Vai al contenuto
[LIVE] Stasera h21 Sorteggio Quarti Premio Bannato 2018 Leggi di più... ×
chatruc

Mondiale 2030 in Uruguay e Argentina

Messaggi raccomandati

Mamma mia come sono brutte le seconde maglie della Puma per le varie Nazioni.

Troppo semplici, un po di inventiva no?!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con 3 nazioni organizzatrici chi si qualifica di diritto, tutte e 3?

Chissà che bello il girone di qualificazione sudamericano azzoppato con un solo posto a disposizione. :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si si qualificano tutte e tre ma niente è ancora deciso, comunque ci sarà lotta lo stesso perché ci sono altre nazionali oltre al brasile si giocheranno la qualificazione.

 

ma pensa l'altra delegazione oltre a quella inglese colombiana e australiana, sono 13 stati asiatici.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se va avanti il mondiale a 48 (previsto per il 2026), ci saranno 7 sudamericane. Quindi, in caso di mondiale tripartitico, il girone sudamericano avràsette squadre a giocarsi quattro posti. E' assurdo. Il mondiale a 48 non ha senso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se va avanti il mondiale a 48 (previsto per il 2026), ci saranno 7 sudamericane. Quindi, in caso di mondiale tripartitico, il girone sudamericano avràsette squadre a giocarsi quattro posti. E' assurdo. Il mondiale a 48 non ha senso.

 

Quindi per i mondiali giocati altrove ci sarebbero 10 squadre a giocarsi 7 posti, formula "Ti piace vincere facile?" :asd:

 

Scherzi a parte, un mondiale a 48 non mi sembra malvagio. Vorrei però vedere 8 gironi da 6 squadre, cosicchè ognuna giochi almeno 5 gare. 2 qualificate per girone, poi si prosegue dagli ottavi come ora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Impossibile. Il mondiale dal 1974 non può avere più di sette partite totali a testa. Comunque, dopo la batosta di ieri, è meglio se il mondiale lo fanno soltanto in Paraguay e Uruguay e l'Argentina si dedica a giocare a hockey su prato.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la fifa ha già confermato dal 2026 ai mondiali ci saranno 48 partecipanti. nel marzo 2017

 

saranno cosi suddivise.

 

16 europee

9 africane

8 asiatiche

6 sud americane

6 nord centro americane

1 oceania

2 dai play off

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La candidatura è ufficiale, guardate i link sotto. Inoltre non ci sarannop rivali. Il mondiale 2030 è ufficialmente partito e si disputerà in Argentina, Uruguay e Paraguay. Ne abbiamo parlato direttamente nella sede del governo nazionale.

 

2030.jpg

Gli stadi coinvolti saranno 12, 8 in Argentina e due a testa per Paraguay e Uruguay. E subito si sono scatenate le prime ipotesi sugli impianti che verranno coinvolti all’interno del progetto-Mondiale.

Gli impianti designati per l’Argentina dovrebbero essere il Monumental (River Plate, Buenos Aires), il Gigante de Arroyito (Rosario Central, Rosario), il Malvinas Argentinas (Godoy Cruz, Mendoza), il Mario Kempes (Talleres/Belgrano, Cordoba), l’Estadio Ciudad de La Plata (Estudiantes, La Plata) e il Cilindro (Racing, Avellaneda). 6 impianti che sembrano praticamente certi di essere coinvolti per la loro storia e tradizione, anche se va tenuta d’occhio la Bombonera, che al momento pare tagliata fuori, ma potrebbe rientrare in corsa. Per i due impianti restanti, al momento l’idea è quella di rivolgersi al Futbol del interior: un candidato forte è il Bicentenario di San Juan (stadio del San Martin SJ), ma occhio alle ipotesi che porterebbero al coinvolgimento di Tucumán (con l’Estadio Monumental Josè Fierro) o alla costruzione di nuovi impianti. Il governo argentino infatti valuta se rivolgersi solo a stadi esistenti (sarebbe una prima volta) o creare anche nuovi stadi: le tre aree che si sono candidate a ospitare nuovi impianti (in caso di bisogno) sono Villa Mercedes nella provincia di San Luis, la zona settentrionale del paese (il dipartimento di Santiago del Estero) e la Patagonia. Il rischio di creare cattedrali nel deserto però è alto, e secondo noi alla fine l’Argentina opterà per stadi esistenti e dalla grande tradizione.

