Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×
Astor

Pattinaggio Artistico su Ghiaccio - Stagione 2013-2014

Messaggi raccomandati

Nella danza degli Europei di Budapest Cappellini/Lanotte vincono ai punti il primo round contro Ilinykh/Katsalpov

 

n_462823617.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/nella-danza-degli-europei-di-budapest-cappellinilanotte-vincono-ai-punti-il-primo-round-contro-ilinykhkatsalpov

 

 

Ottimo risultato per Cappellini-Lanotte nello short.

A me, dico la verità, è piaciuto un pò di più lo short di Ilinykh-Katsalapov (ma, si sa, la coppia russa è la mia "beniamina" ...).

Comunque le due coppie sono praticamente alla pari (4 centesimi di distacco!) prima del free di giovedi sera.

Tutte le altre coppie sono a distanze abissali.

 

Peccato per il forfait di Bobrova-Soloviev e Pechalat-Bourzat, perchè sarebbe stata una lotta a quattro per i tre posti del podio, secondo me con nessun chiaro favorito o sfavorito.

Così, invece, le due coppie faranno in campo europeo la parte che è di Davis-White e Virtue-Moir a livello mondiale, ovvero decidere semplicemente a chi andrà l'oro e a chi l'argento.

 

 

Stasera alle 18:25 la finale (free dance) della danza, sempre su RaiSport2!

 

 

CLASSIFICA SHORT-DANCE

1) (ITA) - Anna CAPPELLINI / Luca LANOTTE
69.58 (34.28|35.30)
2) (RUS) - Elena ILINYKH / Nikita KATSALAPOV
69.54 (33.71|35.83) primato personale
3) (GBR) - Penny COOMES / Nicholas BUCKLAND
61.76 (31.50|31.26) -1.00
4) (RUS) - Victoria SINITSINA / Ruslan ZHIGANSHIN
60.63 (30.72|29.91)
5) (RUS) - Ekaterina RIAZANOVA / Ilia TKACHENKO
60.35 (30.15|30.20)
6) (AZE) - Julia ZLOBINA / Alexei SITNIKOV
59.82 (31.29|28.53)
7) (FRA) - Nelli ZHIGANSHINA / Alexander GAZSI
59.79 (30.44|29.35)
8) (ITA) - Charlene GUIGNARD / Marco FABBRI
58.17 (30.21|27.96) primato personale
9) (LTU) - Isabella TOBIAS / Deividas STAGNIUNAS
56.76 (28.28|28.48)
10) (FRA) - Pernelle CARRON / Lloyd JONES
56.35 (27.93|28.42)
11) (ESP) - Sara HURTADO / Adria DIAZ
55.21 (30.14|25.07)
12) (SVK) - Federica TESTA / Lukas CSOLLEY
54.84 (29.71|25.13) primato personale
13) (GER) - Tanja KOLBE / Stefano CARUSO
53.98 (28.28|25.70)
14) (EST) - Irina SHTORK / Taavi RAND
53.88 (29.07|24.81)
15) Gabriella PAPADAKIS / Guillaume CIZERON FRA
53.33 (26.06|27.27)
16) (TUR) - Alisa AGAFONOVA / Alper UCAR
52.90 (28.71|24.19) primato personale
17) (POL) - Justyna PLUTOWSKA / Peter GERBER
52.14 (27.79|24.35) primato personale
18) (DEN) - Laurence FOURNIER BEAUDRY / Nikolaj SORENSEN
51.92 (30.72|22.20) - 1.00 primato personale
19) (ITA) - Lorenza ALESSANDRINI / /Simone VATURI
50.24 (26.00|24.24)
20) (FIN) - Henna LINDHOLM / Ossi KANERVO
48.75 (27.07|21.68) primato personale
21) (HUN) - Dora TUROCZI / Balazs MAJOR
46.80 (26.29|20.51) primato personale
22) (SUI) - Ramona ELSENER / Florian ROOST
46.36 (25.42|20.94)
23) (UKR) - Siobhan HEEKIN-CANEDY / Dmitri DUN
45.84 (23.36|23.48)
24) (ISR) - Allison REED / Vasili ROGOV
44.14 (23.72|20.42)
25) (AUT) - Barbora SILNA / Juri KURAKIN
43.22 (24.5018.72)
26) (CZE) - Lucie MYSLIVECKOVA / Neil BROWN
42.95 (20.07|22.88)
27) (GEO) - Angelina TELEGINA / Otar JAPARIDZE
42.07 (21.36|20.71)
28) (BLR) - Viktoria KAVALIOVA / Yurii BIELIAIEV
39.03 (20.06|19.97)
29) (GBR) - Carter Marie JONES / Richard SHARPE
34.63 (18.57|17.06) - 1.00

