattere per la vittoria in certe gare con la McLaren quando disponeva nell'88 solo di un motore aspirato . Per quant origuarda gli Italiani negli anni 90 quello che ha fatto meglio è stato Fisichella ma ha guidato anche macchine molto competitive. Trulli non mi ha mai convinto; Liuzzi ha guidato poco per giudicarlo ma penso che avrebbe potuto fare dei discreti campionati, meglio di Trulli sicuramente.

Il miglior pilota del dopo Ascari sono stati senz'altro Alboreto e de Angelis scartato dal team addirittura col quale fu in testa al mondiale quell'anno (1985) e aveva finito 3° l'anno prima, ho letto che Mansell aveva litigato pesantemente con Warr, non era un personaggio facile e certamente anche poco lungimirante anche perchè con Senna non ha vinto titoli nostante le ottime prestazioni e l'ottima macchina costruita

Io non credo che Liuzzi avrebbe mai potuto fare cose a livello di Trulli. Quasi vincere un gp con una Prost, fare numeri e vincere a Montecarlo, tenere testa ad Alonso in rampa di lancio per diverse gare.

Essere in generale un pilota veloce nel giro secco con gente tipo Schumacher, Montoya, Raikkonen, Alonso in giro.

Per me è fantascienza da quel poco che ricordo di Liuzzi. Mi sembrava un filo tendente all'errore e incidente ma potrei sbagliarmi.

Di schifezze ne ha guidate pure Trulli in carriera.

 

Modificato da biuspeed

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liuzzi prometteva molto in F3 e F3000 ed entrò in F1 dalla porta principale con la Toro Rosso ma non riuscì a fare bene. Senza se e senza ma, dopo alcune gare gli preferirono altri piloti. Bisogna ammettere che in F1 non era forte. In tutte le interviste diceva che aveva avuto sfortuna. Il pilota che parla di sfortuna è un perdente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Fa piacere notare che "le tette della moglie di Patrese" (da non confondere con "le tette di Claudia Peroni") abbiano sostituito Alonso che rompe le noci col collo nella obsession list di @crucco.

 

 

Ne ho anche altre di ossessioni... ma le tette restano le tette. E poi è proprio simpatica! :lol2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liuzzi prometteva molto in F3 e F3000 ed entrò in F1 dalla porta principale con la Toro Rosso ma non riuscì a fare bene. Senza se e senza ma, dopo alcune gare gli preferirono altri piloti. Bisogna ammettere che in F1 non era forte. In tutte le interviste diceva che aveva avuto sfortuna. Il pilota che parla di sfortuna è un perdente.

Si ma insomma non era certo promettente come Trulli che fece numeri notevoli prima della f1. E li fece anche dopo poco in f1 con macchine non proprio fantastiche.

Comunque Liuzzi, se non sbaglio, si è fatto quattro o cinque stagioni. Insomma non gli è andata così male vedendo altri casi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Trulli era forte in qualifica ma in gara dimostrava meno incisività. Lo dimostrò soprattutto il primo anno alla Jordan, Liuzzi invece ebbe la sfortuna di guidare poco la Red Bull probabilmente a causa degli sponsor e poi sappiamo che li o sfondi subito o ti mandano via, fosse rimasto in F1 avrebbe avuto una discreta carriera. I migliori anni di Trulli sono quelli con la Toyota delle ultime stagioni dove acquisì un po' di tenacità anche in gara, fece anche diversi podi. Però vinse solo una gara; ha rischiato di fare come de Cesaris altro pilota veloce Italiano.

Patrese era un altro dei grandi piloti del dopoguerra Italiaco ebbe il problema con la morte di Peterson per cui fu accusato ingiustamente, la sua carriera ebbe un punto di stallo ma prima di approdare per una scuderia forte tipo Brabham o Williams aveva già dimostrato buone doti velocistiche e poi ricordo anche che sulla Brabham BT52 era sempre più veloce di de Angelis

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alboreto era sicuramente molto forte e le due vittorie con la Tyrrell lo dimostrano. Purtroppo finì in Ferrari e lì cominciarono un sacco di polemiche con i giornalisti. Infine ci fu poi la preferenza per Berger che da metà '87 lo mise in ombra. Nelle prime gare di quella stagione era ancora molto forte. Poi fece cose altrettanto belle al ritorno in Tyrrell.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E fu messo ancora da parte per far posto ad Alesi, nonostante il podio a città del messico e le ottime prestazioni mostrate.

Alboreto non andò mai d'accordo con Barnard, anzi direi che i due si detestavano proprio. Iniziò bene il 1987, poi ci furono 8000 ritiri consecutivi.

Modificato da Aviatore_Gilles

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E fu messo ancora da parte per far posto ad Alesi, nonostante il podio a città del messico e le ottime prestazioni mostrate.

Alboreto non andò mai d'accordo con Barnard, anzi direi che i due si detestavano proprio. Iniziò bene il 1987, poi ci furono 8000 ritiri consecutivi.

 

Da dire che Alesi era molto promettente in F3000 (infatti vinse il titolo) e campione di F3 e in più aveva i soldi della Camel. La Tyrrell aveva lo sponsor Tyrrell a inizio 1989.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×