Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×

Messaggi raccomandati

Ed infatti Rossi è stato penalizzato per la scorrettezza oggettiva di cui parli.

 

Nel peggiore dei casi Marquez sarebbe arrivato terzo a Sepang. A Valencia Rossi si sarebbe presentato con 4 punti di vantaggio su Lorenzo.

 

Ieri entrambe le Honda potevano arrivare davanti a Lorenzo, mi sembra evidente, quindi Rossi con un quarto posto avrebbe vinto per un punto.

 

 

 

Per niente evidente.

Marquez a Valencia ne aveva quanto Lorenzo e forse più, ma Pedrosa no.

Perciò senza eventi accidentali (cadute, guasti ecc.) sarebbe stato al massimo Marquez-Lorenzo-Pedrosa-Rossi, Lorenzo avrebbe finito a 325 punti, come Rossi, ma avrebbe vinto il titolo per maggior numero di GP vinti.

 

Rossi si è giocato probabilmente non il titolo ma certamente la possibilità di battersi alla pari fino all'ultimo (ovvero partendo dalle prime file) con la "bella pensata" della polemica pre-Sepang e l'azione di Sepang.

Oltretutto molto scioccamente, perchè nel GP precedente Marquez aveva già passato Lorenzo portandogli via punti, non vedo perchè non avrebbe potuto farlo anche in Malesia se non fosse stato offeso e stuzzicato a ripetizione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Marquez a Valencia ne aveva quanto Lorenzo e forse più, ma Pedrosa no.

Perciò senza eventi accidentali (cadute, guasti ecc.) sarebbe stato al massimo Marquez-Lorenzo-Pedrosa-Rossi, Lorenzo avrebbe finito a 325 punti, come Rossi, ma avrebbe vinto il titolo per maggior numero di GP vinti.

 

Negli ultimi giri Pedrosa ha preso i due di testa, ed è probabile che, senza la "copertura" di Marquez, sarebbe andato ad attaccare Lorenzo. Poi è tutto da vedere se sarebbe uscito vincitore dal duello, ma che in pista l'abbia raggiunto è un dato di fatto, non un'opinione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rossi ha sbagliato nell'attaccare Marquez prima di Sepang, scaturendo tutto quello che è scaturito.

Se poi Rossi lo butta per terra e viene retrocesso all'ultimo posto in griglia per la gara successiva, questa è solo colpa di Rossi per aver fatto una manovra FUORI REGOLAMENTO.

 

I Tifosi di Rossi se la devono prendere, sempre se c'è una colpa, solo con il proprio pilota, per aver fatto quella MANOVRA SCORRETTA contro Marquez facendolo CADERE !!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parliamoci chiaro se Rossi fosse partito nelle prime file o faceva come Senna con Prost (e non dico che avrebbe dovuto farlo ovviamente) al pronti via o avrebbe perso comunque. Anche se fosse stato competitivo sarebbe andata come in Malesia e Lorenzo si sarebbe involato e Rossi non sarebbe nemmeno arrivato secondo.

L'unica possibilità era un errore di Lorenzo. Non se la sarebbe mai potuta giocare alla pari come in una gara nella quale ognuno pensa per se stesso e a vincere.

 

 

 

 

Modificato da biuspeed

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rossi ha sbagliato nell'attaccare Marquez prima di Sepang, scaturendo tutto quello che è scaturito.

Se poi Rossi lo butta per terra e viene retrocesso all'ultimo posto in griglia per la gara successiva, questa è solo colpa di Rossi per aver fatto una manovra FUORI REGOLAMENTO.

 

I Tifosi di Rossi se la devono prendere, sempre se c'è una colpa, solo con il proprio pilota, per aver fatto quella MANOVRA SCORRETTA contro Marquez facendolo CADERE !!!

 

Marquez si era già punito da solo andando in terra; la manovra scorretta l'ha fatta anche lui

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Rossi ha sbagliato nell'attaccare Marquez prima di Sepang, scaturendo tutto quello che è scaturito.

Se poi Rossi lo butta per terra e viene retrocesso all'ultimo posto in griglia per la gara successiva, questa è solo colpa di Rossi per aver fatto una manovra FUORI REGOLAMENTO.

 

I Tifosi di Rossi se la devono prendere, sempre se c'è una colpa, solo con il proprio pilota, per aver fatto quella MANOVRA SCORRETTA contro Marquez facendolo CADERE !!!