 

 

Le prime tre coppie di danza:

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=Pvdbcei-4Hw

 

Cappellini-Lanotte

 

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=QMHwEjB7E6g

 

Ilinykh-Katsalapov

 

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=GmKmcBlmFI0

 

Coomes-Buckland

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anna Cappellini/Luca Lanotte conquistano il titolo europeo

n_463052513.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/anna-cappelliniluca-lanotte-conquistano-il-titolo-europeo

 

http://www.artonice.it/?q=it/node/15243

 

 

Et voilà!

Questo Europeo era già partito bene per l'Italia con lo short delle donne (meno nel maschile, anche se comunque Parkinson si è qualificato per il free, pur se per il rotto della cuffia) ed ora è arrivata una medaglia d'oro storica.

E meritata.

 

Cappellini-Lanotte hanno pattinato benissimo e in scioltezza, su un esercizio (musiche di Rossini) che combina classicità, italianità, giusta e simpatica teatralità e brio.

Un'ottima scelta, musicale e coreografica, anche per Sochi.

Se anche non ci fosse la conferma data dal primato personale e nazionale, è stato evidente che gli italiani hanno pattinato molto vicini al loro attuale limite potenziale, diciamo almeno al 95% del massimo che potrebbero fare.

 

 

Chi invece non ha pattinato vicino al proprio limite sono stati Ilinykh-Katsalapov, che sono rimasti forse anche sotto al 90% di quanto, per interpretazione ma soprattutto per tecnica, potrebbero fare.

I due giovani russi erano incredibilmente tesi, come riferiscono che li si era già visti nell'allenamento in giornata, e pattinare per ultimi (dopo aver visto gli italiani fare il loro record) non li deve aver aiutati.

Tanto tesi che, a conti fatti, il loro risultato è molto superiore a quello che, guardandoli in faccia prima dell'esercizio, si poteva temere.

 

Io infatti temevo una serie di errori dall'inizio alla fine, invece ce n'è stato uno solo veramente grave, la caduta della Ilinykh, e due più veniali (un errore di sincronismo di lui nel twizzle, subito prima della caduta di Elena) ed una mediocre diagonale finale (quando però la testa se n'era già andata per il precedente disastro).

Questi errori sono costati circa un punto e venti centesimi di distacco nel tecnico dagli italiani, al quale non è riuscito a porre rimedio neppure il punto e dieci circa in più nei components (alla faccia dei pur competenti telecronisti italiani che, forse in un accesso di tifo "a caldo", avevano quasi snobbato la loro interpretazione del "Lago dei Cigni"!)

Ala fine, con la deduzione di un intero punto per la caduta, i russi hanno perso per un punto e dieci centesimi.

E la graziosa Elena aveva tutte le ragioni, a fine esercizio, di piangere a calde lacrime sul proprio errore, perchè senza quella caduta, con la perdita di punti e la detrazione, l'oro sarebbe probabilmente andato a loro.

 

Va bene così.

Anna e Luca, ormai solidissimi e maturi, hanno meritato di arrivare in vetta.

I giovani russi hanno ancora tanto tempo per rifarsi, anche se io continuo ad avere dubbi sulla loro gestione da parte di Morozov (dopo ieri mi chiedo se anche psicologica), ma non sto qui a ripetermi.

 

 

Sono contento per il bronzo (abbastanza inaspettato) a Coomes-Buckland, soprattutto dopo le recenti vicissitudini di salute di lui (intervento al cuore!).

Alcuni atleti, molto validi ma non di vertice, rischiano di terminare la carriera senza aver mai avuto la soddisfazione di un podio ed una medaglia in competizioni a livello di campionato internazionale.

A loro non capiterà, la medaglia resterà negli annali e nella loro bacheca.

