Vai al contenuto
[LIVE] Stasera h21 Sorteggio Quarti Premio Bannato 2018 Leggi di più... ×
Mito Ferrari

Macao 2012

Messaggi raccomandati

Come ogni anno a Macao vanno in scena le gare del prestigioso evento che si corrono nell'incredibile circuito cittadino.

Sono molte le gare che si disputano per l'occasione:WTCC,F3,GT,ma anche gare di moto e altre competizioni di contorno.

 

Purtroppo l'edizione 2012 è stata funestata da due decessi occorsi tra ieri e oggi:ieri è morto il portoghese Luis Carreira che prendeva parte alla gara di Superbike,mentre oggi è morto Phillip Yau Wing-choi a borod di una Chevrolet Cruze iscritta alla gara del CTM Macau Coppa Touring

 

 

 

Tragedia a Macao: muore il portoghese Luis Carreira

 

 

Non sarà importante come il Tourist Trophy, ma anche il Motorcycle Grand Prix di Macao è uno degli eventi tradizionali per il mondo delle corse su strada. Proprio come il Tourist Trophy, anche la gara di Superbike che si disputa sul Circuito da Guia racchiude in sé numerose insidie, con tanti passaggi a fil di muretto.

 

A farne le spese questa mattina è stato Luis Carreira, 35enne portoghese che ha perso la vita in un incidente avvenuto nel corso della prima sessione di prove ufficiali della 46esima edizione.

 

Carreira ha perso il controllo della sua Suzuki GSX-R1000 all'ingresso della Fishermans's Bendnel corso del terzo giro ed è stato vittima di un terribile impatto che non gli ha lasciato scampo. Prontamente trasportato in ospedale, è stato infatti dichiarato deceduto circa una mezzora più tardi.

 

Luis era uno degli specialisti della gara di Macao, alla quale partecipava ormai dal 2004, fatta eccezione solo per l'edizione del 2011, cui era stato costretto a rinunciare a causa di un infortunio. Il suo miglior risultato è un quarto posto ottenuto nel 2008.

 

Da segnalare che nelle prove libere si era già assistito ad una caduta piuttosto rovinosa dell'italiano Stefano Bonetti, che fortunatamente però ha avuto conseguenze decisamente minori.

 

http://www.****/magazine/23266/tragedia-a-macao-muore-il-portoghese-luis-carreira-nelle-qualifiche-della-sbk

 

23266_tragedia_a_macao:_muore_il_portoghese_luis_carreira.jpg

 

http://www.youtube.com/watch?v=aaqZSA5ZCDU

 

 

 

 

 

Gp di Macao: ora basta con la Lotteria della morte!

 

 

Basta con la lotteria della morte a Macao! Dopo la tragedia che ha colpito ieri il pilota di moto portoghese Luis Carreira, c’è stata un’altra tragedia: durante le qualifiche del CTM Macau Coppa Touring è deceduto Phillip Yau Wing-choi il conduttore di Hong Kong che si è schiantato contro le barriere con la sua Chevrolet Cruze. Non si trattava di un pilota inesperto visto che aveva già vinto due gare a Macao.

 

CRASH ALLA CURVA DEL MANDARINO La vettura si è disintegrata all’insidiosa curva del Mandarino in uno dei tratti più veloci dell’anacronistica pista cittadina: l’impatto è stato devastante e le strutture di sicurezza non sono state sufficienti a salvaguardare il pilota che è spirato poco dopo essere giunto in ospedale.

 

SI E’ TAGLIATA LA CARROZZERIA I soccorsi sono stati immediati, ma ci sono voluti sei minuti per estrarre lo sfortunato Phillip Yau Wing-choi dalle lamiere: è stato necessario tagliare la carrozzeria con il destricatore e gli interventi si sono resi ancora più difficili perché la Cruze aveva la guida a sinistra, proprio nel lato dell’impatto.

