Vai al contenuto
AVVISO: Aggiornamento Forum in corso Leggi di più... ×
gio66

Amarcord... in miniatura

Messaggi raccomandati

Da qualche anno ho deciso di cominciare a collezionare i modellini in scala 1/43 delle F1 che, in qualche modo, hanno scritto anche solo singoli episodi nella storia della F1.

Per motivi di spazio mi sono imposto come limite il '900, i primi 50 campionati del mondo.

 

Questa ? la mia vetrina (la foto risale ad una paio d'anni fa)

 

13737475zb2.th.jpg

 

41994651zq8.th.jpg

 

e questi sono gli ultimi acquisti

 

p1000548aw8.th.jpg

 

p1000551cc8.th.jpg

 

sl270250bisrg8.th.jpg

 

sl270252dh4.th.jpg

 

sl270256zp1.th.jpg

 

sl270257hp0.th.jpg

 

sl270258dx1.th.jpg

 

Qualcun altro condivide la mia stessa passione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore Ayrton4ever

Io ne ho alcune: Senna '91, Prost '90, Warwick con la Lotus, Mansell '91 e una Benetton '90

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Resto allibito davanti a una collezione del genere...ma immagino che ti sar? costato un botto negli anni mettere su una vetrina del genere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
immagino che ti sar? costato un botto negli anni mettere su una vetrina del genere...

 

Questo ? il lato che preferisco di meno... :(

 

Comunque, ecco altri pezzi particolari.

 

La prima Ferrari a motore posteriore (Kit Tron), Lotus 25 apribile (Kit Tameo), Ferrari 312B3 apribile (Kit Tameo) e Brabham BT44B (Kit Hi-Fi).

 

45593053qo9.th.jpg

 

 

 

Tre modelli Minichamps: la March 751 vincente di Brambilla, la M23 iridata di Hunt e la Wolf vittoriosa al debutto con Scheckter. Poi la Ensign N177 di Regazzoni (Kit Villa).

 

79857701pn7.th.jpg

 

 

 

La Lotus Imperial dell'ultimo GP di Nilsson (Quartzo), l'ultima P34 (Minichamps), la FW06 primo progetto di Head (Kit Western Models) e la Ligier JS 11 (Kit Tenariv) montata da me.

 

32029328qq8.th.jpg

 

 

 

Ancora due Minichamps: la March 2-4-0 e la Arrows A2. La Renault RS11 della prima vittoria turbo (Kit Tenariv) e la Lotus 91 della prima vittoria di De Angelis, l'ultima di Chapman (Kit Hi-Fi).

 

86569986ks4.th.jpg

 

 

 

La prima Lotus di Rebaque (Quartzo), la Tyrrell 011 della prima vittoria di Alboreto (Kit Western Models), la Toleman di Ayrton (Kit Tameo), l'ultima Alfa da podio (Kit Tameo costruito da me).

 

76454326us0.th.jpg

 

 

 

La prima vittoria di Berger e della Benetton (Minichamps), la Minardi M188 (Kit Tameo), Il primo mondiale di Ayrton (Kit Tameo) e la Benetton del Nano (Minichamps).

 

30676823ql0.th.jpg

 

 

 

Quattro vetture, secondo me, tra le pi? belle di sempre: la 641 (Kit Tameo), la Jordan 191 (Minichamps), la Lambo del Modena Team (Look Smart) e la Benetton B191 (Minichamps).

 

69696548dk3.th.jpg

 

 

 

Lotus 107B (Kit BBR costruito da me), Benetton B194 versione Adelaide (Kit Tameo), Tyrrell 025 coi candelabri (Minichamps) e BAR 01 (Minichamps).

 

10ap1.th.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho una minicollezione dei modelli Ferrari pi? importanti, sia stradali che da competizione (erano in allegato con il Corriere)

Nulla in confronto alla tua vetrina. Complimenti! :up:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

d? un p? Gio, ogni tanto te li fai ancora dei gran premi?

Un tempo avevo anche affinato alcune oscure tecniche gutturali per i diversi rumori dei vari motori, 8 e 12 cilindri. Con il turbo avevo per? alcune difficolt?, dopo due giri mi facevano male le tonsille...hehehe

 

nel mio piccolo le uniche che ho avuto sono una 126 C4 (alboreto) dalla quale per? persi dopo poco la cosa pi? interessante: l'alettone posteriore!

Poi una Mc Laren del 1999, comprete gi? da 'grande', perch? mi era sembrato troppo ingiusto lasciarla in una cesta di canfusaglie di un supermercato a 3,99 euro... ingiusto riguardo alla mia infanzia dove le vedevo solo nelle pagine del modellismo di AS a prezzi 'lunari'.

 

La mia specialit? fu costruirmele pi? piccole di carta. Almeno rimpolpavano lo schieramento di quei pochi modellini della Majorette (tra le quali la Alfa con un fantomatico numero 8...) o della Polistyl della stagione 1983.