 

 

CLASSIFICA FINALE

01) (ITA) - Anna CAPPELLINI / Luca LANOTTE
171.61 (1|1) primato nazionale
02) (RUS) - Elena ILINYKH / Nikita KATSALAPOV
170.51 (2|2)
03) (GBR) - Penny COOMES / Nicholas BUCKLAND
158.69 (3|3) primato nazionale
04) (RUS) - Victoria SINITSINA / Ruslan ZHIGANSHIN
153.73 (4|4) primato personale
05) (RUS) - Ekaterina RIAZANOVA / Ilia TKACHENKO
150.44 (5|5)
06) (AZE) - Julia ZLOBINA / Alexei SITNIKOV
147.78 (6|6) primato nazionale
07) (GER) - Nelli ZHIGANSHINA / Alexander GAZSI
145.37 (7|8)
08) (ITA) - Charlene GUIGNARD / Marco FABBRI
144.40 (8|7) primato personale
09) (LTU) - Isabella TOBIAS / Deividas STAGNIUNAS
142.31 (9|9) primato nazionale
10) (ESP) - Sara HURTADO / Adria DIAZ
137.58 (11|11) primato nazionale
11) (GER) - Tanja KOLBE / Stefano CARUSO
137.46 (13|10)
12) (ITA) - Federica TESTA / Lukas CSOLLEY
136.63 (12|12) primato nazionale
13) (FRA) - Pernelle CARRON / Lloyd JONES
135.29 (10|13)
14) (EST) - Irina SHTORK / Taavi RAND
131.66 (14|15)
15) (FRA) - Gabriella PAPADAKIS / Guillaume CIZERON
131.57 (15|14)
16) (POL) - Justyna PLUTOWSKA / Peter GERBER
128.08 (17|16) primato nazionale
17) (TUR) - Alisa AGAFONOVA / Alper UCAR
127.96 (16|18) primato nazionale
18) (DEN) - Laurence FOURNIER BEAUDRY / Nikolaj SORENSEN
127.51 (18|17) primato nazionale
19) (ITA) - Lorenza ALESSANDRINI / Simone VATURI
121.65 (19|20)
20) (FIN) - Henna LINDHOLM / Ossi KANERVO
121.09 (20|19) primato nazionale

 

 

I free delle prime tre coppie di danza:

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=ETE3Dq9AB2g

 

Cappellini-Lanotte

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=fkzuwoNa5-k

 

Ilinykh-Katsalapov

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=A_P0Tyq3ALM

 

Coomes-Buckland

 

 

 

Oggi, subito dopo pranzo lo short delle coppie (forza Berton-Hotarek!) e nel tardo pomeriggio il free finale delle donne (Carolina, Valentina e Roberta!)

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Terzo posto per Carolina Kostner negli Europei di Budapest dominati dalle giovani russe

 

n_463324949.jpg

 

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/terzo-posto-di-kostner-nel-campionato-europeo-delle-giovani-russe

 

http://www.artonice.it/?q=it/node/15251

 

 

 

E va bene: Carolina non ce l'ha fatta.

Ma non è una sorpresa, che le russe fossero forti e che, soprattutto senza un tecnico davvero perfetto da parte dell'italiana, fosse difficile passare davanti ad entrambe (magari ad una, se avesse sbagliato, più difficilmente a due), credo fosse chiaro a tutti coloro che seguono il pattinaggio.

E l'ennesimo podio, dopo aver pattinato bene, è una conquista, non una sconfitta.

 

Casomai per me è una sorpresa non tanto che abbia vinto la Liptniskaia, quanto che lo abbia fatto con un simile punteggio.

Nonostante l'ammirazione per la "bambina" russa (una quindicenne con fisico più da dodicenne che da tredicenne), provo un grande senso di perplessità.

Mi è davvero piaciuto il suo libero? Questa grande perfezione tecnica basta per dire "questo è il vertice del pattinaggio"?

Normalmente si dice "no, non basta, ed infatti se non c'è l'interpretazione non si vince".

Ieri non è stato così.

 

Beninteso, non che in Julia sia del tutto assente la parte interpretativa, per la sua età anzi va già bene. Ma si muove sul ghiaccio con i gesti frettolosi di una bambina, mentre la Sotnikova si muove come una ragazza e la Kostner come una donna.

Carolina si fa perdonare un tecnico mai veramente ai vertici perchè i non moltissimi salti che esibisce sono semplicemente i picchi di una armoniosa catena montuosa, che è l'intero esercizio.

Con la Liptniskaia (e, molto peggio, con altre pattinatrici molto meno talentuose anche artisticamente!) è come vedere una pianura interrotta da splendide vette isolate, anche se sono tante che il numero stesso favorisce un'impressione di continuità.

 

Questo alla fine è stato riconosciuto in parte dalla giuria, che ha dato dei components inferiori sia a Carolina che ad Adelina, soprattutto sulle transitions.

Però mi chiedo se la giuria (o il regolamento stesso?) non sia stata troppo sbilanciata sul giudizio tecnico, perchè le differenze sui components sono forse più ridotte di quanto sarebbe giusto.

