Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×
Hunaudieres

WRC 2012

Messaggi raccomandati

Montecarlo, PS15: Solberg risponde ad Hirvonen

Il norvegese non ci sta a lasciare la terza piazza

 

Petter Solberg non ci sta a solo difendere la posizione e attacca nella ps15 del Montecarlo 2012. Il norvegese della Ford ha risposto con veemenza ai continui scratch di Mikko Hirvonen, che sta cercando di recuperare su di lui per soffiargli il terzo gradino del podio, ed ha rifilato 8"4 al finlandese ed anche al suo plurititolato compagno nonch? leader del rally S?bastien Loeb, dato che i due piloti Citroen hanno fatto segnare lo stesso tempo sulla Lantosque - Luceram.

 

?Sto provando a tenermi il terzo posto per la Ford, questo ? il mio obiettivo principale, dobbiamo essere realisti. Ho perso un po' di secondo per via di un errore vicino al fine prova. La macchina sta rispondendo molto bene, mi sento molto a mio agio." le parole di Solberg a Radio Rally dopo aver chiuso la speciale.

 

Hirvonen invece ha dichiarato di aver perso confidenza nella sezione umida della prova: "Petter ha spinto molto, non me la sentivo bene sulla parte bagnata e sono andato un po' regolare. Questa non ? una buona cosa per la lotta per il podio, ma non volevo rischiare. Adesso sar? dura"

 

Quarto tempo per la Mini di Dani Sordo, poi la Ford della M-Sport di Fran?ois Delecour e l'altra John Cooper Works WRC di Pierre Campana, staccato di soli 3"6 dal suo caposquadra.

 

Grande settimo tempo per la Peugeot 207 S2000 di Bryan Bouffier, vincitore del rally la scorsa stagione quando questo era parte del calendario IRC.

 

Ottava la Fiesta WRC di Evgeny Novikov, che resta sempre saldamente quinto assoluto, poi la Mini di Armindo Araujo che non ci sta a mollare la decima piazza che Martin Prokop gli ha soffiato la scorsa speciale e gli recupera 1"3 ed ora i due sono separati da meno di sei secondi.

 

WRC, Rally di Montecarlo, 21/01/2012

Classifica dopo la PS15 (primi dieci)

1. Sebastien Loeb (Citroen DS3 WRC - 4h00'10"9

2. Dani Sordo (Mini John Cooper Works WRC) a 2'30"7

3. Petter Solberg (Ford Fiesta RS WRC) a 3'10"6

4. Mikko Hirvonen (Citroen DS3 WRC) a 3'41"1

5. Evgeny Novikov (Ford Fiesta RS WRC) a 5'13"2

6. Fran?ois Delecour (Ford Fiesta RS WRC) a 6'49"3

7. Pierre Campana (Mini John Cooper Works WRC) a 8'05"6

8. Ott Tanak (Ford Fiesta RS WRC) a 9'18"0

9. P.G. Andersson (Proton Satria Neo S2000) a 15'00"4

10. Martin Prokop (Ford Fiesta WRC) a 15'22"3

 

14748_montecarlo-ps15-solberg-risponde-ad-hirvonen.jpg

 

http://www.****/magazine/14748/wrc-2012-mondiale-rally-montecarlo-petter-solberg-ford-fiesta-risponde-a-hirvonen

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Montecarlo, PS17: Petter Solberg scatenato

Tre vittorie su quattro speciali di giornata, ma Sordo ? a 19 secondi

 

Ancora una vittoria per Petter Solberg, che si dimostra un validissimo acquisto per la Ford, che permette al norvegese di aver praticamente ipotecato la terza posizione assoluta avendo oltre un minuto di vantaggio su Mikko Hirvonen quando manca solo la Power Stage di domani, ma nonostante il grande sforzo compiuto oggi i 19 secondi che lo dividono dalla seconda piazza della Mini John Cooper Works WRC di Dani Sordo sono troppi da recuperare in una prova da soli 5,2 km.