 

Marquez si era già punito da solo andando in terra; la manovra scorretta l'ha fatta anche lui

 

 

Quale sarebbe la manovra scorretta di Marquez?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Actarus, secondo me il discorso è molto più semplice, nel senso che per Marquez la cosa giusta sarebbe stata quella di correre per se stesso come in qualsiasi altro caso, dando il massimo e fregandosene di una lotta per il titolo nella quale non era più coinvolto.

 

In questo modo io credo che sarebbe realisticamente arrivato davanti a Lorenzo sia a Sepang sia a Valencia ed, a prescindere dal vincitore del campionato, nessuno avrebbe potuto muovere contestazioni.

Ma considerando che hanno sempre girato tra i tre decimi e il mezzo secondo più veloci di Rossi (preso come riferimento) cosa intendi per "correre per sé stesso"?

 

Ma se voleva correre per Lorenzo, a Marc non bastava fare terzo a tre secondi senza rischiare di buttarsi giù lui o far sbagliare il suo "socio? No, tutta la gara attaccato agli scarichi come una zecca.

Perché sai, per girare tutto un GP di 30 giri in uno scarto massimo di un secondo e avendo come riferimento l'1'31" non è che puoi andare a spasso o permetterti un errore. (Analysis)

Non ti pare che se avessero biscottato avrebbero girato più tranquilli?

Rossi (il nemico) è sempre stato sul 32"5 di passo, che cosa avrebbero dovuto temere?

Anzi potevano pure fare un po' di cinema sorpassandosi più volte, tanto quello che contava era l'ultimo giro.

 

No, Lorenzo invece ha tirato come un matto per tutta la gara perché pur sapendo di avere il mondiale in tasca voleva vedere se riusciva a suicidarsi e a regalare il mondiale al suo avversario... o magari l'ha fatto perché aveva paura di Pedrosa (come se arrivare secondo non sarebbe bastato).

Un folle!

D'altronde uno che si fa sorpassare apposta all'ultimo giro da uno che fa il giro più veloce per raggiungerlo e perde 5 preziosissimi punti per il Mondiale può essere solo matto.

 

 

Mica come quel furbone di Valentino Rossi (che infatti è ancora lì che rosica)

 

 

Mondiale di cartone, certo, intanto sul librone c'è scritto:

2015 MotoGP Jorge Lorenzo

 

 

Ciao ciao

 

 

 

Quale sarebbe la manovra scorretta di Marquez?

 

Tentare di curvare a destra in una curva a destra quando il tuo avversario ti sta portando a sinistra....

Modificato da andycott

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Actarus, secondo me il discorso è molto più semplice, nel senso che per Marquez la cosa giusta sarebbe stata quella di correre per se stesso come in qualsiasi altro caso, dando il massimo e fregandosene di una lotta per il titolo nella quale non era più coinvolto.

 

In questo modo io credo che sarebbe realisticamente arrivato davanti a Lorenzo sia a Sepang sia a Valencia ed, a prescindere dal vincitore del campionato, nessuno avrebbe potuto muovere contestazioni.

Ma considerando che hanno sempre girato tra i tre decimi e il mezzo secondo più veloci di Rossi (preso come riferimento) cosa intendi per "correre per sé stesso"?

 

Ma se voleva correre per Lorenzo, a Marc non bastava fare terzo a tre secondi senza rischiare di buttarsi giù lui o far sbagliare il suo "socio? No, tutta la gara attaccato agli scarichi come una zecca.

Perché sai, per girare tutto un GP di 30 giri in uno scarto massimo di un secondo e avendo come riferimento l'1'31" non è che puoi andare a spasso o permetterti un errore. (Analysis)

Non ti pare che se avessero biscottato avrebbero girato più tranquilli?

Rossi (il nemico) è sempre stato sul 32"5 di passo, che cosa avrebbero dovuto temere?

Anzi potevano pure fare un po' di cinema sorpassandosi più volte, tanto quello che contava era l'ultimo giro.

 

No, Lorenzo invece ha tirato come un matto per tutta la gara perché pur sapendo di avere il mondiale in tasca voleva vedere se riusciva a suicidarsi e a regalare il mondiale al suo avversario... o magari l'ha fatto perché aveva paura di Pedrosa (come se arrivare secondo non sarebbe bastato).

Un folle!

D'altronde uno che si fa sorpassare apposta all'ultimo giro da uno che fa il giro più veloce per raggiungerlo e perde 5 preziosissimi punti per il Mondiale può essere solo matto.