La Liptniskaia vale già un 68 di components, a fronte di un 69.60 della Sotnikova e di un 71.02 della Kostner?

Francamente, anche se i components non riguardano solo l'interpretazione ma anche cose come gli skating skills, sui quali a Julia c'è poco da contestare, non credo.

Beninteso, anche con components inferiori avrebbe comunque potuto vincere, per esempio con il 64.11 assegnato alla Leonova avrebbe vinto ugualmente.

Non è questo il punto.

 

Detto in poche parole: se devo tirare le somme della gara delle donne, quella delle tre che più, mediando tecnica ed interpretazione, secondo me ha interpretato meglio "il pattinaggio", e che avrei visto volentieri riconosciuta come attuale vertice europeo, è stata la Sotnikova.

 

Julia Liptniskaia potrebbe diventare (una volta che avrà superato, nei prossimi anni, gli inevitabili problemi di crescita fisica) la pattinatrice migliore degli ultimi quarant'anni, l'erede di Katarina Witt, colei che potrebbe oscurare anche la divina Yuna Kim.

Ho però dei dubbi che la si possa già considerare la migliore espressione anche solo del pattinaggio europeo, se questo sport, come hanno giustamente sottolineato la Bianconi e la Secondini in cronaca, non deve essere solo "atletica" ma anche arte.

 

E' un equilibrio delicato e sempre opinabile, ovviamente, che viene gestito con un sistema di punteggio abissalmente migliore del precedente e che in generale funziona bene, mediando tra tecnica ed interpretazione.

La mia impressione è che ieri questo equilibrio si sia rotto.

Forse non per colpa del regolamento, nè tantomeno della giuria, ma probabilmente solo per "colpa" del talento tecnico straordinario della Liptniskaia.

Battiamole le mani, se lo merita, ma chiediamoci se è questo ciò per cui amiamo e continuiamo a seguire il pattinaggio di figura.

Io credo di no e penso di non essere il solo.

 

Questo, credo, è quello che si cerca:

 

http://www.youtube.com/watch?v=noxpvATWzho

 

Vabbè, d'accordo, questo è il massimo di ogni epoca (ad oggi), non sarebbe certamente giusto "rinfacciare" ad una quindicenne col fisico da dodicenne di non essere già a questi livelli! :)

Ma è per ricordare qual'è l'"ideale", non credo solo per me.

 

 

 

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

torno-subito.png

 

I miei commenti sul pattinaggio di figura si spostano doverosamente sul thread delle Olimpiadi di Sochi!

 

Ci rivedremo qui (i soliti quattro gatti) per i Mondiali del 24-30 marzo di Saitama, in Giappone.

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Adesso che il pattinaggio olimpico è terminato, faccio qui alcune considerazioni sullo "scandalo" della manifestazione, l'esito della gara femminile.

 

La protesta di molti secondo me è più che legittima, forse pure l'uso della parola "scandalo".

Si può discutere se la protesta è giusta o meno, ma le basi per esprimere un forte dissenso ci sono tutte.

 

A quanto pare, in una intervista Michelle Kwan ha affermato non solo che nel free la Sotnikova meritava più sui 143-144 che non i quasi 150 che ha avuto, ma pure che nello short meritava sui 70-71 punti e non gli oltre 74 attribuiteli (a soli 30 centesimi dalla Yuna!). E sono perfettamente d'accordo. E' stato nello short che si sono poste le basi per quello che è successo con il giudizio del free.

E poi nel free il punteggio dei components della russa è stato ingiustificatamente alto.

I tentativi di giustificare i cinque punti di distacco solo col tecnico di Adelina (del free, dimenticandosi lo short!) sono, come ha detto Silvia Fontana, un "contare le patate" (parziale, oltretutto).

 

Quello che è successo, secondo me, è ciò che sarebbe successo (in peggio) anche con una vittoria della Liptniskaja, che sarebbe arrivata a colpi di salti, trottole e agitare di braccia stile junior, con components incredibilmente gonfiati.

Solo che con la Sotnikova lo "scandalo" è meno acuto perchè Adelina è una pattinatrice più completa e con maggiori capacità interpretative di Julia (e fa anche salti più alti, per inciso).

Ma il discorso è lo stesso: basta fare un triplo in più, fatto bene, per compensare una evidente differenza nell'interpretazione?

Ed è concepibile che ci sia così poca differenza nei components?