 

Come gi? nella PS16 il secondo tempo ? andato al leader del rally S?bastien Loeb, staccato di 7"7 dal norvegese, mentre la terza piazza ? andata al sempreverde Fran?ois Delecour, che una volta sistemati i problemi al servosterzo a met? giornata ? diventato verametne velocissimo. Il francese della M-Sport ha preso 9"6 dal compagno di marca e ne ha rifilati 11"3 alla Citroen ufficiale di Mikko Hirvonen, solamente sesto.

 

Di assoluto rilievo anche la quarta piazza di Pierre Campana, che si toglie anche lo sfizio di batetre il suo caposquadra nel team Dani Sordo.

 

Settimo Bryan Bouffier, con la Peugeot 207 S2000. Il francese gi? vincitore di questa gara lo scorso anno, quando faceva parte del calendario IRC, ? ora terzo assoluto nella classifica S2000, dietro al nuovo leader Kevin Abbring ed al rookie irlandese Craig Breen.

 

Ottava posizione ex-aequo per Martin Prokop e Armindo Araujo. i due sono in lotta per la nona posizione, divisi da soli 2"9. Domani la resa dei conti!

 

WRC, Rally di Montecarlo, 21/01/2012

Classifica dopo la PS17 (primi dieci)

1. Sebastien Loeb (Citroen DS3 WRC - 4h29'12"1

2. Dani Sordo (Mini John Cooper Works WRC) a 2'41"6

3. Petter Solberg (Ford Fiest RS WRC) a 3'00"7

4. Mikko Hirvonen (Citroen DS3 WRC) a 4'05"6

5. Evgeny Novikov (Ford Fiesta RS WRC) a 6'00"8

6. Fran?ois Delecour (Ford Fiesta RS WRC) a 6'55"7

7. Pierre Campana (Mini John Cooper Works WRC) a 8'21"3

8. Ott Tanak (Ford Fiesta RS WRC) a 10'27"2

9. Martin Prokop (Ford Fiesta WRC) a 16'06"3

10. Armindo Araujo (Mini John Cooper Works WRC) a 16'09"2

 

14751_montecarlo-ps17-petter-solberg-scatenato.jpg

 

http://www.****/magazine/14751/wrc-2012-mondiale-rally-montecarlo-ps17-petter-solberg-ford-fiesta-scatenato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

S?bastien Loeb vince e stravince il Rally di Montecarlo

Grande secondo posto per la Mini di Sordo, poi la Ford di Petter Solberg

 

E' durata tre prove speciali la speranza di un rally combattuto per la vetta: Jari-Matti Latvala ha volato prima in strada e poi fuori strada e cos? S?bastian Loeb ha potuto dominare in lungo e in largo l'ottantesima edizione del Rally di Montecarlo.

 

L'alsaziano della Citroen ha gestito gli oltre due minuti di vantaggio senza mai compiere alcun passo falso. Non ha praticamente pi? vinto speciali ma era sempre immediatamente dietro al vincitore ed ha lasciato che l'attenzione scivolasse sulla battaglia per la seconda e terza posizione del podio, con protagonisti la Mini John Cooper Works WRC di Dani Sordo, bravissimo a non fare mai errori soprattutto nella quarta tappa quando il suo vantaggio si stava assottigliando in fretta, un Petter Solberg molto in forma al suo rientro in Ford e Mikko Hirvonen, autore di una ottima terza tappa ma con troppi errori nelle altre.

 

Bravo a non fare errori ed a portare a casa un ottimo quinto posto il russo Evgeny Novikov, mentre alle sue spalle con l'altra vettura della M-Sport da quella vecchia volpe di Fran?ois Delecour, per cui il tempo pare essersi fermato. A 18 anni di distanza dalla sua vittoria nel Principato il 50enne francese ha dato spettacolo, soprattutto ieri sera quando ha portato a casa due terzi posti di speciale nella notte del Turini. Poi oggi ha fatto guidare il suo coequipier Dominique Savignoni per festeggiare l'ultimo rally del navigatore, autore di un tempo di 52" pi? lento di tutti gli altri.

 

Settima piazza assoluta per la giovane speranza francese Pierre Campana, al via con la seconda Mini. Per lui quale exploit e tanta voglia di arrivare in fondo, ma visto quanto conosceva vettura e squadra di certo non ha sfigurato.