 

 

Mica come quel furbone di Valentino Rossi (che infatti è ancora lì che rosica)

 

 

Mondiale di cartone, certo, intanto sul librone c'è scritto:

2015 MotoGP Jorge Lorenzo

 

 

Ciao ciao

 

 

Ah beh su questo spero che uno sano di mente non abbia dubbi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

 

Quale sarebbe la manovra scorretta di Marquez?

 

 

L'avete vista. Diciamo che quello di Rossi è stato un fallo di reazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Diciamo comunque che il presunto biscotto avrebbe potuto essere fatto meglio.
- Spingere all'inizio per sgranare il gruppo e levarsi di torno eventuali fastidi (Iannone)
- Aspettare che dalla pit board li mostrassero il distacco di rossi una volta arrivato quarto (tanto si sapeva che prima o poi ci arrivava). Distacco
che era prevedibile fosse di parecchi secondi.
- A questo punto lasciare vincere pedrosa, jorge secondo a distacco di sicurezza, terzo marquez anche lui a qualche secondo.
Imho è più credibile che Marquez non abbia voluto forzare giusto gli ultimissimi giri, vuoi anche per non rischiare più del dovuto (Jorge faceva ancora dei 32 bassi, mica pizza e fichi). Non lo posso biasimare obiettivamente, con tutta la m***a che gli hanno lanciato, doveva far contento chi? Rossi, giornalai e qualche tifoso della domenica (che già oggi sarà tornato a parlare di calcio, X factor e dell'ultimo programma culinario)?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Diciamo comunque che il presunto biscotto avrebbe potuto essere fatto meglio.
- Spingere all'inizio per sgranare il gruppo e levarsi di torno eventuali fastidi (Iannone)
- Aspettare che dalla pit board li mostrassero il distacco di rossi una volta arrivato quarto (tanto si sapeva che prima o poi ci arrivava). Distacco
che era prevedibile fosse di parecchi secondi.
- A questo punto lasciare vincere pedrosa, jorge secondo a distacco di sicurezza, terzo marquez anche lui a qualche secondo.
Imho è più credibile che Marquez non abbia voluto forzare giusto gli ultimissimi giri, vuoi anche per non rischiare più del dovuto (Jorge faceva ancora dei 32 bassi, mica pizza e fichi). Non lo posso biasimare obiettivamente, con tutta la m***a che gli hanno lanciato, doveva far contento chi? Rossi, giornalai e qualche tifoso della domenica (che già oggi sarà tornato a parlare di calcio, X factor e dell'ultimo programma culinario)?

 

 

 

 

Secondo me voleva vincere provandoci all'ultimo giro, senza rischiare troppo ovvio, ma Pedrosa gli ha rovinato i piani.

 

Ah per la cronaca Rossi prima della famosa conferenza era andato a lamentarsi dal grande boss, grande pilota per carità ma anche quest'anno quando ha visto che non ne aveva più è andato subito fuori di melone accusando Marquez, poi dopo è successo quel che è successo.

 

Perché invece di denunciare il complotto in una conferenza stampa non è andato a parlare a Expeleta e ai vertici della MotoGp?

«C’ero andato. Avevo spiegato per filo e per segno come sarebbe finita. Mi avevano risposto "impossibile". Quando ho saputo che sarei partito in ultima posizione ho capito che per me era finita».

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questo topic continuo a leggere frasi del tipo: "Chi glielo faceva fare a Marquez di spingere?", "Perché doveva tirare come un matto?", "Dopo tutta la m***a che gli è stata spalata addosso non c'era motivo perché dovesse agevolare Rossi"... ma che discorsi sono? E allora chi glielo fa fare, a Marquez, di salire in moto e di rischiare l'osso del collo ogni due settimane? Marquez è UN PILOTA, è il suo mestiere e si presume che gli piaccia: e quel che deve fare un pilota è proprio salire in moto e andare il più forte possibile, magari anche più forte di tutti, se ne ha la possibilità. Quindi, piaccia o non piaccia, ieri Marquez non è stato un buon pilota: perché vincere, e non ci ha neanche provato. Certo che se poi mettiamo in dubbio che ieri potesse andare più di così, allora non vale nemmeno la pena di discutere; chi ha visto la gara senza paraocchi credo (e spero) si sia fatto un'altra idea. Non è questione di tifare o meno Rossi (io non sono certo un suo gran tifoso), ma solo di essere obiettivi: ieri Marquez si è attaccato a Lorenzo ed è rimasto lì, adattando il suo passo a quello della Yamaha. Avrebbe potuto superare mille volte; ha scelto di non provarci nemmeno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho felicemente mollato il forum, ma sta discussione dopo una stagione come questa merita uno strappo alla regola.