 

Per esempio, è concepibile che la Kim abbia avuto nelle transitions lo stesso identico punteggio di Adelina, quando la coreana ha fatto un esercizio che è TUTTO una transition (!), una cosa meravigliosa senza soluzione di continuità, una cosa che francamente faccio fatica a ricordare nel presente e nel passato (forse l'esercizio record della stessa Yuna a Vancouver)?

E vediamo il confronto con la Kostner: Adelina ha avuto un punteggio maggiore di Carolina su quasi tutte le componenti, comprese transitions e perfino skating skills! Sarebbe un pò come dire che Gerhard Berger aveva un controllo della vettura più accurato di Ayrton Senna ...

 

A questo punto, ha ragione al 100% la Fontana e chi invece va a "contare le patate" del tecnico del free, dimenticandosi pure che c'è stato uno short altrettando dubbioso, fa operazione del tutto parziale e in gran parte fuorviante.

 

Tutto IMHO, ovviamente.

 

Qui un'analisi certamente appassionata ma secondo me condivisibile:

 

Scandalous outcome: Skating judges steal Kim’s title, hand it to Sotnikova

w3-ice-time-a-20140222-870x462.jpg

 

http://www.japantimes.co.jp/sports/2014/02/21/olympics/scandalous-outcome-skating-judges-steal-kims-title-hand-it-to-sotnikova/#.UwiM7BDQcrZ

 

 

 

E questa è un'analisi dettagliata, davvero interessante (con perfino gif animate!):

 

lead_large.jpg

 

http://www.thewire.com/culture/2014/02/why-people-think-adelina-sotnikovas-figure-skating-gold-medal-was-rigged/358344/

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

d'altro canto è un po' un'evoluzione che è stata portata con il cambio di punteggio.

una volta c'era troppa discrezionalità, oggi c'è troppa matematica. quindi la risposta è purtroppo si, un triplo in più può fare la differenza.

 

io poi sono d'accordo con quanto dici.

meno sul discorso scandalo. certe invettive le ho trovate esagerate, soprattutto da psrte di cvhi questo sport lo segue poco o nulla. non la paragonerei certo alla famosa finale di pugilato a soul 88, dove la cosa fu palese.

è stata una forzatura. è come non fischiare un fuorigioco su un incrocio di pochi centimtri. è cmq fuorigioco, quindi il goal andava annullato, ma non è un qualcosa di palesemtne pilotato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non penso alla "combine" preordinata, ma ad un bell'occhio di riguardo verso le pattinatrici di casa, si. Anche solo per questioni psicologiche.

Perchè il boom dei components di Liptniskaja e Sotnikova (vedi la grafica che ho postato nel thread olimpico) non si spiega certo tutta con il miglioramento improvviso del loro pattinaggio.

 

Del resto, che i giudici giudichino spesso in modo discutibile, anche senza tirare in ballo intrallazzi, è noto, vedi i punteggi (anche i PCS) che lievitano per il semplice fatto di pattinare in uno degli ultimi gruppi invece che in uno dei primi.

E' una cosa che non dovrebbe esserci, dato che per i giudici si parla di professionisti da anni in quel ruolo e non di dilettanti inesperti, invece c'è.

 

La cosa che mi fa un pò dubitare di questa visione "innocentista" ottimistica è che l'esplosione dei components (vedi soprattutto Liptniskaja) era iniziata già prima di Sochi, quindi in ambiente diverso da quello russo "condizionante".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche considerazione dopo aver visto il Gran Gala finale del pattinaggio.

 

Questo Gran Gala mi ha fatto venire in mente, senza spirito di polemica ma pure senza peli sulla lingua, alcune riflessioni.

 

Se si confronta la leggerezza e la classe che hanno dimostrato Virtue-Moir con la finta (e quindi noiosa) leggerezza di Davis-White su un programma di esibizione fatto su temi e tempi che evidentemente gli statunitensi non hanno nelle loro corde, loro che sostanzialmente sono ancora una coppia "muscoli-e-velocità", si vedono perfettamente i due tipi di pattinaggio che si stanno scontrando oggi.

 

Idem (anzi, peggio) tra Yuna e Sotnikova, con quest'ultima (mal consigliata?) che ha accettato un informale ed indiretto ma inevitabile ed imbarazzante confronto ravvicinato con la coreana sul tema del tango.

Ovviamente perdendolo 5-0.

 

Però in gara oggi, per il risultato finale, contano molto di più i salti che non l'espressività.

