Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 10/10/2019 in Posts

  1. 4 points
    E' matematicamente dimostrato che quello che tu dici era vero fino agli anni '80. Da ingegnere, mano a mano che l'empirismo ha lasciato più spazio alla precisione della simulazione (oggi bastano sei giornate di test per essere pronti per il primo GP, una volta non bastavano a sgrossare il lavoro di accensione della macchina), le scelte tecniche migliori sono andate a convergere. Con il passare degli anni (parlo dei tempi del turbo), nessuno replicò un V8 e i L4 furono superati. Ai tempi dell'aspirato, tutti conversero verso il V10 di 90° (poi ci pensò il regolamento a bloccare il V10 e poi a definire il monomotore V8). Lo stesso WEC, in cui i tre costruttori presenti (Audi, Porsche e Toyota), correvano con tre motori diversi (turbodiesel, turbobenzina, benzina aspirato), con tre architetture diverse (L4, V6, V8 se non ricordo male), tre tipi diversi di accumulo energia (batterie al litio, supercondensatori, volano meccanico) tre tipi diversi di recupero energia (doppio KERS anteriore e posteriore, singolo KERS, ERS-K ed ERS-H) e tre diverse categorie energetiche (2 MJ, 4 MJ e 6 MJ), finì con i tre costruttori che ormai avevano quasi tutti scelte convergenti (10 MJ, KERS, batterie al litio). Si tratta di semplici calcolo progettuali. Alla fine esiste sempre l'optimum a cui tutti convergono. Per contro, lo sviluppo, per quanto stimolante, comporta una serie di spese senza limiti che hanno ucciso parecchie categorie in passato (ProCar, Gruppo C, DTM, WTCC, WEC). Il ricordo di macchine completamente è la dimostrazione che una volta si andava molto a naso. Attualmente le monoposto sono molto diverse tra di loro, solo che noi normali telespettatori non riusciamo a capire dove sono queste differenze. Sono dettagli di grande importanza e poca apparenza a contare. La semplificazione progettuale a cui Liberty Media aspira è proprio quella che consenta anche a team piccoli di potersela giocare o almento di fare qualcosa di buono. Da dire però, che in condizioni di parità regolamentare, fare la differenza è così difficile che ci vuole una ipersofisticazione che comporta problemi analoghi alla libertà di sviluppo, come è successo nella NASCAR. Come detto pagine fa, trovare la soluzione non è facile.
  2. 3 points
    Ma andassero a concimare per campi, c'é sempre bisogno..
  3. 3 points
    “A Singapore, Vanzini era a fondo pitlane a mostrare le macchine. Si è avvicinato un po' troppo alle vetture, e sembra abbia toccato anche qualche macchina che stava per partire. Inoltre, Hamilton e Verstappen si sono lamentati di un giornalista in mezzo ai co****ni durante le prove di partenza a Singapore. Hanno sospeso quindi il pass di Vanzini perché ha toccato le vetture in sessione ufficiale ed ha violato le linee di demarcazione della pit-lane. Ed anche tutto il blocco Sky sembra entri in pit-lane raramente ora Se qualcuno si stesse chiedendo il perché dell'assenza di vanzini a sochi e suzuka“ Fonte: un gruppo FB sulla F1 Potrebbe essere una balla clamorosa ma non farei fatica a crederci sinceramente.
  4. 3 points
    @ClaudioMuse a 300 allora si fa male sicuramente visto che fa danni anche quando parcheggia all' Ikea.
  5. 3 points
    Sono già sei mesi senza di lui. Inizio ad accettare la realtà, anche se resta un enorme buco nel cuore per quanto avvenuto. A Verona mi sono scordato che si poteva brindare tutti assieme in suo onore. Pazienza, brinderemo la prossima volta. Quanta amarezza comunque. Era molto giovane...