 

INUTILI LE STRUTTURE DI SICUREZZA Si è detto che il tracciato di Macao sia ormai inaccettabile per le moto che trovano rail come rasoi al bordo della pista, ma oggi abbiano avuto la drammatica conferma che il circuito cittadino non è più adatto nemmeno ad ospitare le ben più protette vetture turismo: la struttura del roll bar e il sistema anti-intrusione si sono rivelati inefficaci alla velocità con cui il conduttore di Hong Kong si è schiantato.

 

VELOCITA’ INADEGUATE Vale la pena di ricordare che le vetture del WTCC sul rettilineo di Macao raggiungono la più alta velocità massima dell’intera stagione, superando i picchi che si raggiungono a Monza che è per tutti il tempio della velocità! Vi immaginate cosa succederebbe sotto il tunnel di Montecarlo se le F.1 lo affrontassero con le punte di velocità dello Stradale brianzolo? E’ meglio neanche pensarci, perché certamente non si correrebbe più nel Principato.

 

FACCIA TOSTA Joao Manuel Costa Antunes, coordinatore della commissione che gestisce il Gran Premio di Macao ha avuto la faccia tosta di sostenere che la morte del pilota non si può attribuire all’organizzazione di una gara che esiste da sessanta anni. La dichiarazione di scarico della responsabilità è servita a sostenere che la sicurezza dell’impianto e dei soccorsi non è da mettere in discussione, per cui gli eventi previsti nel week end andranno avanti regolarmente.

 

LO SPETTACOLO NON SI FERMA Una vergogna: nemmeno un attimo di riflessione! E stupisce che tacciano i piloti professionisti del WTCC e i giovani della Formula 3. Lo spettacolo deve andare avanti, ma quella di Macao si è trasformata in una… lotteria della morte. Prima o poi si potrà anche scommettere sul numero del pilota che allungherà la lista dei decessi? In Europa per ottenere l’omologazione internazionale di un circuito ci sono regole ferree e rigidissime, mentre altrove si chiudono gli occhi. E per chi ama le corse è una vergogna…

 

http://www.****/magazine/23286/gp-di-macao-ora-basta-con-la-lotteria-della-morte-deceduto-yua-wing-choi

 

23286_gp_di_macao:_ora_basta_con_la_lotteria_della_morte!.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La Mandarin Oriental è una delle curve più pericolose del Mondo, una destra in pieno da quasi 300 all'ora (per una moto, per un'auto WTCC siamo sui 270-280 se non sbaglio), ma Macao è un circuito cittadino e non ci si può fare molto.

 

Entrambi i piloti morti avevano già corso più volte qui, ma da sempre Macao è un circuito pericoloso, non sono certo i primi piloti a perire qui. Se non erro ha trovato la morte persino un pilota molto esperto (campione di Endurance ed ex-pilota della 500 degli anni '90) come Bruno Bonhuil, l'esperienza in casi come questo non è mai abbastanza.

 

Condoglianze ai due piloti, deceduti mentre facevano il loro mestiere e dunque sicuramente consapevoli del pericolo che correvano.

 

E, proprio perché Luis e Philip non sono stati i primi (e nemmeno gli ultimi) a rimetterci, non penso che questa sia la fine di Macao, esattamente come non si è mai fermato il TT o l'Ulster GP.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Macau è da sempre un circuito pericoloso:sicuramente andrebbe migliorato,su questo non ci piove.Le sue morti di questi piloti lo dimostrano.Anche perchè si tratta di piloti abbastanza esperti e non di gentleman driver o debuttanti.

E' incredibile come Antunes li abbia considerati semplici incidenti di gara.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non mi ricordavo che per fare quella curva si frenasse così tanto, allora 270-280 all'ora sono tanti, ma rimaniamo sui 200-220 km/h. Con una Chevrolet Cruze non mi sembrano comunque pochini...

 

Macau è da sempre un circuito pericoloso:sicuramente andrebbe migliorato,su questo non ci piove.