Una scelta che verrà condivisa dall’Uruguay e dal Paraguay: il paese charrúa ha proposto al momento il Centenario di Montevideo, lo stadio che ospitò la finale del primo Mondiale e potrebbe candidarsi a ripetere l’esperienza nel 2030, e l’Estadio Campeon del Siglo (casa del Peñarol). Proposte suggestive anche dal Paraguay, che ha candidato il Defensores del Chaco (Asuncion, ha grande valore simbolico) e la Nueva Olla, casa del Cerro Porteño.

https://www.argentina.gob.ar/argentina2030

 


https://sport.sky.it/calcio/mondiali/2018/04/10/mondiali-piano-2030-argentina-uruguay-paraguay.html

https://it.eurosport.com/calcio/mondiali-germania/2018/argentina-paraguay-e-uruguay-si-candidano-per-ospitare-i-mondiali-2030-le-prime-indiscrezioni_sto6708098/story.shtml


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Condivido pienamente la scelta di utilizzare stadi esistenti (sicuramente tirati a lucido ed ammodernati per loccasione) piuttosto che sperperate enormi quantità di denaro per nuovi stadi, soprattutto se costruiti in posti inadatti.

 

:up:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quello che ho sentito, la sconfitta argentina ha gravemente minato la fattibilità del mondiale 2030. A questo punto, se Inghilterra vince il mondiale, il 2030 lo si farà certamente in Gran Bretagna, cioè l'isola grande senza l'Irlanda del Nord, quindi con tre qualificate (inghilterra, Galles, Scozia)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dalle notizie che mi arrivano filo diretto dall'Argentina, il carrozzone dell'organizzazione ormai è in smobilitazione. Al di là del risultato sportivo, la comitiva è tornata dalla Russia a testa bassa. Nemmeno il migliore tra gli stadi argentini si avvicina lontanamente a quelli russi, tra i quali spiccano delle eccellenze escluse dal mondiale. L'ordine pubblico è stato impeccabile. Nessuna traccia di hooligans russi. Pulizia. Ordine. Disciplina. Al loro arrivo all'aeroporto di Ezeiza, si sono accorti che non c'è un mezzo pubblico che dall'aeroporto ti porti in centro. Il treno per Mar Del Plata è stato riaperto e ci mette 7 ore mentre 50 anni fa ci metteva 4 ore e mezza. La comitiva di esplorazione era andata in Russia con la speranza di vedere un mondiale più umano e terra terra ma hanno ricevuto un colpo da KO. Per Gran Bretagna è fatta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DISASTRO E VERGOGNA MONDIALE

 

La finale del mondo tra Boca e River è stata sospesa per pesanti incidenti. Dopo l'aggressione all'autobus del Boca con sei calciatori feriti, di cui due in ospedale, autista in ospedale, fuori dallo stadio è iniziata una battaglia campale con rappresaglie violente della polizia.

 

I miei amici dicono che la polizia ha sbagliato a caricari le pistole con pallottole di gomma.

 

Infantino era allo stadio.

 

Il mondiale 2030 resterà un sogno.

 

Ora vado a dormire con un solo pensiero: NAPALM.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco dove si giocherà il mondiale 2030.

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

https://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/26-11-2018/superclasico-genova-river-boca-310747833990.shtml

 

---

 

Il Superclasico a Genova? Il Comune offre il Ferraris per il ritorno

Per il consigliere delegato allo Sport Stefano Anzalone “sarebbe l’occasione per rinnovare il profondo senso di amicizia che storicamente ci unisce a queste due società”

 

La finale di ritorno della Libertadores al Ferraris? Un’idea quantomeno suggestiva. Il Comune di Genova, attraverso una lettera ufficiale inviata oggi al presidente del Boca, Angelici, e a quello del River Plate, D’Onofrio, ha invitato i due club a valutare l’ipotesi di giocare al Ferraris la finale di ritorno della Libertadores, rinviata per incidenti. Forti, infatti, i legami che uniscono le due società (entrambe fondate da emigranti genovesi) al capoluogo ligure. “Sarebbe l’occasione per rinnovare il profondo senso di amicizia che storicamente ci unisce a queste società”, ha spiegato il consigliere delegato allo Sport, Stefano Anzalone.
I presidenti di Boca e River saranno convocati martedì della prossima settimana per stabilire una nuova data della finale, che potrebbe sabato 8 dicembre. Non è escluso che la partita venga giocata in un altro Paese.
Filippo Grimaldi 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se fosse così andrei dritto a vederla ma è più probabile che si faccia a Mendoza o Abu Dabhi, per la sola questione dei soldi. Io non la farei giocare e farei un no contest.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/11/2018 Alle 14:32, chatruc ha scritto:

Ecco dove si giocherà il mondiale 2030.

 

 

 

 

 

 

non capisco perché questa gente non si riesca a godere il calcio come sport ed intrattenimento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Malattia e sofferenza. Non porti domande alle quali non esiste risposta (logica).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, crucco ha scritto:

Malattia e sofferenza. Non porti domande alle quali non esiste risposta (logica).