Secondo me il clan Rossi è riuscito a rovinare il piu bel mondiale degli ultimi 15/20 anni, e nessuno mi toglie dalla testa che a fargli il lavaggio del cervello, e di conseguenza a metterlo nella melma, sia stato proprio il suo clan capitanato dal "simpaticissimo" amico di sempre ed autista personale, al secolo Uccio.

Lo hanno convinto di una cazzata contro ogni evidenza, proprio nel momento in cui Marquez lo aveva aiutato strappando 5 punti all'ultima curva dell'ultimo giro in Australia a Lorenzo. A seguito di quella gara Iannone era il nemico, reo di aver osato passarlo portandogli via punti mondiali, e, si narra, vittima anche di minacce da parte di qualche esagitato.

Iannone capisce che aria tira, cosa bisogna fare e dire per ingraziarsi il grande pubblico (come lo sanno giornalisti e pseudo tali, a tal proposito Reggiani deve aver sentito il morso della fame dopo essere stato tagliato fuori dal giro per qualche anno, ed ha capito subito su quale barca era meglio salire per tornare a galla....Agostini e Lucchinelli non per nulla hanno usato ben altro stile).

Si diceva, Iannone capisce e si dice tifoso ed alleato del buon Rossi, e da cane randagio torna ad essere pilota di spessore, amato dai piu.

Marquez, giustamente, si è sentito accusato ingiustamente ed ha reagito di conseguenza, senza commettere scorrettezze ma tirando matto Rossi in Malesia.

In tutto questo sarebbe bene ricordare che Rossi non è quasi mai stato in grado di competere velocisticamente con Marquez e Lorenzo, il suo è stato un mondiale giocato con la testa, con la costanza, e con la fortuna, ma quella non fa male a nessuno, quando si vuole vincere. Ma in quella Malesia nessuno ricorda che Lorenzo era partito da dietro e si era bevuto in 2 curve il suo rivale per il titolo. A cosa serve fare tanta cagnara se non riesci a tenerti dietro Lorenzo neanche per due giri?

Comunque, a seguito della gara Malese, gara nella quale Rossi ha ammesso di aver deliberatamente rallentato per portare fuori pista lo spagnolo, per Marquez sono arrivati carri di sterco, insinuazioni sulle sue preferenze sessuali, con tanto di cerebrolesi che gli portano a casa una coppa a forma di ca**o con telecamere al seguito (.....) e varie minacce da parte dei soliti esagitati mononeurone.

E così, tra accuse e veleni, che cercano in tutti i modi di nascondere la palese scorrettezza in pista commessa ed....ammessa da Rossi, si arriva all'ultima gara, gara nella quale, senza penalità, Rossi sarebbe partito 12 (e anche questo non lo ricorda nessuno), cambiando ben poco il tempo necessario a rimontare, visto che ci ha messo 1 giro ad arrivare attorno alla 10 posizione, ed altri 10/11 per portarsi in quarta, e sempre, sempre, girando a 4, 5, 8 decimi dai primi 3, che erano visibilmente al limite con tempi strepitosi ed in linea con quanto mostrato nelle libere.

In linea, è bene ricordarlo, con tempi record che agli altri non riuscivano neanche in qualifica, non fermandosi a guardare se sotto ai cordoli c'era qualche porcino o chiodino di stagione.

Forse Mrquez, rischiando per se e per l'avversario, avrebbe potuto provarci, non è dato sapere con quali esiti, ma stavano andando gran forte, questo è un fatto. Lorenzo, onesto al limite, ed oltre, l'ingenuità, ha ammesso che, forse, Marquez avrebbe potuto attaccarlo, ma Marquez aveva ben poco da guadagnarci e tanto da rischiare. Perchè poi, per rischiare di stendersi e magari regalare il mondiale al pilota che cerca in tutti i modi di sputtanarlo da un mese? Non credo lo avrebbero fatto in molti. E comunque, strano che si parli di rimonta pazzesca di Rossi nel passare 10 moto2 ricarrozzate e con i connazionali che si aprivano a ventaglio quando lo vedevano arrivare. Loro non hanno fatto il gioco dell'italiano? E quindi, anche se fosse, perchè gli spagnoli non avrebbero dovuto fare il gioco di uno spagnolo? Con tutto che Pedrosa ci ha provato, e lui stesso ha ammesso che per provarci la moto gli ha chiuso ed è andato lungo, perchè, appunto, erano al limite. E Pedrosa non è l'ultimo arrivato, è un pilota molto spesso piu veloce dello stesso Rossi.

