Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×
Ferrarista

Scandalo industria automobilistica tedesca

Messaggi raccomandati

Rettifico si, nel notiziario della sera poi ne hanno parlato. In quello del giorno non ne avevano fatto menzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo penso da quando, ormai 15 anni fa, avevano messo sul mercato il 2.0 ad iniezione diretta. Un disastro sul piano dell'affidabilità, seguito dai benza tsi, altro disastro e dai 1.6 tdi, ancora rogne a manetta.

Il tutto condito da interni che dopo pochi anni si scioglievano, alla faccia della qualità.

Vivono di rendita da secoli ormai, ma non c'è niente da fare vw (audi/skoda/seat) è sinonimo di qualità, e la comprano tutti.

Certo, se poi la macchina la cambi ogni 4/5 anni la qualità dei materiali è buona anche su una prinz, e magari con la garanzia non ci spendevi neanche troppo (ma anche no) a parte restare a piedi.

Poi ci sarà sempre il finn del caso che si è sempre trovato bene e ci sta per la legge dei grandi numeri, ma secondo me paghi un nome, come con Apple, non qualità.

Sul lato motori i crucchi hanno tutto da imparare dalla fiat (pre marchionne) o dai francesi.

Per la qualità è tutto cinema, se vuoi materiali di pregio per gli interni spendi 100 carte per una macchina, non 30 invece che 26 dei concorrenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ormai 4 anni di scandali hanno fatto capire che sono come se non peggio degli altri. La cosa divertente è che la questione non è così pubblicizzata dai media tedeschi, ben consci che se crolla l'industria tedesca, finiscono tutti col c*lo a terra. E intanto le Golf continuano a vendersi come il pane...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scandalo è il termine giusto per indicare la soluzione (soluzione???) trovata dal governo tedesco al rischio di blocco esteso dei veicoli diesel Euro 4 ed Euro 5 in molte città tedesche.

 

2 possibilità:

 

1 - incentivo fino a 6.000 EUR (variabile da casa a casa) per l'acquisto di un'auto (teoricamente) pulita

2 - aggiornamento tecnico (non chiedetemi cosa sia, catalizzatore aggiuntivo od altro) a spese dei costruttori

 

Teoricamente non male, se non che tranne VW (che vorrebbe accollarsi fino all' 80 % delle spese) nessuno dei costruttori è disposto a prendere in considerazione la seconda possibilità.

 

Come dice il venerabile Ferrarista (alias Past, alias Pastenha, Pasteña, o amichevolmente Pastiera di m***a): "crucchi di merda".

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La soluzione auspicabile sarebbe la seconda. Loro hanno creato il casino e loro lo risolvono. Chiaramente ai costruttori conviene che sia il governo a fare tutto. Francamente non ci vedo neanche il problema, la Germania ha un tale surplus economico che potrebbe tranquillamente permettersi incentivi statali a tutti i possessori di diesel fino a euro 5.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io davvero non mi spiegavo come avesse fatto il gruppo WV a reggere dopo il dieselgate. Chiaramente anche i tedeschi, per quanto bravi siano non riescono a mettere tutta la polvere sotto al tappeto ed il gruppo sta affondando sotto i vari scandali. Già il mese scorso hanno dovuto sospendere a produzione della Golf per riadattare i volumi alle richieste.

La cosa che dispiace è che per le porcherie di questa gente, pagheranno lavoratori ed operai.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ferrarista, sai dirmi che ne pensano in Germania della Opel? In famiglia abbiamo avuto a che fare con varie vetture del marchio che si è fuso con PSA e siamo abbastanza soddisfatti(nessun grosso problema anche con mezzi anzianotti).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra i marchi non premium è sicuramente meno popolare di Volkswagen, ma comunque se ne vedono tante in giro. Immagino che la gente lo stimi come marchio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mia moglie, come molti altri invece non stimano affatto Opel, considerata 0-8-15 (Null-Acht-Fuünfzehn), cioè insipida, senza carattere, non bella, borghese (ma anche VW lo è). Per molti tedeschi (infatti ora appartiene a PSA e lo si vede pure in alcuni modelli) non è un grande marchio. Per tanti altri invece è pratica, economica.

 

Il suo passato fu però diverso, migliore.

 

Piccola precisazione: i marchi premium restano comunque altri --> Mercedes, BMW e Audi (lasciando stare Porsche). VW non vi appartiene.

Modificato da crucco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo so che Opel non è premium, ma almeno non ci ha deliziato con dieselgate e cartelli vari. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sbaglio, o in questi (fino alla Mokka inclusa non mi sembrano mooolto interessanti) c‘è lo zampino/know how PSA?

Modificato da crucco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giusto per dirne una, le ultime tre auto dei miei padroni di casa sono state Opel. Se le prendono, vuol dire che si sono trovati bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sarei interessato all'acquisto di una Adam, che a me pare un buon prodotto ma il prezzo(da nuova) è piuttosto alto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, la Adam mi pare appunto inutilmente costosa. Nel segmento delle scatolette c'è ben altro, io andrei direttamente sulla più classica 500, oppure su 108 o C1 se ti interessa meno del design.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel frattempo arriva un richiamo per 100.000 Opel (Insignia, Cascada e Zafira) costruite nel periodo 2012-2017. Motivo: software furbetto per manipolare i valori delle emissioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×