 

8 ore fa, maxilrosso ha scritto:

non capisco perché questa gente non si riesca a godere il calcio come sport ed intrattenimento

 

Il sig. "Caverna" Godoy, capoultras del River, aveva subito una perquisizione a casa sua dove avevano trovato 300 biglietti per la partita, originali consegnati ovviamente dalla dirigenza del club. Il caro Caverna ha mandato un audio wasap al suo amico in cui giurava vendetta, così dure ore prima della partita è andato con ultras a 700 metri dallo stadio per attaccare l'autobus del Boca due prima della partita. L'obiettivo era non far disputare la partita e creare un danno economico al River.

 

Quindi la notizia che tutti conosciamo da 40 anni è che gli ultras prendono soldi e altro dalle società. In effetti le "barras bravas" sono nate negli anni '70 perchè durante la dittatura, si esponevano cartelli antigoverno nelle partite di calcio, quindi i militari le hanno organizzate per disciplinare il pubblico. Ma una volta create, queste organizzazioni hanno sempre voluto sopravvivere con soldi dei club. Di fatto sono organizzazioni mafiose.

 

L'attacco avviene all'incrocio tra Libertador e Monroe. Strano che la polizia non abbia fatto nulla sapendo che in quell'angolo sarebbe passato l'autobus.

 

E' ovvio che esiste una collaborazione tra ultras e polizia per avere zone liberate.

 

Scortare l'autobus con quattro motociclette dimostra che il responsabile della sicurezza della città è un incapace. Sembra che ci sia una lite da tempo tra capo sicurezza della città e ministro dell'interno della repubblica a causa della relativamente nuova polizia della città (una sorta di quattro vigili di 18 anni sottopagati) mentre fino a pochi anni fa in città c'era la sola polizia federale (si tratta del distretto federale). Quello della città, pur se dello stesso partito, richiede soldi e mezzi al ministro ed entrambi, per dimostrare l'incapacità dell'altro, sono rimasti nelle loro posizioni. Il capo della sicurezza della città ha voluto dimostrare "se non mi dai soldi e mezzi, le cose vanno così" e il ministro invece dice "non ti do mezzi e soldi perchè è così che gestisci la sicurezza".

 

Ergo sia quello che l'altro sono due imbecilli.

 

Il presidente della repubblica aveva detto pubblicamente che voleva pubblico ospiti. Oggi lo criticano perchè con pubblico ospite ci sarebbe stata una tragedia. Luii credo abbia ragione nel pretendere un paese normale ma deve sapere di essere a capo di un paese non normale.

 

Altri critici dicono che l'autobus doveva essere blindato, che sull'incrocio era da mettere pannelli alti per evitare lanci di oggetti...diciamo che puntano sugli effetti e non sulle cause.

 

Finora tutto ruota attorno attorno all'aggressione degli ultras all'incrocio. Ma in quell'incrocio non c'erano solo ultras. C'era molta gente "normale". I lancio di oggetti è andato avanti per tutto il boulevard che porta da quell'incrocio allo stadio. All'ingresso dello stadio, sono piovute pietre dalle tribune dal lato esterno dello stadio.

 

Ma tolto l'episodio dell'autobus, ore prima dell'aggressione, c'erano già problemi allo stadio. Il pubblico era costretto a passare uno ad uno ma si organizzavano per tirare giù le transenne e buttarsi dentro. Dentro lo stadio era pieno di gente con biglietti falsi, entrati con pizzi agli addetti ai tornelli, pronti a picchiare i legittimi possessori del posto numerato. Dentro e fuori dallo stadio era pieno di gente che rubava i biglietti per venderli il giorno dopo (in cui era previsto inizialmente di giocare la partita). Sospesa la partita, molta gente si è data agli scontri diretti con la polizia, a spaccare le macchine per rubare ciò che c'era dentro, a picchiarsi tra di loro (vedere video sopra), a lanciare le moto parcheggiate per terra, a bruciare cassonetti.

 

E non dimentichiamo la mamma (di quattro figli) che incollava i fumogeni alla figlia di 5 anni per farli entrare saltando i controlli.

 

A questo punto di chi è la colpa?

 

Secondo me è una società malata, intollerante, stupida e autolesionista, governata e dominata da politici e ultras, tutti a propria immagine e somiglianza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 27/11/2018 Alle 12:20, chatruc ha scritto:

Se fosse così andrei dritto a vederla ma è più probabile che si faccia a Mendoza o Abu Dabhi, per la sola questione dei soldi. Io non la farei giocare e farei un no contest.