Ma il pattinaggio è, credo, l'unica disciplina sportiva che conclude regolarmente il suo programma con uno spettacolo, con qualcosa fatto per emozionare.

Qualcosa questo vorrà pur dire.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pongo una domanda da ignorante, ma l'ordine di partenza chi lo decide? funziona come nello sci? secondo voi se kim avesse gareggiato prima delle russe l'esito sarebbe stato diverso? (secondo me avrebbero dato i 150 punti a kim e avrebbero dovuti darne 155 alla sotnikova e non so se avrebbero osato così tanto)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'ordine di discesa sul ghiaccio all'interno di ogni gruppo è sorteggiato.

Certamente la Yuna è stata sfortunata anche su questo, quantomeno perchè ha dovuto aspettare una vita a pattinare, ma non credo che sarebbe cambiato nulla per il risultato.

 

Con soli 30 incredibili centesimi di vantaggio per la coreana dopo lo short (74.92 contro 74.64, al posto dei quattro o cinque punti che avrebbero dovuto esserci) la giuria avrebbe fatto ugualmente ciò che ha fatto.

Il "misfatto" ai danni di Kim è nato con il giudizio dello short.

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma solo io trovo la Kostner sopravvalutata?

 

 

non c'è molto da sopravvalutare- è un'ottima atleta, con una grazia innata (ok qui sono gusti) che ha ottenuto i risultati che le competevano. ne più ne meno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non trovo che sia pompata. E' molto stimata anche all'estero, non è solo una questione di "tifo italico" (solo alcuni esempi: http://www.nbcolympics.com/news/meissner-carolina-kostner-comes-full-circle?ctx=olympic-journey , http://www.patheos.com/blogs/christophers/2014/02/bronze-is-as-good-as-gold-for-olympic-ice-skater-carolina-kostner/ , http://lastampa.it/2014/02/21/sport/speciali/olimpiadi-sochi-2014/due-guru-del-ghiaccio-voci-della-nbc-danno-i-voti-a-carolina-kostner-YZ2IiMuaJXQjCIVCrtPWjL/pagina.html ).

 

Poi, ovviamente, qui da noi la stampa generalista, che si occupa di pattinaggio solo in occasione delle Olimpiadi e riporta qualche notizia solo se un nostro atleta va a podio a Mondiali ed Europei, effettivamente la "pompa", ma questo non inficia le sue qualità. Quando si sarà ritirata lei, l'interesse dei media in Italia per il pattinaggio si dimezzerà, come per lo sci dopo il ritiro di Tomba.

 

Come qualità tecniche, è indiscutibile che come components sia una delle tre, forse due migliori al mondo: lei, Yuna e (forse) Asada, quest'ultima comunque un gradino sotto.

Sui salti non è mai stata la più forte (se no avrebbe vinto Olimpiadi e Mondiali a ripetizione, sarebbe diventata più grande della Witt!) ma la cosa bella (e credo inaspettata per i più) è che nonostante l'avanzare dell'età è riuscita a migliorare anche sotto quell'aspetto.

E dopo Vancouver è migliorata enormemente anche nella solidità mentale.

Adesso sbaglia poco, quando sbaglia non va in panico, ha messo nei suoi programmi maggiori difficoltà tecniche e come skating skills, interpretazione ecc. è meravigliosa come sempre.

 

No, forse era pompata ai tempi di Torino 2006 e Vancouver 2010, adesso si merita assolutamente i podii olimpici, mondiali ed europei che ha ottenuto.

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ulteriori elementi per restare con l'amaro in bocca per la gara femminile di Sochi: :(

 

Evidence That Yuna Kim Was Robbed Out of A 2014 Winter Olympic Gold Medal

 

http://rokdrop.com/2014/02/21/evidence-that-yuna-kim-was-robbed-out-of-a-2014-winter-olympic-gold-medal/

 

 

Si può discutere se è davvero una prova, ma è certo che quei due giudici hanno visto un pattinaggio del tutto diverso dagli altri sette.

Incompetenti o pagati quei due oppure incompetenti o pagati gli altri sette? Io un'idea ce l'ho ...

 

Ricordo che nel sistema di puntaggio attuale vengono eliminati il voto più alto e quello più basso, quindi se due giudici sistematicamente sopravvalutano un pattinatore e sottovalutano l'altro, il voto di uno dei due resta e, se si lotta sui decimi di punto, quei voti potrebbero essere determinanti.