 

Ottavo Ott Tanak, che ha battuto i duellanti per la nona e decima posizione: Martin prokop e Armindo Araujo. Il ceco ed il portoghese partivano staccati di meno di tre secondi dopo aver fatto segnare lo stesso identico tempo nella ps17. Alla fine ? stato il primo a spuntarla, risultando pi? veloce anche questa mattina e portando cos? a 6 il suo vantaggio sulla Mini.

 

La power stage da 5,16 chilometri denominata Ste Agnes - Col de la Madone ? stata vinta anche quella da Loeb, che cos? entra a punteggio pieno nella classifica mondiale grazie ai 3 punti che aggiunge ai 25 della vittoria del rally. Poi l'altra DS3 WRC di Hirvonen e la Fiesta di Novikov.

 

WRC, Rally di Montecarlo, 21/01/2012

Classifica finale (primi dieci)

1. Sebastien Loeb (Citroen DS3 WRC - 4h32'39"9

2. Dani Sordo (Mini John Cooper Works WRC) a 2'45"5

3. Petter Solberg (Ford Fiesta RS WRC) a 3'14"2

4. Mikko Hirvonen (Citroen DS3 WRC) a 4'06"8

5. Evgeny Novikov (Ford Fiesta RS WRC) a 6'03"4

6. Fran?ois Delecour (Ford Fiesta RS WRC) a 7'47"9

7. Pierre Campana (Mini John Cooper Works WRC) a 8'31"4

8. Ott Tanak (Ford Fiesta RS WRC) a 10'34"6

9. Martin Prokop (Ford Fiesta WRC) a 16'10"7

10. Armindo Araujo (Mini John Cooper Works WRC) a 16'16"6

 

14753_sbastien-loeb-vince-e-stravince-il-rally-di-montecarlo.jpg

 

http://www.****/magazine/14753/wrc-2012-mondiale-rally-montecarlo-sebastian-loeb-stravince-il-rally-di-montecarlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bravo Loeb,ottimo Sordo con una Mini in netta crescita.Rinato Solberg,un po' troppo precipitoso Hirvonen.Ottimo anche Delecour,che dimostra ancora di stare dietro ai ragazzini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore Rhobar_III

Il mnodiale WRC da anni non ha pi? lo stesso spessore di una volta.

 

Fino a quando se lo giocavano Makinen, Sainz, Mcrae, Burns e Gronholm, le sfide erano sempre aperte e incertissime fino alla fine.

 

Da quando ci sono Loeb e la Citroen, invece, sai gi? in partenza chi vince.

Anzi: ti stupisci se non vince.

E' troppo scontato.

 

E' ormai quasi un decennio che vince ininterrottamente.

 

Il mio dubbio fondamentale ? questo: da cosa dipende?

 

a ) ? Loeb che ? troppo forte rispetto ai rivali

b ) ? la Citroen che ? troppo forte rispetto alle altre vetture

c ) sono gli altri piloti che non valgono quanto il francese

 

Visto come andava Ogier l'anno scorso, inizio a credere che la risposta corretta sia un mix tra la b e la c, perch? anche Ogier con la DS3 poteva vincere il mondiale.

Questo dimostrerebbe che Loeb in realt? non ? poi cos? imbattibile, a parit? di vettura.

 

I problemi fondamentali sono quindi 2: la vettura francese ? di gran lunga la migliore del campionato da ormai 9 anni (basti pensare che vinse due rally nel 1999 con la Xsara Kit Car 2RM, in piena era WRC), e che purtroppo non ci sono in giro piloti forti come Loeb.

 

O meglio, ce ne sarebbe uno, ma quest'anno non partecipa al mondiale (Ogier, che ha firmato con VW).

 

E' quindi per questo che lui non ha rivali, in pratica, e si ritrova a vincere sempre, anche se non voglio per nulla sminuire la sua bravura, perch? non sbaglia praticamente mai (anche se c'? da dire che chi non ? sotto pressione non commette poi tanti errori).

