Vai al contenuto
Vota ai Quarti del Premio Bannato 2018 Leggi di più... ×
luke36

Elio de Angelis

Messaggi raccomandati

Uno dei pochi piloti che ? riuscito a tenere testa ad Ayrton nella stessa squadra handicappato anche da Peter Warr, chiss? perch? ricordano sempre e solo Prost che godeva dello stesso supporto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno dei pochi piloti che ? riuscito a tenere testa ad Ayrton nella stessa squadra handicappato anche da Peter Warr, chiss? perch? ricordano sempre e solo Prost che godeva dello stesso supporto :)

 

E' cosi.Ed ha tenuto testa anche ad altri due campioni del mondo del livello di Mario Andretti e del Leone Mansell.Sarebbe stato campione del mondo se avesse accettato l'offerta di Frank Williams nell'estate 1984, oppure se Enzo Ferrari avesse deciso di silurare il grande Gilles(stava per farlo) durante la stagione 1978.Giovane grande e sfortunato e mai ricordato abbastanza per il suo valore tecnico:nobile d'animo,ma non solo,anche Campione!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mitico Poltronieri!

 

poltronieri e' stato il piu' grande di tutti i tempi come martellini.non era molto dettagliato nella telecronoca,si limitava a descrivere lo scenario lasciando libero lo spettatore di analizzare da solo quello che accadeva o magari di immaginarselo visto che la regia non era proprio il massimo.

 

comunque rappresentava un italia che non ce' piu' semplice genuina anche ingenua a volte,ma per questo piu' vera.a me manca molto.

 

le telecronache di poltronieri erano spesso oggetto di discussione,come un sorpasso o una partenza.zermiani inarrivabile per romanticismo nei servizi,una coppia d'altri tempi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

poltronieri e' stato il piu' grande di tutti i tempi come martellini.non era molto dettagliato nella telecronoca,si limitava a descrivere lo scenario lasciando libero lo spettatore di analizzare da solo quello che accadeva o magari di immaginarselo visto che la regia non era proprio il massimo.

 

comunque rappresentava un italia che non ce' piu' semplice genuina anche ingenua a volte,ma per questo piu' vera.a me manca molto.

 

le telecronache di poltronieri erano spesso oggetto di discussione,come un sorpasso o una partenza.zermiani inarrivabile per romanticismo nei servizi,una coppia d'altri tempi

 

E sopatutto Marione era stato un pilota ufficiale..-.

 

59%20abarth%20poltr%20stallavena%20boscochiesanuova%203.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

poltronieri e' stato il piu' grande di tutti i tempi come martellini.non era molto dettagliato nella telecronoca,si limitava a descrivere lo scenario lasciando libero lo spettatore di analizzare da solo quello che accadeva o magari di immaginarselo visto che la regia non era proprio il massimo.

 

comunque rappresentava un italia che non ce' piu' semplice genuina anche ingenua a volte,ma per questo piu' vera.a me manca molto.

 

le telecronache di poltronieri erano spesso oggetto di discussione,come un sorpasso o una partenza.zermiani inarrivabile per romanticismo nei servizi,una coppia d'altri tempi

 

Non so se sia stato il pi? grande, ma certamente a conti fatti rispetto alla ciurmaglia attuale lo rimpiango parecchio. Il che ? tutto dire, perch? in effetti non ? che mi entusiasmasse molto. Per lo meno, per?, aveva non solo esperienza come pilota, ma soprattutto non era cos? sfacciatamente 'votato' alla causa della Rossa ed era molto pi? equilibrato nella quantit? e qualit? dei commenti dedicati ai piloti italiani (all'epoca molti). A scusante di Poltronieri, non dobbiamo mai dimenticare che ha lavorato in tempi in cui i mezzi a disposizione per documentarsi non erano nemmeno paragonabili con quelli attuali (e per di pi? ricordo che spesso diceva di essere collocato in posizioni tutt'altro che favorevoli, anche all'aperto). Insomma, con tutti i suoi limiti, era un serio e appassionato professionista. Cosa che non mi sentirei di dire per chi ne ha ereditato la posizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

poltronieri e' stato il piu' grande di tutti i tempi come martellini.non era molto dettagliato nella telecronoca,si limitava a descrivere lo scenario lasciando libero lo spettatore di analizzare da solo quello che accadeva o magari di immaginarselo visto che la regia non era proprio il massimo.

 

comunque rappresentava un italia che non ce' piu' semplice genuina anche ingenua a volte,ma per questo piu' vera.a me manca molto.