Troppo rumore per nulla, ed anche se ci fosse qualcosa, non è nulla di diverso da quello che hanno fatto gli italiani mettendo la freccia quando arrivava Rossi.

A parti invertite si parlerebbe di eroi che hanno guardato le spalle al campione Italiano.

 

Ha vinto, dei due, il pilota piu veloce; piu veloce sul giro, piu veloce in gara, piu corretto in pista, e piu sincero nelle interviste, dato quello che si è pensato di dire nel dopogara.

Prima di mollare il forum, qualche gara fa, avevo detto che nonostante l'antipatia che ho sempre provato nei confronti di Rossi (lui ed il suo clan mi sono sempre parsi i bulletti del quartierino) lo avevo rivalutato per questa stagione eccezionale, ma alla fine ne è uscito un pilota meno veloce dei migliori, che usa troppo il potere mediatico che ha per scatenare diatribe da terza elementare, e che da troppo retta ai suoi fedeli.

Se non avesse piantato quel casino nel venerdì malese probabilmente avrebbe comunque perso il mondiale, perchè poi non è mai stato all'altezza degli altri 3, Pedrosa compreso, ma avrebbe lasciato qualcosa di bello, molto bello, da ricordare.

Ed invece ha usato il suo potere per sputtanare tutto e tutti, rovinando quanto di buono aveva fatto in questa stagione.

Perchè quelli che gli credono, da domani, si chiederanno sempre se il tal pilota sta spingendo al massimo o sta facendo qualche giochetto, sostenuto da un carrozzone giornalistico televisivo che sa che per tenersi il posto deve stare al gioco del dottore.

Tristissimo.

Mi sbaglio, accecato dall'antipatia e Lorenzo è stato palesemente graziato dai connazionali? MMhh, con il ritmo da paura che avevano faccio fatica a crederci ma conoscendo il Marquez scavezzacollo, certo, un paio di attacchi ci potevano stare, rischiando molto visto i tempi, ma quindi se li davanti ci fossero stati Rossi, Doviziosi e Petrucci o Iannone, sarebbero stati dei cani scorretti, o degli eroi che non facevano altro che il loro dovere? Non mi risulta che Rossi corra per la Ducati, ma Petrucci a momenti si butta nella ghiaia per farlo passare.

Quindi, se questo è normale ed hanno fatto bene, ha fatto bene anche Marquez.

 

Un saluto a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Quale sarebbe la manovra scorretta di Marquez?

 

 

 

L'avete vista. Diciamo che quello di Rossi è stato un fallo di reazione

 

Quindi l'allargamento di Rossi a portare Marquez verso l'esterno pista PRIMA del contatto, cos'è? Una premonizione?

Modificato da andycott

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho felicemente mollato il forum, ma sta discussione dopo una stagione come questa merita uno strappo alla regola.

Secondo me il clan Rossi è riuscito a rovinare il piu bel mondiale degli ultimi 15/20 anni, e nessuno mi toglie dalla testa che a fargli il lavaggio del cervello, e di conseguenza a metterlo nella melma, sia stato proprio il suo clan capitanato dal "simpaticissimo" amico di sempre ed autista personale, al secolo Uccio.

Lo hanno convinto di una cazzata contro ogni evidenza, proprio nel momento in cui Marquez lo aveva aiutato strappando 5 punti all'ultima curva dell'ultimo giro in Australia a Lorenzo. A seguito di quella gara Iannone era il nemico, reo di aver osato passarlo portandogli via punti mondiali, e, si narra, vittima anche di minacce da parte di qualche esagitato.

Iannone capisce che aria tira, cosa bisogna fare e dire per ingraziarsi il grande pubblico (come lo sanno giornalisti e pseudo tali, a tal proposito Reggiani deve aver sentito il morso della fame dopo essere stato tagliato fuori dal giro per qualche anno, ed ha capito subito su quale barca era meglio salire per tornare a galla....Agostini e Lucchinelli non per nulla hanno usato ben altro stile).

Si diceva, Iannone capisce e si dice tifoso ed alleato del buon Rossi, e da cane randagio torna ad essere pilota di spessore, amato dai piu.