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Carolina Kostner alla caccia del secondo titolo iridato

n_470733209.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/carolina-kostner-alla-caccia-del-secondo-titolo-iridato

 

 

Siamo alla vigilia dell'ultimo appuntamento con il pattinaggio di figura, i Mondiali di Saitama, dopo una stagione lunga ed "estenuante", con l'appuntamento olimpico di mezzo.

Credo di dover dare ragione a chi dice che nell'anno olimpico bisognerebbe far precedere i mondiali alle olimpiadi e non viceversa, magari usando i mondiali come qualificazione per le olimpiadi.

In questo modo si eviterebbe che, come in questa ed in altre occasioni in passato, molti dei protagonisti delle olimpiadi diano forfait e l'interesse del pubblico sia più ridotto, avendo già passato il clou della stagione con la manifestazione a cinque cerchi.

Non so quali inconvenienti ci potrebbero essere (forse mortificare il circuito dei Gran Prix? costringere ad una preparazione degli atleti troppo ritardata?), ma credo che ci si dovrebbe pensare.

 

Comunque mi aspetto un mondiale interessante, anche se molti tra i grandi mancheranno. Un'occasione, comunque, per concentrarsi meglio sui giovani emergenti (per esempio, l'americanina Polina Edmunds che mi ha così ben impressionato a Sochi).

Per diversi, poi, sarà l'ultima occasione di vederli in gara, probabilmente compresa Carolina. :(

 

Qui gli orari televisivi:

http://www.skatingidea.org/saitama2014-campionato-del-mondo-di-figura-saitama-2014/

http://news.supermoney.eu/sport/2014/03/mondiali-pattinaggio-di-figura-2014-in-tv-orari-rai-e-programma-0077301.html

 

Per chi guarda la Rai, si comincia domani mattina alle 9:15, diretta short uomini su RaiSport1! :)

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asada, Kostner e Lipnitskaya da record durante un programma corto femminile superlativo

n_CAROSAI.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/notizie/news/asada-kostner-e-lipnitskaya-da-record-durante-un-programma-corto-femminile-superlativo

 

Gara dello short femminile incredibile, che addirittura ha fatto dimenticare l'assenza della campionessa olimpica e della sua "vice" (per modo di dire ... :asd:) e precedente campionessa olimpica.

Finale da brivido domani, sabato 29, con il free a partire dalle 9:20 su RaiSport1.

 

 

Savchenko/Szolkowy sbancano Saitama conquistando il quinto titolo mondiale

n_480615325.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/savchenkoszolkowy-sbancano-saitama-conquistando-il-quinto-titolo-mondiale

 

Ho perso la gara delle coppie ma sono contentissimo per la vittoria di Savchenko-Szolkowy all'ultima gara della carriera.

Usciti di scena loro, immagino che Voloshazar-Trankov non avranno troppa difficoltà, almeno per due o tre anni, a tenere a bada nè i nordamericani, nè i cinesi nè la coppia emergente Stolbova-Klimov.

Coppia emergente che a me personalmente non smuove alcuna emozione, mi sembrano la versione di coppia di Julia Liptniskaia: grande tecnica, interpretazione ed espressività zero.

Quindi spero che nasca presto un'altra coppia, meno fredda e robotica di loro, a sfidare V-T.

 

 

Cappellini/Lanotte si impongono nella short-dance dei Mondiali di Saitama

n_469731221.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/cappellinilanotte-si-impongono-nella-short-dance-dei-mondiali-di-saitama

 

Ottima prestazione di Cappellini-Lanotte in una gara caratterizzata da errori, a volte gravi, di molte delle coppie di vertice.

L'errore più clamoroso è stato certamente quello di Ilinykh-Katsalapov, che li costringerà ad una rimonta altrettanto clamorosa nel free se vogliono sperare di vincere (dubito che ce la facciano, ma ...).

Su questa coppia russa ci sono un paio di cose da dire:

1) molti ritengono che la donna sia il punto debole di questa coppia, e potrebbe anche essere vero, ma questa volta è stato lui ad andarle addosso (nonostante che in telecronaca Rai un giudice italiano, tale Zuccaro che ho già avuto occasione di criticare quest'anno, desse la colpa a lei, nonostante l'evidenza del ralenty! E meno male che è un giudice ...)

2) pare ormai accertato che questa sarà la loro ultima gara assieme (!) perchè lei (che sta con Morozov) sembra si voglia ritirare, probabilmente per sposare il proprio allenatore, ovvero Morozov stesso! A parte tutte le altre considerazioni personali di rosicamento, sono due anni che dicevo che Morozov stava rovinando la coppia di danza più talentuosa che fosse apparsa in Europa negli ultimi anni ma non avrei certo immaginato un tale epilogo e per tale ragione ... :(

Auguri e figli maschi, ma il pattinaggio perde una coppia che aveva un futuro radioso, considerando anche l'età minore rispetto ai divini Virtue-Moir e Davis-White.

