Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×
lucaf2000

MotoGP 2013

Messaggi raccomandati

Vero, Rossi non è più quello di 10 anni fa e secondo me lo sa, ma ha voluto rimettersi in gioco un'ultima volta.

 

 

 

secondo me se ne è reso conto "solo" quest'anno

 

 

La prima volta che ho guidato la Ducati è stato uno shock. Dopo tre giri ho pensato: “Siamo nella m***a”. Mi sono bastati per capire che avevo fatto un errore. Non avevo potuto mai provare la moto prima di firmare, ma ho firmato lo stesso. I problemi erano chiarissimi fin dall’inizio. Ho detto: “Ok, proviamo a migliorare questa moto”. Abbiamo lavorato per tutta la prima parte della stagione, ma dopo 10 gare ho cominciato a capire che non avrei mai vinto con quella moto. Le voci secondo cui volevo rescindere il contratto erano vere, ma non potevo farlo, non c’era modo. Ed è stato un bene. Sarebbe stata una scelta sbagliata, troppo facile dire: “Me ne sto a casa” quando le cose vanno male. Non bisogna arrendersi. Si dice che quando attraversi un periodo difficile diventi più forte, secondo me non è vero. Sicuramente diventi più vecchio».

 

 

molto interessante anche questo articolo (sperando che il giornalista non ci abbia messo troppo del suo) :http://www.giornalemotori.com/2013/11/28/rossi-volevo-rompere-il-contratto-con-ducati-e-stoner/

 

 

per quanto riguarda il primo neretto, che il dolore alla spalla era una scusa io...ve l'avevo detto :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo sia anche una cavolata il fatto che la Ducati abbia seguito veramente Rossi, è stato detto più volte che l'accordo era quello di sfruttare Valentino per rifare la moto seguendo più uno stile giapponese per renderla guidabile a tutti. Questo non è assolutamente avvenuto ed è stato detto da tutti: la ducati ha fatto si delle modifiche ma non ha modificato la base storica dell'idea ed è questo che ha portato a quella brutta situazione poi. Questa stagione la rossa ha avuto la conferma che si Rossi non era Stoner ma comunque il problema di base è loro e non si risolve con un Cal di turno o un Dovizioso.

Inutile poi continuare a dire cose del tipo "ma hanno vinto nelle ultime gare 2010" sia perchè c'era Stoner (e quindi non fa molto testo per un discorso di miglioramento globale) sia perchè il livello delle moto avversarie è cresciuto molto in seguito.



In ducati hanno pensato secondo me: prendiamo il più grande pilota che ha vinto tutto con le moto giapponesi e tiriamo fuori il meglio di quelle moto per implementare e migliorare la nostra idea di moto negli aspetti che non funzionano. Invece dovevano dire: prendiamo Valentino e siccome ci crediamo ripartiamo da zero...non da 2 o 3.

Stranamente è quello che hanno deciso di fare proprio ora dopo l'ennesima controprova.

Modificato da biuspeed

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo sia anche una cavolata il fatto che la Ducati abbia seguito veramente Rossi, è stato detto più volte che l'accordo era quello di sfruttare Valentino per rifare la moto seguendo più uno stile giapponese per renderla guidabile a tutti. Questo non è assolutamente avvenuto ed è stato detto da tutti: la ducati ha fatto si delle modifiche ma non ha modificato la base storica dell'idea ed è questo che ha portato a quella brutta situazione poi.

 

 

è stato detto in tv non da tutti

 

in 2 anni l'unica cosa che non hanno cambiato è il motore, hanno costruito un telaio partendo da zero! cioè hanno completamente stravolto la ciclistica della moto :boh:

 

 

le balle ripetute in tv diventano realtà, non c'è niente da fare :whiteflag:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vero, Rossi non è più quello di 10 anni fa e secondo me lo sa, ma ha voluto rimettersi in gioco un'ultima volta.

Certo mi riesce difficile pensare che Galbusera gli faccia trovare i decimi che mancano per essere con i primi.

Una cosa è certa, il 2014 sarà l'ultimo anno di Rossi.

 

io non ne sono così sicuro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Casey ha fatto un lavoro incredibile con la Ducati e se riguardo la sua telemetria non capisco come abbia fatto. La gente pensa che Stoner fosse molto veloce, ma non molto intelligente, e per questo alla fine ha fatto il botto. Ma la realtà è che con la Ducati ha dovuto guidare sempre oltre il limite, andare più forte possibile".

 

Alla fine l'ha capita anche lui...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quelle maledette telemetrie hanno rovinato carriere di piloti ma sopratutto di giornalisti :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rifare una moto con un concetto nuovo implica fare tabula rasa e rifare un progetto da zero quindi compreso il motore e soprattutto non pezzo per pezzo non capendoci più niente alla fine: prima si decide l'idea complessiva e poi si progetta tutto seguendo una direzione ben chiara, quello che accadrà ora infatti. Comunque che Stoner andasse forte oltre la sua comprensione era già stato detto un anno fa da Rossi, purtroppo non sapremo mai uno Stoner più maturo e con ancora più esperienza quanto avrebbe portato a casa, misurandosi con Marquez e Lorenzo (ancora).



Comunque Biaggi ha "bulleggiato" dicendo che ha vinto meno di Rossi ma si è ritirato da vincente con il numero 1 e mostrando coraggio (?!), cosa che secondo lui quasi certamente non accadrà per il suo acerrimo rivale. Robe che dopo questa Rossi resuscita e deve scomparire dalla terra Max...vabbè questa volta si salva...sarebbe ai limiti della fantascienza un mondiale e il ritiro. Si tratterebbe di uno spasso incredibile però, immagino già frotte di appassionati lanciarsi sul carro del 46 alla disperata...i have a dream...purtroppo rimarrà tale mi sa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non vedo l'ora di sentire qualche parola del nuovo DT della Ducati, tecnico che io credo davvero che in relativo poco tempo farà la ritornare competitiva

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

migliorare la ducati non è difficile. prendere l'attuale moto. distruggere, e partire totalmente da zero adattandola ai stili di guida dei piloti attuali e non su stoner.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×