  6. 2 points
    Comunicazione di servizio: a causa dello spostamento delle qualifiche del GP Giappone cambia anche la programmazione free di TV8. Per chi non ha Sky o vuole dormire, la differita delle qualifiche sarà domenica 13 ottobre alle ore 12.30, quella della gara di seguito alle ore 15; con i commenti pre e post TV8 fa programmazione no stop sulla F1 in Giappone dalle ore 12 alle ore 17.30
  7. 2 points
    Aprire gli scuri e sentire i cacciatori all’opera @Ruberekus
  8. 2 points
    Secondo me è una gran cagata.
  9. 2 points
    Direi alla bandiera del sole nascente, dato che quando il Giappone era ancora un impero ha compiuto diversi atti disumani in Asia.
  10. 2 points
    Ford Mercury Cougar GTE
  11. 2 points
    Chevelle 1965
  12. 2 points
    I piloti degli ultimi anni sono i più titolati di tutta la storia della F1. In F2 escono così tanti bravi piloti che ci ritroviamo con ottimi piloti come Ocon e De Vries fuori dalla F1 e un fuoriclasse come Russell costretto ad accontentarsi della Williams perchè i top team sono al completo. Pensa che tre anni fa, l'unico pilota non titolato in F1 era Verstappen... Tanti anni fa, tolti i primi sei, c'erano un sacco di dilettanti. Tanto per fare nomi e cognomi, Alessandro Nannini era un outsider, cioè uno proprio alle spalle dei top driver, che riuscì pure a vincere una gara e che correva con la Benetton, la quarta forza del mondiale. Era un pilota bravo ma con un approccio tutt'altro che professionale, che si addormentava letteralmente a fine gara. C'era poi un'altro molto bravo come Modena, che al suo primo GP si fermò per stanchezza (sai che preparazione). Il livello era molto basso a livello di preparazione media. Oggi chi si compra un sedile, è gente che ha vinto campionati come Norris e Stroll, mentre una volta in F1 ci arrivava gente come De Villota, Londono Bridge, Hesnault, Inoue, Noda, Hattori, Foitek, Adams...
  13. 2 points
    Grandissimo Miki, buon protagonista dei mostri gruppo B e mattatore delle gruppo A. Da menzionare anche il suo navigatore, Tiziano Siviero, veneto anche lui.
  14. 2 points
    Secondo me il problema estetico di halo e aeroscreen è un falso problema. Sappiamo che il vero problema della F1 si trova altrove: - vie di fuga esageratamente asfaltate - cordoli fatti per essere sfruttati e non per delimitare la pista - piste disegnate sulla carta, tutte uguali e dalla stessa persona (invece che sfruttando planimetria e idee, culture e stili diversi, in ogni parte del mondo) - regolamento tecnico (non vado in dettaglio: distribuzione pesi, cambi, PU, elettrico ecc... troppo complicato ed inutilmente restrittivo --> auto troppo simili, tutte con lo stesso concetto "aerodinamico" --> per forza, è sempre troppo importante) - regolamento sportivo e sua applicazione - tengo duro ed insisto: gomme --> o togliamo il monopolio e fissiamo un regolamento rigido per evitare problemi tipo USA 2005, oppure diamo libertà di scelta se cambiarle in gara o no, senza obbligo di pit --- Non so chi abbia vissuto questi episodi (non cito quelli che non ho vissuto e molti li ho dimenticati o è lunga citarli tutti): - morte di Peterson - incidente e paralizzazione di Regazzoni - morte di Villeneuve - incidente di Pironi - incidente di Berger a Imola (con incendio) - morte di Ratzenberger - incidente partenza Imola 1994 (pubblico coinvolto, vittime?) - morte di Senna - morte commissario Monza - morte Surtees ... ... ... + tantissimi altri in tutte le categorie ed in tutto il mondo Sappiamo che il motorsport è pericoloso e può essere letale, è meglio che non vi dica ciò che ho provato in ogni occasione. Molti di voi l'hanno provato probabilmente anche dal vivo e più frequentemente. Questo è quanto. Secondo me il problema estetico di halo e aeroscreen è un falso problema.