 

chatruc, ti hanno ascoltato. Ora nessuno ti può più fermare! "Si vola a Madrid!"

 

https://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/29-11-2018/superclasico-river-boca-si-giochera-bernabeu-spagna-sono-quasi-certi-310838713843.shtml

 

---

 

Superclasico, ufficiale: River-Boca al Bernabeu il 9 dicembre

La sfida di ritorno della finale di Libertadores 2018 sarà disputata nello stadio del Real il prossimo 9 dicembre: respinto il ricorso degli Xeneizes che chiedevano la vittoria a tavolino

 

In 6 mesi Madrid ospiterà la finale della Libertadores e quella della Champions. Il Superclásico della discordia, sfrattato dal Monumental di Buenos Aires e dato in giro per il mondo, si era parlato tra gli altri di Asuncion (Paraguay), Doha (Qatar), Belo Horizonte (Brasile), Miami (Stati Uniti) e c’era anche la candidatura di Genova, è atterrato al Bernabeu: la sfida di ritorno tra River Plate e Boca Juniors (2-2 all’andata, i gol segnati in trasferta non valevano comunque doppio) si giocherà domenica 9 dicembre alle 20.30. Svanisce così la speranza del Boca di vedersi assegnata la vittoria a tavolino: il Tribunale disciplinare della Conmebol ha respinto il ricorso degli Xeneize. Il 1 giugno 2019 al Metropolitano, casa dell’Atletico, ci sarà la finale della Champions. Il Bernabeu aggiunge una perla rara e complicata alla sua collezione di finali: ha già ospitato quelle del Mondiale, dell’Europeo, dell’Intercontinentale, della Champions e della Uefa.
 
STADIO GRATIS — La candidatura della Casa Blanca è montata rapidamente sull’asse Dominguez-Rubiales, presidenti di Conmebol e federcalcio spagnola ed è corsa via con autorevolezza rinfrancata dall’offerta di Florentino Perez, che ha ceduto lo stadio gratuitamente, e dall’approvazione dello sponsor principale, lo spagnolo Banco Santander. I tanti voli diretti tra Madrid e Baires, la questione linguistica e la presenza di una grande comunità argentina tanto in città come in tutta la Spagna hanno giocato a favore del Bernabeu.
 
PRESTIGIO E PREPARAZIONE — La confederazione sudamericana cercava disperatamente una sede sicura, se possibile di prestigio e soprattutto lontana da Buenos Aires, per scoraggiare eventuali scorribande di tifosi malintenzionati. Doha sembrava la sede più probabile, il prestigio del Bernabeu e la preparazione di Madrid sono parse immediatamente due carte pesanti. Col gradimento della Fifa (la vincente di Boca-River deve giocare il Mondiale per Club a metà dicembre…) la giornata di ieri è stata spesa per trovare tutti gli accordi necessari: logistici, economici, organizzativi, di sicurezza.
 
"SPAGNA PRONTA" — Alla faccia di chi vorrebbe sport e politica separati la decisione finale è stata presa dopo il via libera del governo argentino, guidato dall’ex presidente del Boca e oggi primo ministro Mauricio Macri, e di quello spagnolo, col premier Pedro Sanchez che in serata ha twittato dicendo che “La Spagna è pronta ad accogliere la finale di Copa Libertadores. Le Forze di Sicurezza e i servizi implicati, con ampia esperienza nella gestione di dispositivi di questo tipo, stanno già lavorando con i mezzi necessari per garantire la sicurezza dell’evento”. L’ufficializzazione è arrivata poco dopo.
 
STADIO DIVISO — Stando alle indiscrezioni in arrivo dall’Argentina le due squadre sono attese in Spagna già martedì, per il necessario acclimatamento: differenza di fuso orario e di temperatura. Il River si allenerà a Valdebebas, nel centro sportivo del Madrid, il Boca a Las Rozas, la sede della federcalcio spagnola. Ma, soprattutto, domenica prossima saranno ammessi allo stadio tifosi di entrambe le squadre, cosa che era stata proibita in Argentina per motivi di sicurezza. Madrid è pronta a diventare la città dei due mondi, calcistici.
Dal nostro corrispondente Filippo Maria Ricci 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma per i biglietti valgono quelli originali per il Monumental?

 

Posso andare lì senza biglietti e picchiare la polizia per entrare ugualmente?

 

Poi, non so dove trovare gas al pepe da lanciare ai calciatori del RiBer?

 

In aereo posso portarmi un piccolo piccone nel bagaglio a mano? Non voglio far del male in aereo, è solo per rompere i marciapiedi e ricavare sassi da lanciare all'autobus del RiBer e alla polizia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×