 

le telecronache di poltronieri erano spesso oggetto di discussione,come un sorpasso o una partenza.zermiani inarrivabile per romanticismo nei servizi,una coppia d'altri tempi

 

Poltronieri ? stato il migliore tra quelli di cui ho potuto ascoltare una telecronaca. (Gio ha parlato bene di Andenna ma non ho mai avuto modo di vederlo)

 

Non aveva il ritmo forsennato e confusionario di Meda/Mazzoni ma cosa succedeva lo capivi benissimo anche perch? se ne intendeva davvero di automobilismo. Ovviamente commetteva errori come tutti ma con i suoi errori nell'individuare i piloti e "aspettiamo che il pilota passi sul traguardo per avere il distacco in tempo reale" io lo preferisco comunque agli attuali

Modificato da Ayrton4ever

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apro una parentesi: del duo de adamich schittone che ne pensate? Io ho vaghi ricordi ma mi piacevano. De Adamich ogni tanto si scordava l'italiano per? ci metteva un sacco di entusiasmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno dei pochi piloti che ? riuscito a tenere testa ad Ayrton nella stessa squadra handicappato anche da Peter Warr, chiss? perch? ricordano sempre e solo Prost che godeva dello stesso supporto :)

 

 

E' cosi.Ed ha tenuto testa anche ad altri due campioni del mondo del livello di Mario Andretti e del Leone Mansell.Sarebbe stato campione del mondo se avesse accettato l'offerta di Frank Williams nell'estate 1984, oppure se Enzo Ferrari avesse deciso di silurare il grande Gilles(stava per farlo) durante la stagione 1978.Giovane grande e sfortunato e mai ricordato abbastanza per il suo valore tecnico:nobile d'animo,ma non solo,anche Campione!

 

Se non sbaglio lo stesso Senna dichiar? in una occasione (o forse addirittura lo scrisse perch? stava preparando un'autobiografia) che De Angelis e Prost erano i soli che lo potevano battere a parit? di macchina.

 

 

 

Non so se sia stato il pi? grande, ma certamente a conti fatti rispetto alla ciurmaglia attuale lo rimpiango parecchio. Il che ? tutto dire, perch? in effetti non ? che mi entusiasmasse molto. Per lo meno, per?, aveva non solo esperienza come pilota, ma soprattutto non era cos? sfacciatamente 'votato' alla causa della Rossa ed era molto pi? equilibrato nella quantit? e qualit? dei commenti dedicati ai piloti italiani (all'epoca molti). A scusante di Poltronieri, non dobbiamo mai dimenticare che ha lavorato in tempi in cui i mezzi a disposizione per documentarsi non erano nemmeno paragonabili con quelli attuali (e per di pi? ricordo che spesso diceva di essere collocato in posizioni tutt'altro che favorevoli, anche all'aperto). Insomma, con tutti i suoi limiti, era un serio e appassionato professionista. Cosa che non mi sentirei di dire per chi ne ha ereditato la posizione.

 

 

Poltronieri ? stato il migliore tra quelli di cui ho potuto ascoltare una telecronaca. (Gio ha parlato bene di Andenna ma non ho mai avuto modo di vederlo)

 

Non aveva il ritmo forsennato e confusionario di Meda/Mazzoni ma cosa succedeva lo capivi benissimo anche perch? se ne intendeva davvero di automobilismo. Ovviamente commetteva errori come tutti ma con i suoi errori nell'individuare i piloti e "aspettiamo che il pilota passi sul traguardo per avere il distacco in tempo reale" io lo preferisco comunque agli attuali

 

 

apro una parentesi: del duo de adamich schittone che ne pensate? Io ho vaghi ricordi ma mi piacevano. De Adamich ogni tanto si scordava l'italiano per? ci metteva un sacco di entusiasmo

 

Ai tempi di Poltronieri non solo erano scarsi i mezzi per documentarsi ma gli stessi mezzi tecnici di cui poteva usufruire durante la gara. Il fatto stesso che dovesse aspettare il passaggio sul traguardo per conoscere il reale distacco tra 2 vetture era dovuto al fatto che c'era solo la rilevazione elettronica in quel punto (che tra l'altro, con i computer di allora impiegava parecchi secondi per l'elaborazione completa). Il migliore non so, anche se mi piaceva molto cos? come apprezzavo anche Ronco di TMC: a volte guardavo l'uno e a volte l'altro.

 

De Adamich-Schittone avevo l'impressione che sparassero troppe cavolate tra tentativi di sorpasso che vedevano solo loro e tirando ad indovinare i motivi dei ritiri

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tornando a De Angelis ... a Zeltweg '82 l'arrivo in volata con Rosberg, Chapman entr? veramente in pista per far volare il cappellino nero ? in questa foto si vede Colin in pista che fa volare il cappellino ma nel video ... non si vede ... allora penso che la foto sia un fotomontaggio ...

 

640515190701700.jpg

 

http://www.youtube.com/watch?v=KFgrUiwbmQk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tornando a De Angelis ... a Zeltweg '82 l'arrivo in volata con Rosberg, Chapman entr? veramente in pista per far volare il cappellino nero ? in questa foto si vede Colin in pista che fa volare il cappellino ma nel video ... non si vede ... allora penso che la foto sia un fotomontaggio ...

Era normalissimo all'epoca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×