Vai al contenuto
Sorteggio Quarti Premio Bannato 2018: lunedì h21 Leggi di più... ×
Mito Ferrari

Caso Verstappen pericoloso per la salute: verità o solo coincidenze?

Messaggi raccomandati

Nella Formula 3 europea, categoria dalla quale è emerso il minorenne Max Verstappen l'anno scorso, si sta vivendo una stagione di "panico": le gare fino ad ora disputate hanno fatto discutere più per i numerosi e pericolosissimi incidenti che sono avvenuti che per la competizione in sè. I ragazzi(ni) che si cimentano in questa categoria sono stati protagonisti di varie manovre al limite (e oltre) che hanno portato al verificarsi di brutti incidenti, costringendo addirittura il direttore di gara a Monza ad interrompere gara3 con la bandiera rossa dopo che le tre manches erano state rovinate da vari botti e voli: l'italiano Beretta ha rischiato grosso alla prima chicane decollando e ribaltandosi nella via di fuga; Lance Stroll dopo la prima chicane si è agganciato con un'altra vettura decollando e urtando contro il rail (entrambi in gara2), senza contare vari altri fuori pista e contatti.

A seguito di questa decisione-limite sono state indette riunioni e incontri fra personalità della FIA e i piloti onde prevenire altri episodi simili.

 

CLAMOROSO a Monza
Gara 3 interrotta dai commissari http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=54294&cat=7

 

 

Team principal a rapporto dalla FIA
Piloti e commissari FIA non adeguati http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=54434&cat=7

 

 

Episodi simili che però si sono ripetuti a Spa: tra le varie ruotate e contatti Menezes è stato protagonista di un pericolosissimo volo sul rettilineo del Kemmel, mentre il pilota della Ferrari Stroll ha fatto fuori sè stesso e altri 2 piloti alla fine del Kemmel mentre lottavano per la prima posizione.

Anche stavolta è intervenuta la FIA

 

Spa - Piloti a rapporto da Todt http://italiaracing.net/newsint.aspx?id=54572&cat=7

 

Oggi al Norisring abbiamo avuto l'ennesimo pericoloso incidente con Beretta speronato da Solomon che si è ribaltato direttamente sulle barriere.

 

 

i video dei vari incidenti:

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=yrELyMC0slA

 

 

 

 

 

 

Secondo molti la causa primaria di questi incidenti è l'eccessiva foga con cui i piloti vogliono mettersi in luce: sembra che il caso Verstappen abbia "montato" la testa a team e piloti, cercando in tutti i modi un nuovo fenomeno da far correre e i piloti dal canto loro vogliono in tutti i modi farsi notare. E' veramente così o è solo un caso che tutti questi incidenti si verifichino un anno dopo l'esplosione del fenomeno Verstappen?

 



l'incidente odierno di Beretta

 

 

Modificato da Mito Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me sembra che si ribaltino con estrema facilità, capisco le ruote scoperte ma l'ultimo incidente al tornantino stavano a 40km/h e è volato per aria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

secondo me non centra il caso Verstappen, questa tendenza l'ho notata già qualche anno fa in gp2 (quel poco che ho seguito)

 

sempre secondo me, le cellule di sicurezza odierne portano i giovani piloti ad esagerare con la consapevolezza che è difficile farsi male

 

poi, in effetti, potrebbe essere anche colpa della tendenza a portare in F1 piloti sempre più giovani, spingendoli a mettersi in mostra a tutti i costi ma non è iniziata dopo "il caso Verstappen"

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

più che foga ci vedo poca percezione degli spazi

 

in nessun incidente ci vedo una manovra eccessiva (giusto quella di Stroll a Spa)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Senza dubbio l'effetto Verstappen in qualche modo le sue conseguenze le da sui giovani piloti, anche a livello subconscio (Lui ce l'ha fatta subito --> Posso farcela pure io subito). Quindi magari si va più allegri.

 

Però una parte è dovuta pure alle auto. Teoricamente le macchine non sono molto leggere. Pesano i 2/3 di una f1. Però penso che paradossalmente la maggior rigidezza strutturale che hanno le macchine di oggi

favorisca il ribaltamento, non ci sono deformazioni "dissipative" del telaio, per cui ogni forza esterna trovandosi contro un "corpo rigido" (quasi rigido in senso "da manuale") agisce da leva rispetto il baricentro.



Ovviamente le F1 sono meno propense per via di una aerodinamica da "aereo inverso" più spinta che quindi le tiene più piantate al suolo (oltre ad un peso maggiore)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

però l'anno scorso non ci furono tutti questi incidenti. Verstappen appena sceso dal kart portava a termine attacchi e soprattutto difese al limite ma senza innescare voli o botti, e i suoi avversari (Ocon che poi ha vinto il campionato, e Auer tra gli altri) non mi pare siano stati coinvolti in incidenti così disastrosi.

Non è che quindi tanti piloti (o presunti) siano stati mandati a correre con poca esperienza (e poco talento) alla "'ndo cojo cojo" ?

Modificato da Mito Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è che quindi tanti piloti (o presunti) siano stati mandati a correre con poca esperienza (e poco talento) alla "'ndo cojo cojo" ?

 

beh direi che, a meno che non sia tutto solo una coincidenza, potrebbe essere proprio così (che magari si va a sommare a quello che detto sopra, creando proprio un "mix esplosivo").

 

D'altronde è un sport per ricchi e quindi immaginare che con l'esempio di Max oggi ci sia di mezzo qualche ragazzino viziato coi soldi in più nel mucchio,

che corre senza troppo sale in zucca pensando di arrivare in f1 in un paio d'anni, secondo me non è una cosa da escludere, anzi.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non penso c'entri verstappen, è negli ultimi anni che si sta diffondendo una maggiore spericolatezza dei piloti giovani

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di certo allenano il pelo sullo stomaco se continuano così, vedo in alcuni casi totale noncuranza nei confronti dell'avversario e questo non è il massimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La cosa che più mi ha fatto schifo non è tanto i botti in se ma piuttosto come regolarmente a Monza in Parabolica i piloti non si curassero minimamente dei limiti della pista, cosa che con la ghiaia non sarebbe mai potuta accadere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×