Marquez, giustamente, si è sentito accusato ingiustamente ed ha reagito di conseguenza, senza commettere scorrettezze ma tirando matto Rossi in Malesia.

In tutto questo sarebbe bene ricordare che Rossi non è quasi mai stato in grado di competere velocisticamente con Marquez e Lorenzo, il suo è stato un mondiale giocato con la testa, con la costanza, e con la fortuna, ma quella non fa male a nessuno, quando si vuole vincere. Ma in quella Malesia nessuno ricorda che Lorenzo era partito da dietro e si era bevuto in 2 curve il suo rivale per il titolo. A cosa serve fare tanta cagnara se non riesci a tenerti dietro Lorenzo neanche per due giri?

Comunque, a seguito della gara Malese, gara nella quale Rossi ha ammesso di aver deliberatamente rallentato per portare fuori pista lo spagnolo, per Marquez sono arrivati carri di sterco, insinuazioni sulle sue preferenze sessuali, con tanto di cerebrolesi che gli portano a casa una coppa a forma di ca**o con telecamere al seguito (.....) e varie minacce da parte dei soliti esagitati mononeurone.

E così, tra accuse e veleni, che cercano in tutti i modi di nascondere la palese scorrettezza in pista commessa ed....ammessa da Rossi, si arriva all'ultima gara, gara nella quale, senza penalità, Rossi sarebbe partito 12 (e anche questo non lo ricorda nessuno), cambiando ben poco il tempo necessario a rimontare, visto che ci ha messo 1 giro ad arrivare attorno alla 10 posizione, ed altri 10/11 per portarsi in quarta, e sempre, sempre, girando a 4, 5, 8 decimi dai primi 3, che erano visibilmente al limite con tempi strepitosi ed in linea con quanto mostrato nelle libere.

In linea, è bene ricordarlo, con tempi record che agli altri non riuscivano neanche in qualifica, non fermandosi a guardare se sotto ai cordoli c'era qualche porcino o chiodino di stagione.

Forse Mrquez, rischiando per se e per l'avversario, avrebbe potuto provarci, non è dato sapere con quali esiti, ma stavano andando gran forte, questo è un fatto. Lorenzo, onesto al limite, ed oltre, l'ingenuità, ha ammesso che, forse, Marquez avrebbe potuto attaccarlo, ma Marquez aveva ben poco da guadagnarci e tanto da rischiare. Perchè poi, per rischiare di stendersi e magari regalare il mondiale al pilota che cerca in tutti i modi di sputtanarlo da un mese? Non credo lo avrebbero fatto in molti. E comunque, strano che si parli di rimonta pazzesca di Rossi nel passare 10 moto2 ricarrozzate e con i connazionali che si aprivano a ventaglio quando lo vedevano arrivare. Loro non hanno fatto il gioco dell'italiano? E quindi, anche se fosse, perchè gli spagnoli non avrebbero dovuto fare il gioco di uno spagnolo? Con tutto che Pedrosa ci ha provato, e lui stesso ha ammesso che per provarci la moto gli ha chiuso ed è andato lungo, perchè, appunto, erano al limite. E Pedrosa non è l'ultimo arrivato, è un pilota molto spesso piu veloce dello stesso Rossi.

Troppo rumore per nulla, ed anche se ci fosse qualcosa, non è nulla di diverso da quello che hanno fatto gli italiani mettendo la freccia quando arrivava Rossi.

A parti invertite si parlerebbe di eroi che hanno guardato le spalle al campione Italiano.

 

Ha vinto, dei due, il pilota piu veloce; piu veloce sul giro, piu veloce in gara, piu corretto in pista, e piu sincero nelle interviste, dato quello che si è pensato di dire nel dopogara.

Prima di mollare il forum, qualche gara fa, avevo detto che nonostante l'antipatia che ho sempre provato nei confronti di Rossi (lui ed il suo clan mi sono sempre parsi i bulletti del quartierino) lo avevo rivalutato per questa stagione eccezionale, ma alla fine ne è uscito un pilota meno veloce dei migliori, che usa troppo il potere mediatico che ha per scatenare diatribe da terza elementare, e che da troppo retta ai suoi fedeli.

Se non avesse piantato quel casino nel venerdì malese probabilmente avrebbe comunque perso il mondiale, perchè poi non è mai stato all'altezza degli altri 3, Pedrosa compreso, ma avrebbe lasciato qualcosa di bello, molto bello, da ricordare.

Ed invece ha usato il suo potere per sputtanare tutto e tutti, rovinando quanto di buono aveva fatto in questa stagione.