  15. 2 points
    Ma allora, visto che sono anni che ripeti le stesse cose senza neanche essere chiaro, dimmi: ok che è uno sport pericoloso. Ma allora perché halo e aeroscreen no ma casco e cinture di sicurezza sì? Per te perché è più giusto che un pilota muoia per un pezzo preso in testa mentre è sbagliato se vola fuori dalla macchina? Motorsport Is Dangerous: ok, allora chi sono quei cretini che hanno adottato le tute ignifughe? Voglio dire, la benzina fa parte del gioco, perché un pilota dovrebbe cercare di non bruciare? E gli spettatori? Che ca**o ci fanno protetti dalle reti? Via tutto, che siano liberi di pascolare in mezzo alla pista. Anzi, io i GP li farei con gli spettatori che scappano di qua e di là con accendini accesi in mano, così quando passano le macchine i piloti senza casco e tuta li investono e muoiono per via dei corpi presi in pieno volto (halo non c'è ovviamente), così se putacaso il serbatoio di plastica si rompe mettiamo su un bell'incendio e godiamo nel vedere i piloti (già morti) che vengono cremati nelle loro auto (di cartone, perché il carbonio è per le femmine) Che ne pensi, ti piace l'idea?
  16. 2 points
    Grazie, egregio @S. Bellof. Parliamo di un pezzo di storia, caro Pigeon: In Giappone è stato bello vedere il motore di Schumacher in fumo: senza essere visto ho chiuso il mio pugno con forza, con gioia. Dopo il sorpasso ho parlato con la squadra per sapere a che distanza ero da Massa, perché temevo potesse buttarmi fuori dalla pista. Per la Ferrari vale tutto. Posso aggiungere altre chicche, ma questa dovrebbe bastare
  17. 1 point
  18. 1 point
  19. 1 point
    E se poi queste vetture volano oltre le reti di protezione e uccidono commissari o spettatori, oppure se fanno un mega incidente ai box (problema con il software o hacker al lavoro) invadendo uno o più simulatori? La sicurezza assoluta non esiste.
  20. 1 point
    La macchina telecomandata senza halo. e visto che il pilota starebbe al box.. nell’abitacolo ci mettiamo spa83... ..e se succede qualcosa diremo Motorsport is dangerous
  21. 1 point
    Sarebbe stato bello ma quasi certamente non è vero.. Poi a guardare le prove di partenza c'è sempre Valsecchi, non lui.
  22. 1 point
    Quello che stanno facendo è penoso ogni oltre limite. Di team raffazzonati in F1 ne abbiamo visti tanti, ma questo scempio non lo ricordo. Mi dispiace per Kubica, probabilmente non può più guidare ad alto livello una F1, ma questa stagione di supplizio non se la meritava, visti gli immensi sforzi che ha compiuto.
  23. 1 point
    Via allora una sera cena da me. Invito volentieri tutti, in particolare però @Leno, @Red 5, @Ferrarista, @lucaf2000 e @F.126ck. Ma vedrei volentieri tutti, come detto. Antipasto con bruschette al pomodoro, salumi e formaggi. Poi uno spaghetto alla carbonara. Di secondo direi no alla cotoletta un bel filetto di carne magari... O una trippa alla veneta. Boh, vedremo. Contorno con patate al forno o verdure grigliate. Dolce tiramisù. Direi un bel rosso, non saprei quale, magari un Montepulciano. Grappe a fine pasto. Troviamo la data e il luogo giusto(una casa, purché ci siano posti per una quindicina di persone, la mia così tante non ne ospita) e vi faccio un pasto da leccarsi i baffi.
  24. 1 point
    Speriamo non abbiano portato i coltelli
  25. 1 point
    Se invitate a cena, anche a casa, il buon Fil sapete cosa vi aspetta. Quando suonerà il campanello sarà peggio del postino con una cartella dell'Agenzia delle entrate
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00


×