 

Voi cosa ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore Rhobar_III

Inoltre, vorrei aggiungere che da quando ci sono le vetture turbo 1600, si ? ulteriormente ampliata la differenza tra la Citroen e le altre vetture.

 

Nel 2003 la Subaru ancora reggeva il confronto (tant'? che Solberg ha battuto Loeb).

 

Gli anni successivi la Xsara si ? dimostrata semplicemente troppo forte.

Nel 2006 infatti Loeb ha vinto il mondiale seppur corresse con un team privato! (quello di Van Dalen)

 

Quell'anno infatti la Ford Focus (che aveva un progetto nuovo di zecca) si dimostr? molto pi? che valida, ma i troppi errori commessi da Gronholm, uniti alla superiorit? della Xsara sull'asfalto, furono decisivi.

 

Quando arriv? la C4, nel 2007, all'inizio fu troppo superiore ai rivali, e non ci fu praticamente storia.

 

Nel 2008,2009 e 2010 l'unico vero "rivale" di Loeb, se possiamo dire, ? stato Hirvonen, ma lo ? stato non per la competitivit? sua o della Focus, bens? per la sua continuit? nei piazzamenti, a volte approfittando di qualche strano svarione di Loeb.

 

Dall'anno scorso, per?, il margine ? diventato abissale.

La Fiesta ? enormemente inferiore rispetto alla DS3, in misura maggiore rispetto al gap che c'era tra C4 e Focus, tant'? che la Mini sull'asfalto le sta davanti, pur non avendo dei grandissimi piloti.

 

Semplicemente, penso che non ci sar? storia per questo campionato, che sar? dominato in lungo e in largo dal solito alsaziano.

 

La speranza potrebbe venire nel 2013, con Ogier che si spera possa guidare una Polo che si dimostri competitiva fin da subito, ma purtroppo sar? difficile, essendo l'anno del debutto.

E inoltre, Loeb potrebbe sempre decidere di salutare la compagnia a fine stagione, lasciando da campione imbattuto, e con la fama di "imbattibile", a quel punto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rischio di esclusione dal Rally di Svezia per Solberg

Il norvegese in eccesso di velocit? in un trasferimento dovr? fare il bravo per i prossimi sei rally

 

Petter Solberg ha ricevuto l'esclusione sospesa dal Rally di Svezia dopo essere stato colto in eccesso di velocit? durante un trasferimento durante la notte di sabato, nel rientro verso il Parco Chiuso.

 

Il pilota ufficiale Ford, che ha chiuso il Montecarlo in terza posizione, ? stato trovato a 106 km/h in una strada col limite a 50 km/h alle 21:10, dopo l'ultima speciale della quarta tappa.

 

Il comunicato degli organizzatori dice: "Quando interrogato a riguardo, il pilota ha spiegato di aver effettivamente accelerato fino a quella velocit? tentando il sorpasso su una vettura che procedeva lentamente e che nel farlo ha anche sorpassato la linea continua presente nel mezzo della strada, ma ha poi frenato subito. Si ? scusato per il suo errore."

 

I Commissari hanno cos? trovato Solberg colpevole di aver infranto l'articolo 151c del Codice Sportivo Internazionale avendo compiuto "atti pregiudiziali dell'interesse... del motorsport in generale".

 

Solberg ha cos? ricevuto una reprimenda, una multa di 1.400 euro e l'esclusione sospesa dal Rally di Svezia. Questo significa che dovesse mai compiere altri eccessi di velocit? per un valore superiore al 50% o pi? del limite (esempio: limite a 50 Km/h e lui fosse trovato a 75 Km/h o pi?) in qualsiasi dei prossimi sei rally che compongono il mondiale verrebbe escluso anche retroattivamente dalla gara nordica, perdendo quindi l'eventuale risultato ottenuto.

 

14759_rischio-di-esclusione-dal-rally-di-svezia-per-petter-solberg.jpg

 

http://www.****/magazine/14759/wrc-2012-montecarlo-rischio-di-esclusione-dal-rally-di-svezia-per-petter-solberg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Contro Loeb non c'? proprio niente da fare.