Come fai a modificarlo scusa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono il coordinatore del circuito di Macao.So che è un cittadino molto stretto(credo che al mondo solamente Pau corrisponda al layout di Macao)ma deve essere necessariamente modificato.Magari si possono mettere delle chicane e limitare la velocità o installare sui guard rail delle particolari protezioni di gomma che in qualche modo possano attutire il colpo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono il coordinatore del circuito di Macao.So che è un cittadino molto stretto(credo che al mondo solamente Pau corrisponda al layout di Macao)ma deve essere necessariamente modificato.Magari si possono mettere delle chicane e limitare la velocità o installare sui guard rail delle particolari protezioni di gomma che in qualche modo possano attutire il colpo.

Quella dei guard rail sarebbe una buona idea, quella delle chicane mi sembra abbastanza irrealizzabile...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per quanto riguarda le qualifiche della Formula 3 internazionale:

 

 

Alex Lynn soffia la pole di Macao a Felix Da Costa http://www.****/magazine/23285/f3-alex-lynn-soffia-la-pole-del-gp-di-macao-a-felix-da-costa

 

 

mentre nel WTCC (è possibile parlarne nell'apposito topic) la pole è di Huff davanti ai compagni di squadra e rivali per il titolo Muller e Menu.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pole di Lynn un po' a sorpresa, penso che in gara però da Costa e Juncadella saranno i favoriti. Male Marciello, solo decimo (anche se alla fine ha preso solo 6 decimi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore Rhobar_III

Macao è sempre stata una pista pericolosa, e purtroppo se ne è avuta la conferma tra ieri e oggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io vado controcorrente.

 

Nel forum della F1 tutti a lamentarsi dei circuiti Tilke, qui tutti a dire che Macao va modificato.

 

Secondo me no, Macao è una leggenda dei motori ed è oggi come la F1 al vecchio 'ring. Io ammiro i piloti che sfidano la morte e per questo amo il TT, la Northwest e Macao. Entrambi i deceduti sapevano a cosa andavano incontro. A me piacciono le corse vecchio stile, senza moralismi. Si va, si corre e si rischia. I cacasotto, me compreso, possono restare a casa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io vado controcorrente.

 

Nel forum della F1 tutti a lamentarsi dei circuiti Tilke, qui tutti a dire che Macao va modificato.

 

Secondo me no, Macao è una leggenda dei motori ed è oggi come la F1 al vecchio 'ring. Io ammiro i piloti che sfidano la morte e per questo amo il TT, la Northwest e Macao. Entrambi i deceduti sapevano a cosa andavano incontro. A me piacciono le corse vecchio stile, senza moralismi. Si va, si corre e si rischia. I cacasotto, me compreso, possono restare a casa.

Quoto al 100% :up:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma scusate mal'incidente non mi sembra cosi grave e la macchina ha sbattuto lateralmente, c'è qualcosa che non ha funzionato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma scusate mal'incidente non mi sembra cosi grave e la macchina ha sbattuto lateralmente, c'è qualcosa che non ha funzionato?

sembra incredibile,ma spesso i colpi secchi laterali fanno più morti e feriti di un incidente frontale o capottamenti vari.

 

4 anni fa Ashley Cooper,che correva nel v8 Fujitsu Series (serie un gradino sotto al v8 Supercars) morì alla stessa maniera ad Adelaide.

 

http://www.youtube.com/watch?v=fCcKrHegYFI

Modificato da Mito Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore Rhobar_III

Il corpo umano non può sopportare certi tipi di decellerazioni.

 

Infatti anche nei rally gli incidenti più insidiosi (e spesso fatali) sono quelli in cui avvengono forti urti laterali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bho io ripeto che secondo me qua c'è un serio problema nel sistema di sicurezza delle macchine, è impensabile morire per un crash del genere nel 2012, vedendo anche che la forza è anche stata rilasciata dopo l'impatto

 

qua si vede soprattutto nell'incidente di paludo, che andava anche più forte, non credo che siano solo le safer barriers...

http://www.youtube.com/watch?v=yIyke7vqgLs

 

o questo di mclure ancora peggio, ha saltato 5 gare (più di 1 mese) ma è tornato senza problemi

http://www.youtube.com/watch?v=oPGv1FPFV10

 

Modificato da sterla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×