Perchè quelli che gli credono, da domani, si chiederanno sempre se il tal pilota sta spingendo al massimo o sta facendo qualche giochetto, sostenuto da un carrozzone giornalistico televisivo che sa che per tenersi il posto deve stare al gioco del dottore.

Tristissimo.

Mi sbaglio, accecato dall'antipatia e Lorenzo è stato palesemente graziato dai connazionali? MMhh, con il ritmo da paura che avevano faccio fatica a crederci ma conoscendo il Marquez scavezzacollo, certo, un paio di attacchi ci potevano stare, rischiando molto visto i tempi, ma quindi se li davanti ci fossero stati Rossi, Doviziosi e Petrucci o Iannone, sarebbero stati dei cani scorretti, o degli eroi che non facevano altro che il loro dovere? Non mi risulta che Rossi corra per la Ducati, ma Petrucci a momenti si butta nella ghiaia per farlo passare.

Quindi, se questo è normale ed hanno fatto bene, ha fatto bene anche Marquez.

 

Un saluto a tutti

Perfetto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho felicemente mollato il forum, ma sta discussione dopo una stagione come questa merita uno strappo alla regola.

Secondo me il clan Rossi è riuscito a rovinare il piu bel mondiale degli ultimi 15/20 anni, e nessuno mi toglie dalla testa che a fargli il lavaggio del cervello, e di conseguenza a metterlo nella melma, sia stato proprio il suo clan capitanato dal "simpaticissimo" amico di sempre ed autista personale, al secolo Uccio.

Lo hanno convinto di una cazzata contro ogni evidenza, proprio nel momento in cui Marquez lo aveva aiutato strappando 5 punti all'ultima curva dell'ultimo giro in Australia a Lorenzo. A seguito di quella gara Iannone era il nemico, reo di aver osato passarlo portandogli via punti mondiali, e, si narra, vittima anche di minacce da parte di qualche esagitato.

Iannone capisce che aria tira, cosa bisogna fare e dire per ingraziarsi il grande pubblico (come lo sanno giornalisti e pseudo tali, a tal proposito Reggiani deve aver sentito il morso della fame dopo essere stato tagliato fuori dal giro per qualche anno, ed ha capito subito su quale barca era meglio salire per tornare a galla....Agostini e Lucchinelli non per nulla hanno usato ben altro stile).

Si diceva, Iannone capisce e si dice tifoso ed alleato del buon Rossi, e da cane randagio torna ad essere pilota di spessore, amato dai piu.

Marquez, giustamente, si è sentito accusato ingiustamente ed ha reagito di conseguenza, senza commettere scorrettezze ma tirando matto Rossi in Malesia.

In tutto questo sarebbe bene ricordare che Rossi non è quasi mai stato in grado di competere velocisticamente con Marquez e Lorenzo, il suo è stato un mondiale giocato con la testa, con la costanza, e con la fortuna, ma quella non fa male a nessuno, quando si vuole vincere. Ma in quella Malesia nessuno ricorda che Lorenzo era partito da dietro e si era bevuto in 2 curve il suo rivale per il titolo. A cosa serve fare tanta cagnara se non riesci a tenerti dietro Lorenzo neanche per due giri?

Comunque, a seguito della gara Malese, gara nella quale Rossi ha ammesso di aver deliberatamente rallentato per portare fuori pista lo spagnolo, per Marquez sono arrivati carri di sterco, insinuazioni sulle sue preferenze sessuali, con tanto di cerebrolesi che gli portano a casa una coppa a forma di ca**o con telecamere al seguito (.....) e varie minacce da parte dei soliti esagitati mononeurone.

E così, tra accuse e veleni, che cercano in tutti i modi di nascondere la palese scorrettezza in pista commessa ed....ammessa da Rossi, si arriva all'ultima gara, gara nella quale, senza penalità, Rossi sarebbe partito 12 (e anche questo non lo ricorda nessuno), cambiando ben poco il tempo necessario a rimontare, visto che ci ha messo 1 giro ad arrivare attorno alla 10 posizione, ed altri 10/11 per portarsi in quarta, e sempre, sempre, girando a 4, 5, 8 decimi dai primi 3, che erano visibilmente al limite con tempi strepitosi ed in linea con quanto mostrato nelle libere.

In linea, è bene ricordarlo, con tempi record che agli altri non riuscivano neanche in qualifica, non fermandosi a guardare se sotto ai cordoli c'era qualche porcino o chiodino di stagione.