 

Purtroppo pare che anche quest'anno sar? cos?. Mi sono un po' rotto le scatole...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non posso biasimarvi,concordo anche io.Loeb ? sicuramente un pilota molto forte,ma come disse tempo fa Auriol "se avesse corso ai miei tempi,avrebbe vinto molto di meno".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a ) ? Loeb che ? troppo forte rispetto ai rivali

b ) ? la Citroen che ? troppo forte rispetto alle altre vetture

c ) sono gli altri piloti che non valgono quanto il francese

 

A ben pensarci potrebbero essere vere tutte e tre le ipotesi, ma una di queste ? predominante rispetto alle altre. Che Loeb sia fortissimo per me ? fuori discussione, avrebbe vinto molto anche con una concorrenza pi? ampia, mentre la Citroen ? molto pi? forte delle altre (poche, ed anche questo a me non piace per niente) vetture. Infine, quello che secondo me ? il problema principale, quello che sta facendomi passare la voglia di seguire il rally, non ci sono altri piloti potenzialmente dominatori. Altri "fenomeni", insomma...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me le tre macchine si equivalgono altrimenti se la Citroen fosse veramente superiore Hirvonen sarebbe arrivato facile secondo al Monte. Il fatto ? che Loeb ? troppo superiore agli altri, gli unici capaci di tenergli testa sono stati Gronholm che si ? ritirato e Ogier che quest'anno praticamente non corre... Hirvonen ? un Barrichello dei rallyes e Latvala ? veloce ma fin troppo incline all'errore. Forse Solberg pu? combinare qualcosa quest'anno ma ? ritornato in Ford troppo tardi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mnodiale WRC da anni non ha pi? lo stesso spessore di una volta.

 

Fino a quando se lo giocavano Makinen, Sainz, Mcrae, Burns e Gronholm, le sfide erano sempre aperte e incertissime fino alla fine.

 

Da quando ci sono Loeb e la Citroen, invece, sai gi? in partenza chi vince.

Anzi: ti stupisci se non vince.

E' troppo scontato.

 

E' ormai quasi un decennio che vince ininterrottamente.

 

Il mio dubbio fondamentale ? questo: da cosa dipende?

 

a ) ? Loeb che ? troppo forte rispetto ai rivali

b ) ? la Citroen che ? troppo forte rispetto alle altre vetture

c ) sono gli altri piloti che non valgono quanto il francese

 

Visto come andava Ogier l'anno scorso, inizio a credere che la risposta corretta sia un mix tra la b e la c, perch? anche Ogier con la DS3 poteva vincere il mondiale.

Questo dimostrerebbe che Loeb in realt? non ? poi cos? imbattibile, a parit? di vettura.

 

I problemi fondamentali sono quindi 2: la vettura francese ? di gran lunga la migliore del campionato da ormai 9 anni (basti pensare che vinse due rally nel 1999 con la Xsara Kit Car 2RM, in piena era WRC), e che purtroppo non ci sono in giro piloti forti come Loeb.

 

O meglio, ce ne sarebbe uno, ma quest'anno non partecipa al mondiale (Ogier, che ha firmato con VW).

 

E' quindi per questo che lui non ha rivali, in pratica, e si ritrova a vincere sempre, anche se non voglio per nulla sminuire la sua bravura, perch? non sbaglia praticamente mai (anche se c'? da dire che chi non ? sotto pressione non commette poi tanti errori).

 

Voi cosa ne pensate?

 

 

Sono d'accordo.

 

 

Inoltre, vorrei aggiungere che da quando ci sono le vetture turbo 1600, si ? ulteriormente ampliata la differenza tra la Citroen e le altre vetture.

 

Nel 2003 la Subaru ancora reggeva il confronto (tant'? che Solberg ha battuto Loeb).

 

Gli anni successivi la Xsara si ? dimostrata semplicemente troppo forte.

Nel 2006 infatti Loeb ha vinto il mondiale seppur corresse con un team privato! (quello di Van Dalen)

 

Quell'anno infatti la Ford Focus (che aveva un progetto nuovo di zecca) si dimostr? molto pi? che valida, ma i troppi errori commessi da Gronholm, uniti alla superiorit? della Xsara sull'asfalto, furono decisivi.