Non mi stupirebbe che l'errore di oggi sia figlio della tensione per queste vicende extra-sportive.

 

Domani, sabato 29, il free in diretta RaiSport1 dalle 6:30 alle 8:00 e in registrata dalle 18:45 alle 20:20.

 

 

 

Hanyu si aggiudica anche il titolo iridato ma un maestoso Machida è d'argento. Bronzo a Javier Fernandez, ottimo Righini

n_YUZUSAI.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/hanyu-si-aggiudica-anche-il-titolo-iridato-ma-un-maestoso-machida-e-dargento-bronzo-a-javier-fernandez-ottimo-righini

 

Mostruosi Hanyu e Machida nel free, chissà che rabbia per quest'ultimo!

Detto del buon Fernandez (terzo) e del tutto sommato soddisfacente Kovtun (quarto), eccellente gara pure di un pattinatore che, lo ammetto, ho sempre un pò snobbato, Jeremy Abbott: la miglior gara della carriera ... è anche la sua ultima!

Alla fine, dispiace ... :(

 

Abbastanza bravo Righini, soprattutto tecnicamente, ma non me la sento certo di spellarmi le mani per una "interpretazione" piuttosto sopra le righe (compreso il mimare l'impiccarsi! :o).

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mah....imputare un ritiro a nemmeno 20 anni alla questione morozov non so quanta attendibilità abbia. evidentemente è lei che non ha mai avuto una reale voglia di competere per arrivare a una tale decisione così presto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra strano che una che arriva a quel livello non abbia tanta voglia di competere, per questo tendo a credere a motivazioni extra-sportive. Comunque l'ipotesi che lo faccia per metter su famiglia con Morozov è solo un'ipotesi (che non ho fatto io). Addirittura c'è chi ha parlato pure di figlio già in arrivo, il che mi pare poco credibile.

 

Potrebbe anche essere che la ragione sia una nuova rottura caratteriale con Katsalapov. Avevano già pattinato assieme, poi litigato e si erano divisi quando erano bambini, nel 2005, e anche ad inizio stagione, se ben ricordo, si era parlato di una furiosa litigata tra di loro.

La relazione di Elena con Morozov non credo, comunque, che abbia facilitato affatto le cose.

 

Pare che Katsalapov farà coppia con Viktoria Sinitsina (che oggi fa coppia con Zhiganshin) e saranno sempre allenati da Morozov, mentre non si sa nulla del futuro della Ilinykh.

 

985865.jpg

http://en.itar-tass.com/sports/725400

 

 

Questa è la futura partner di Katsalapov (e, anche lei, buttala via ... ;) ):

 

image16257.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anna Cappellini e Luca Lanotte conquistano un insperato titolo mondiale nella danza

n_469933611.jpg

 

http://www.neveitalia.it/sport/figureskating/campionati-isu/news/anna-cappellini-e-luca-lanotte-conquistano-un-insperato-titolo-mondiale-nella-danza

 

 

Applausi da spellarsi le mani a Cappellini/Lanotte ma invece che con la gioia comincio con la tristezza: che tristezza sapere che delle prime quattro coppie, racchiuse praticamente in un punto, da oggi non ne vedremo più due (vabbè, una e mezzo ...). :(

Sono contento che i bravi e delusissimi francesi (lei sull'orlo delle lacrime) abbiano finito la carriera almeno con un podio ma, devo dirlo, il loro free secondo me è stato anche troppo pagato. A parte che trovo quella free dance orribile (ma veramente orribile) in sè, non vedo come possa essere stato tanto valutata, a me è parso un esercizio fatto al rallentatore, con poca convinzione e pochissimo pathos. Ma visto che è stato pure giudicato come il loro season's best, sarà che la levataccia mi ha "ottuso" la capacità di giudizio. ;)

Francamente sia prima che dopo averli visti in pista pensavo che avrebbero vinto i canadesi. Ma, in effetti, oggi poteva vincere una qualsiasi delle prime quattro coppie e Anna e Luca hanno stra-meritato.

Certo, senza quello sciagurato errore di Katsalapov nello short, oggi sarebbe stato ancora "Rassìa, Rassìa"!

Incredibile pensare che sia stata la ultima gara di I/K. :(

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×