Forse Mrquez, rischiando per se e per l'avversario, avrebbe potuto provarci, non è dato sapere con quali esiti, ma stavano andando gran forte, questo è un fatto. Lorenzo, onesto al limite, ed oltre, l'ingenuità, ha ammesso che, forse, Marquez avrebbe potuto attaccarlo, ma Marquez aveva ben poco da guadagnarci e tanto da rischiare. Perchè poi, per rischiare di stendersi e magari regalare il mondiale al pilota che cerca in tutti i modi di sputtanarlo da un mese? Non credo lo avrebbero fatto in molti. E comunque, strano che si parli di rimonta pazzesca di Rossi nel passare 10 moto2 ricarrozzate e con i connazionali che si aprivano a ventaglio quando lo vedevano arrivare. Loro non hanno fatto il gioco dell'italiano? E quindi, anche se fosse, perchè gli spagnoli non avrebbero dovuto fare il gioco di uno spagnolo? Con tutto che Pedrosa ci ha provato, e lui stesso ha ammesso che per provarci la moto gli ha chiuso ed è andato lungo, perchè, appunto, erano al limite. E Pedrosa non è l'ultimo arrivato, è un pilota molto spesso piu veloce dello stesso Rossi.

Troppo rumore per nulla, ed anche se ci fosse qualcosa, non è nulla di diverso da quello che hanno fatto gli italiani mettendo la freccia quando arrivava Rossi.

A parti invertite si parlerebbe di eroi che hanno guardato le spalle al campione Italiano.

 

Ha vinto, dei due, il pilota piu veloce; piu veloce sul giro, piu veloce in gara, piu corretto in pista, e piu sincero nelle interviste, dato quello che si è pensato di dire nel dopogara.

Prima di mollare il forum, qualche gara fa, avevo detto che nonostante l'antipatia che ho sempre provato nei confronti di Rossi (lui ed il suo clan mi sono sempre parsi i bulletti del quartierino) lo avevo rivalutato per questa stagione eccezionale, ma alla fine ne è uscito un pilota meno veloce dei migliori, che usa troppo il potere mediatico che ha per scatenare diatribe da terza elementare, e che da troppo retta ai suoi fedeli.

Se non avesse piantato quel casino nel venerdì malese probabilmente avrebbe comunque perso il mondiale, perchè poi non è mai stato all'altezza degli altri 3, Pedrosa compreso, ma avrebbe lasciato qualcosa di bello, molto bello, da ricordare.

Ed invece ha usato il suo potere per sputtanare tutto e tutti, rovinando quanto di buono aveva fatto in questa stagione.

Perchè quelli che gli credono, da domani, si chiederanno sempre se il tal pilota sta spingendo al massimo o sta facendo qualche giochetto, sostenuto da un carrozzone giornalistico televisivo che sa che per tenersi il posto deve stare al gioco del dottore.

Tristissimo.

Mi sbaglio, accecato dall'antipatia e Lorenzo è stato palesemente graziato dai connazionali? MMhh, con il ritmo da paura che avevano faccio fatica a crederci ma conoscendo il Marquez scavezzacollo, certo, un paio di attacchi ci potevano stare, rischiando molto visto i tempi, ma quindi se li davanti ci fossero stati Rossi, Doviziosi e Petrucci o Iannone, sarebbero stati dei cani scorretti, o degli eroi che non facevano altro che il loro dovere? Non mi risulta che Rossi corra per la Ducati, ma Petrucci a momenti si butta nella ghiaia per farlo passare.

Quindi, se questo è normale ed hanno fatto bene, ha fatto bene anche Marquez

 

Un saluto a tutti

 

:idolo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bravissimo! Hai espresso perfettamente quello che penso e ho scritto qui e altrove in questi giorni.

Modificato da andycott

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Repsol "applaude" Rossi

 

“Repsol, in qualità di main sponsor del team Factory Honda in MotoGP, ha espresso ai propri piloti quanto abbiano reso orgogliosi l’azienda in questa stagione. In un anno davvero difficile sia Dani Pedrosa sia Marc Marquez hanno superato molte difficoltà offrendo un esempio dei valori che rendono grande lo sport: dedizione, fair play e competitività. Con questo in mente siamo rattristati dai commenti sprezzanti fatti da Valentino Rossi nel corso della sua conferenza stampa dopo aver perso il titolo. I campioni mostrano quello che valgono nella sconfitta come nella vittoria”.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×