Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×
Leno

MOTOMONDIALE: Il più grande della classe regina

  

26 utenti hanno votato

  1. 1. Quali sono stati i più grandi motociclisti della classe regina? (massimo 3 risposte)

    • Jorge LORENZO
    • Casey STONER
    • Valentino ROSSI
    • Mick DOOHAN
    • Wayne RAINEY
    • Kevin SCHWANTZ
    • Eddie LAWSON
    • Freddie SPENCER
    • Randy MAMOLA
    • Kenny ROBERTS
    • Barry SHEENE
    • Giacomo AGOSTINI
    • Phil READ
      0
    • Mike HAILWOOD
    • John SURTEES
    • Geoff DUKE
      0
    • Jarno SAARINEN


Messaggi raccomandati

Vabbe Kocinsky, senza offesa, ma in confronto agli altri è una mancanza di rispetto solo pensare di inserirlo...secondo me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perchè purtroppo per lui non ha avuto mai un'occasione seria da titolo in 500 ma secondo me ha mollato troppo presto per andare in Superbike: ci sono piloti che firmirebbero subito per un mondiale 250 e uno superbike in carriera (tra l'altro mi pare sia stato il primo a fare questo tipo di doppietta) tuttavia è assurdo metterlo di fianco a tutti questi nomi visto che si tratta di un gruppo di campioni leggendari. Detto questo, nonostante l'ammirazione nei suoi confronti, non avrei messo nemmeno Mamola per lo stesso motivo (niente titoli pesanti) anche se quattro volte vicecampione in quel periodo non era roba da tutti.

Ad esempio io amo Gilles Villeneuve ma non posso metterlo con Senna, Schumacher,Fangio ecc. purtroppo.

Modificato da biuspeed

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ad esempio io amo Gilles Villeneuve ma non posso metterlo con Senna, Schumacher,Fangio ecc. purtroppo.

Esatto. Infatti io lo metterei sopra... :asd:

 

 

Il discorso è sempre molto complesso: a vittorie Agostini e Rossi non si battono, a longevità Rossi e Haylwood sono i best. Se teniamo conto dei mezzi avuti e della concorrenza: Agostini e Doohan hanno avuto vita facile, a talento la cosa si fa molto soggettiva: le cose che facevano Saarinen, Schwanz o Stoner non le ha fatte nessuno nella sua epoca...

 

Insomma è un casino!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Basta decidere se contano le gare (se le abbiamo viste) o l'albo d'oro. Io guardo le gare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Basta decidere se contano le gare (se le abbiamo viste) o l'albo d'oro. Io guardo le gare

 

 

Kocinski me lo ricordo soprattutto alla guida della mitica RC45 Castrol :D

 

Comunque 126CK non ha tutti i torti, John aveva le carte in regole per diventare uno dei grandi, ma un po' per sfortuna e un po' per il suo carattere particolare, non è riuscito a diventarlo.

Vinse la 250 praticamente alla sua prima stagione completa. In 500 fece vedere cose bellissime, specialmente nella sua stagione di debutto.

Con la Cagiva, nel 1993, corse solo le ultime 4 gare e per poco non fece gli stessi punti di Chandler, suo compagno, che aveva corso tutto l'anno. Nel 1994 arrivò 3° in classifica con la Cagiva, con il proprio compagno che annaspava.

In SBK fu una meteora, arrivò nel 1996 e arrivò 3° con la Ducati. L'anno dopo dominò il mondiale con la Honda e poi se ne andò. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque 126CK non ha tutti i torti, John aveva le carte in regole per diventare uno dei grandi, ma un po' per sfortuna e un po' per il suo carattere particolare, non è riuscito a diventarlo.

 

Vinse la 250 praticamente alla sua prima stagione completa. In 500 fece vedere cose bellissime, specialmente nella sua stagione di debutto.

Con la Cagiva, nel 1993, corse solo le ultime 4 gare e per poco non fece gli stessi punti di Chandler, suo compagno, che aveva corso tutto l'anno. Nel 1994 arrivò 3° in classifica con la Cagiva, con il proprio compagno che annaspava.