 

Tra l'altro adesso che ci penso, ma la 126 C3 di quella serie non era proprio la riproduzione di quella con le pance corte, a freccia? (urge una ricerca antropologica nei cassoni a casa della 'mamma')

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ne avevo molte di F1 d'epoca ma alla fine ho dovuto sbarazzarmene dato che non sapevo pi? come fare a fermare la mia "dipendenza". Il numero cresceva, anche perch? la scala non era 1:43 ma 1:18. Per? mi ? dispiaciuto da morire :(

 

Un mio collega ? un maniaco soprattutto della costruzione dei modelli. Praticamente si fa venire dal Giappone dei modelli dal costo "astronomico" !!!!! Che assembla, vernicia con l'aerografo ... pazzesco ma bellissimo.

 

Allego il link:

 

Ferrari Club Models

 

Scrollate gi? e guardate la sezione Ferrari Art.

 

 

Luke 36

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
d? un p? Gio, ogni tanto te li fai ancora dei gran premi?

 

No, per? fino ai 15/16 anni si :lol:

 

All'epoca avevo fatto incetta dei modellini Polistyl ma della serie del 1974 (B3, 007, BRM, ecc.) e del 1976 che poi, anno per anno, modificavo ed aggiornavo con cartoncino e pennarelli.

 

Avevo racimolato una trentina di pezzi in tutto e non tutti pagati... :imbarazzato:

Al mio paesino c'era un emporio che vendeva un po' di tutto, dal ferramenta ai giocattoli, gestito da 2 anziani coniugi. "Loro" erano in bella vista in un espositore a portata di... tasca. Una volta mio padre mi mand? a prendere una bottiglia di olio paglierino (avevo 11 anni) per il legno e, miracolo!, la signora and? a riempire la bottiglia che gli avevo dato nel retrobottega. Non ho resistito e mi sono riempito le tasche.

Ogni 3/4 settimane la bottiglia si vuotava stranamente e... :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Un mio collega ? un maniaco soprattutto della costruzione dei modelli. Praticamente si fa venire dal Giappone dei modelli dal costo "astronomico" !!!!! Che assembla, vernicia con l'aerografo ... pazzesco ma bellissimo.

 

Studio 27, I suppose...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se volete veramente lustrarvi gli occhi guardate questo sito

 

http://gdist43.com/

 

E' il sito del guru mondiale del modellismo 1/43, il giapponese Akihiro Kimimura che prende kit normali e poi li rende semplicemente perfetti modificandoli profondamente.

 

Selezionate un modello a caso nella home page e guardate bene le foto, soprattutto le parti riguardanti il motore o le sospensioni.

 

Poi pensate che ogni modello ? lungo circa 10 centimetri...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho mai particolarmente amato l'1/43, almeno per quel che riguarda le riproduzioni delle F1 ma un tempo le possibilit? tecniche era molto limitate. La Solido era la marca migliore, distante anni luce rispetto alle altre ma ha riprodotto pochissime monoposto ( ne ricordo 4) per la difficolt? di realizzare decentemente gli elementi delle sospensioni ecc..

 

La qualit? della Solido era elevatissima per quei tempi, anche se in seguito ? calata. Le decal erano a parte e ci si divertiva a metterle nel posto giusto ricorrendo alle foto. A volte venivano allegate delle schede di elaborazione (ricordo quello per le Matra 670 vincitrici all 24 ore) nelle quali si indicavano le modifiche da apportare per rendere la riproduzione pi? realistica relativamente a un preciso modello. Oggi non so esattamente che evoluzione abbia avuto la casa francese. Mi pare che ci sia ancora una "Solido" attiva sul mercato, anche con modelli in 1/18 ma non so chi sia il proprietario n? la qualit? della produzione

 

Oggi con l'uso delle tecniche computerizzate anche le riproduzioni pi? economiche sono cmq di livello elevato, quanto meno vengono rispettate le proporzioni. Un tempo invece non raramente si trovavano degli sgorbi orrendi. Noi ragazzi aspettavamo con ansia l'uscita del nuovo modello "Solido", che immediatamente campeggiava in bella vista nelle vetrine dei migliori negozi di modellismo.

 

La prima "rivoluzione" si ebbe con i modellini in metallo bianco di Jhon Day, fatti in serie ma con mentalit? artigianale. Poi arrivarono gli 1/43 di Michele Conti (ho la sua 312T) ecc... e siamo ai giorni nostri.

 

Un capitolo a parte meriterebbero i modelli da montare :rolleyes:

 

Gi?, non hai pensato a fare dei diorami, magari utilizzando i modellini pi? economici,che, come detto, sono cmq di buona qualit?.

D? un'occhiata al sito di Giancarlo Fossati:

http://www.modelfoxbrianza.it/

Vi trovate un sacco di lavori interessanti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×