 

Quando arriv? la C4, nel 2007, all'inizio fu troppo superiore ai rivali, e non ci fu praticamente storia.

 

Nel 2008,2009 e 2010 l'unico vero "rivale" di Loeb, se possiamo dire, ? stato Hirvonen, ma lo ? stato non per la competitivit? sua o della Focus, bens? per la sua continuit? nei piazzamenti, a volte approfittando di qualche strano svarione di Loeb.

 

Dall'anno scorso, per?, il margine ? diventato abissale.

La Fiesta ? enormemente inferiore rispetto alla DS3, in misura maggiore rispetto al gap che c'era tra C4 e Focus, tant'? che la Mini sull'asfalto le sta davanti, pur non avendo dei grandissimi piloti.

 

Semplicemente, penso che non ci sar? storia per questo campionato, che sar? dominato in lungo e in largo dal solito alsaziano.

 

La speranza potrebbe venire nel 2013, con Ogier che si spera possa guidare una Polo che si dimostri competitiva fin da subito, ma purtroppo sar? difficile, essendo l'anno del debutto.

E inoltre, Loeb potrebbe sempre decidere di salutare la compagnia a fine stagione, lasciando da campione imbattuto, e con la fama di "imbattibile", a quel punto.

 

 

Purtroppo pare che anche quest'anno sar? cos?. Mi sono un po' rotto le scatole...

 

 

Non posso biasimarvi,concordo anche io.Loeb ? sicuramente un pilota molto forte,ma come disse tempo fa Auriol "se avesse corso ai miei tempi,avrebbe vinto molto di meno".

 

 

Pure io...

 

 

e allora?sono i pi? forti ed ? giusto quindi che vincano.Vi siete rotti?non lo guardate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e allora?sono i pi? forti ed ? giusto quindi che vincano.Vi siete rotti?non lo guardate.

 

Mi pare che nessuno abbia detto che non sia giusto questo dominio. Stavamo solo cercando di capire le cause di questo dominio che oggettivamente sta ammazzando la competizione rallystica. E sapere ogni anno, sin dal primo rally, come probabilmente va a finire non ? una cosa molto bella...

 

Poi questo discorso "se ti non ti piace una cosa non guardarla" sinceramente mi pare una frescaccia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poi questo discorso "se ti non ti piace una cosa non guardarla" sinceramente mi pare una frescaccia...

a me ? stato risposto cos? nella sezione della F1.Se vale per me questa cosa dovrebbe valere anche per voi altri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solberg: una gara di squalifica con la condizionale

Petter ? stato pescato a 106 all'ora in un tratto di 50 km/h dopo la quarta tappa del Montecarlo

 

Petter Solberg, terzo classificato al Rally di Montecarlo con la Ford Fiesta, si ? visto infliggere 1400 euro di multa e la sospensione per una gara con la condizionale per un eccesso di velocit?.

 

Il norvegese della Ford ? stato sorpreso a 106 chilometri all'ora in un tratto dove il limite era di 50 chilometri all'ora limite: il fattaccio ? accaduto alle 21,10 di sabato, dopo la fase finale della quarta tappa della gara di apertura del mondiale WRC.

 

Gli organizzatori del rally monegasco hanno spiegato di "...aver sentito il pilota che ha raccontati di aver fatto un sorpasso di una vettura molto lenta, superando anche la linea continua a centro strada, frenando subito dopo. Solberg si ? scusato per la sua negligenza".

 

I commissari sportivi hanno punito Petter per la violazione dell'articolo 151c del Codice Sportivo Internazionale, in seguito al suo "atto pregiudizievole per l'interesse ... dello sport automobilistico in generale".

 

Solberg resta sotto osservazione per sei gare del mondiale: se dovesse essere recidivo, scatterebbe automatica una gara di squalifica.

 

14760_solberg-una-gara-di-squalifica-con-la-condizionale.jpg

 

http://www.****/magazine/14760/solberg-una-gara-di-squalifica-con-la-condizionale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penalit? ridicola,pensare che negli anni '70 o '80 durante le tappe di trasferimento(come il Tour De Corse)i piloti correvano come dei matti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×