In SBK fu una meteora, arrivò nel 1996 e arrivò 3° con la Ducati. L'anno dopo dominò il mondiale con la Honda e poi se ne andò. :D

 

 

grande Aviatore che si ricorda e grande John, se Stoner aveva un caratteraccio dovevate vedere quello di Kocinski :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però Kocinsky era più...... pulito :asd:

 

Oltre che per le sue vittorie, il John dell’Arkansas passa alla storia anche per il suo carattere… diciamo un po’ particolare. Una mania della pulizia che rasentava la paranoia. Un giorno fu beccato da una telecamera mentre si dedicava alle pulizie del casco, delle scarpe, della tuta. Soffiava con l’aria compressa, col fiato dentro a tutto e guardava e riguardava, lustrava e ripuliva in un sorta di rituale che andava avanti per ore.
Ma sì, diciamolo: era un po’… paranoico? E anche un po’ orso. Non gli piaceva mischiarsi con i compagni di squadra, con loro non condivideva, non voleva condividere nulla. Voleva sempre il suo spazio, dove nessuno poteva entrare, erano ammesse solo quelle persone che lui aveva eletto di sua fiducia da cui si faceva accompagnare, voci di popolo, perfino al bagno.
E poi quel modo di vestire. Zero gradi o quaranta, sempre e comunque con quei suoi pantaloncini aragosta e maglietta bianca. La sua estemporaneità e il suo apparente distacco erano tale che una volta, arrivato in un paese del sud est asiatico per una campagna promozionale della Marlboro, scese dalla scaletta dell’aereo presentandosi con una maglietta del Camel Trophy...

 

 

Modificato da andycott

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi era sfuggito questo sondaggio.

Ho votato e vedo che, almeno per quelli un po' più vecchi o più informati anche sul motociclismo, non ci sono grossi dubbi.

 

Nell'Olimpo ci vanno di diritto 3 grandi, immensi campionissimi: Agostini, Hailwood e Rossi (in ordine alfabetico in quanto impossibile stabilire una classifica all time).

 

Gli altri, pur essendo spesso protagonisti di imprese epiche, non hanno raggiunto ne i risultati di questi campionissimi ne, soprattutto, hanno avuto la loro versatilità e la loro durata nel tempo.

Poi molti dei "secondi" li ho adorati e di loro ho anche scritto per una fanzine ma questi tre sono un gradino sopra gli altri.

Ora c'è il rischio che tra una decina di anni tocca far posto a quest'altro fenomeno che Marquez ma solo il tempo ce lo potrà dire.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh c'ha pur sempre vinto 25 gare con le moto grosse...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una menzione per Surtees. E' l'unico ad aver vinto un campionato mondiale sia di motociclismo sia di automobilismo (F1). E probabilmente resterà l'unico per tanto tanto tempo. Mi sarebbe piaciuto vedere Saarinen.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Casey Stoner!!!

Un posto va dato anche al grande Capirossi ed a Biaggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Biaggi potrei anche capire (entro certi limiti però), ma Capirossi ha davvero poco o nulla da spartire con quei piloti.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capirossi ha perso il Mondiale 2006 per colpa di un Gibernau impazzito alla prima curva nel Gran Premio di Catalunya.

Ne fece fuori 3 o 4, Loris dovette fermarsi per tre gare dicendo addio alla corona iridata.

 

Stesso discorso per Biaggi nel '98, con quella bandiera nera invisibile

Modificato da Massimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capirossi ha davvero poco o nulla da spartire con quei piloti.

 

 

Quando ha vinto il primo mondiale avevi 8 anni, come puoi giudicarlo?

 

Modificato da Massimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Biaggi potrei anche capire (entro certi limiti però), ma Capirossi ha davvero poco o nulla da spartire con quei piloti.

 

 

Guarda che sono provocazioni! Come fa uno a mettere Biaggi e a non mettere Rossi e altri?! Non ha senso logico.

Detto questo Biaggi è stato un grandissimo, anche se adesso fa comodo trattarlo come uno scarsone soprattutto se vuoi sminuire anche Rossi, in certi casi.

Ricordiamoci che sono stati solo 2 i piloti nella storia a debuttare in 500 con vittoria, giro veloce e pole. Aggiungo che l'ha fatto a Suzuka!!!

Vinse mondiali a ripetizione in 250 che, spesso, era la classe più bella e combattuta un tempo.

Capirossi non si giudica dall'albo d'oro e basta: come già detto sarebbe stato lui a vincere con la Ducati il primo mondiale senza Gibernau.

Direi che molti si sono dimenticati, o non hanno visto, i numeri che faceva con la Ducati dei primi anni Motogp, indomabile e scorbutica. Perchè è un po' ingiusto sentire sempre che solo Stoner domava la Ducati; fu Capirex a portarsela a spasso per tutti i primi anni, poi pagò dazio per età e postumi di una carriera di botte sull'asfalto.

Modificato da biuspeed

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×